Un Massimo Maccarine tranquillo e sornione, uno che sa il fatto suo, è quello che si presenta in Sala Stampa a poche ore dal derbyssimo con i viola.

“Rispetto alle gare degli ultimi anni c’è la differenza della classifica e del momento della nostra squadra. La scorsa stagione erano trenta anni che non si batteva la Fiorentina al “Castellani”. E’ una gara importante per i nostri tifosi che ci tengpno tantissimo ed è importante anche per noi perché sappiamo quanto ci tenga la nostra gente. Va comunque detto che è una gara importante anche per la classifica e con la quale possiamo dare comtinuità ai nostri ultimi risultati ed alla nostre ultime prestazioni. La Fiorentina è una squadra molto forte, che gioca bene al calcio, ha una delle migliori difese del campionato, semmai palesa qualche difficoltà in avanti. E’ comunque una squadra attrezzata per far bene, ha lo stesso allenatore dello scorso anno il che dà continuità al lavoro. Noi dobbiamo essere concentrati e cercare di aggredirli alti. Esserci sbloccati in zona gol nella gara a Pescara ci ha dato una buona spinta anche se devo dire che la mancanza di gol per così lungo tempo era una cosa anomala, di quelle che raramente capitano nella carriera di un calciatore. Il problema però non era la mancanza di gol ma la mancanza di risultati. Spero che la gara con la Fiorentina possa essere davvero una svolta al nostro campionato. Noi ci stiamo allenando molto bene ed il nostro morale è buono. Raggiungere quta 100 gol? Ci tengo, certo, e spero di raggiungere questa cifra al più presto, anche se speravo che ci sarei arrivato prima. Comunque non è un assillo, la cosa importante è la squadra. Mi chiedete se ancora non sento l’entusiasmo di tutti i tifosi…e vi rispondo che sì…è così….ed è una cosa che dispiace a me ed a tutti i miei compagni perché noi ci impegnamo sempre al massimo e siamo i primi ad essere dispiaciuti quando le cose non vanno. Bisogna però non dimenticarci da dove veniamo e quale sia stato il percorso che abbiamo fatto da quattro anni a questa parte. Noi siamo l’Empoli ed il solo fatto di essere in Serie A dovrebbe dare entusiasmo a tutti ed all’intera città perché non è una cosa così scontata. Non è vero che abbiamo fatto parrite così brutte da far perdere entuasiasmo anche se, ripeto, questo non vale per tutti i tifosi ma solo per una parte A noi piacerebbe che tutti fossero insieme a noi e ci aiutassero in questa salvezza, già a partire dalla gara di domenica prossima. Loro sugli spalti e noi in campo. Dovremo cercare di dare tutti qualcosa in più”

1 commento

  1. E bravo macca. Adesso però fuori le palle e fateci vedere impegno e sudore. Poi se si vince con le nane ci fate davvero un bel regalo! Forza azzurri.

  2. A me, caro BigMac, pare che sia la squadra a non avere entusiasmo…anzi quando entrate in campo siete proprio dimessi…tutti…tranne Martusciello…oh…lui proprio non si dimette!!!

    • Capitano, il popolo aspetta un risultato EPICO, e in questo ci deve credere la squadra … se poi questo risultato EPICO arrivasse, la gente torna e forse più di prima!!! Il tifoso ha bisogno di sentirsi importante e coccolato, deve avere la percezione che pur partendo dal basso, si punta in alto, che c’è un domani e che oltre la siepe il cielo è azzurro, ma finora il comportamento della società e i risultati ci hanno fatto pensare ad una transizione verso la B. Liberi di ricrederci, intanto le critiche verso Martuscello si sono sopite e credo che non sia poco.

  3. Io proporrei S.Ostina Allenatore, darà entusiasmo a tutto l’ambiente, sa come trattare con i giocatori, è veramente uno che sa il fatto suo, un vero stimolatore, il più grande in assoluto….

    • Il più grande Gufo in assoluto. Da sempre. Uno d’Empolòi che tifa contro l’Empoli è da trattamento sanitario obbligatorio ma…contento lui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here