Che il destino di Sacha Cori fosse quello di non terminare la stagione con la magli azzurra si era già capito dalla fine dello scorso anno solare, con il giocatore che dopo aver vissuto da protagonista l’inizio di stagione si era poi trovato chiuso dagli altri compagni di reparto. La tribuna “rimediata” in casa contro il Verona, al netto anche dell’assenza di Maccarone, aveva poi fatto il resto, nonostante il giocatore avesse fatto sapere che la volontà era quella di restare in azzurro.

 

Con poi l’inizio del mercato il suo nome è subito rimbalzato prepotentemente, accostato da subito all’ambiziosa squadra della Virtus Entella di Chiavari e ad altre formazioni di prima fascia della Lega Pro come Lecce e Benevento.

Da quanto raccolto dalla nostra redazione però, alla fine, i liguri dovrebbero avere la meglio, avendo già incassato il placet da parte del calciatore, del suo entourage e del Cesena che è, lo ricordiamo ancora, la sua società di appertenenza.

L’Empoli, per la filosofia ormai arcinota, ha dato il benestare al trasferimento del giocatore verso la destinazione a lui più gradita senza interferire o fare pressioni.

 

L’inizio della settimana prossima dovremmo assistere all’ufficilità della notizia.

 

Al. Coc. / Gabriele Guastella

CONDIVIDI
Articolo precedenteLIVE | Primavera: Empoli-Siena (Diretta radio)
Articolo successivoGli azzurrini vincono il derby: 3-0 al Siena
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

3 Commenti

  1. Non è una bocciatura per Cori. Quando davanti si trova gente come Tavano e Maccarone è dura per tutti. E comunque andare a Chiavari o Lecce (quest’ultima la preferisco perché i Salentini hanno ottimi attaccanti ma nessuna prima punta )potrebbe rivelarsi un ottima scelta. In bocca al lupo per questo bravissimo ragazzo.

  2. Siamo d’accordo deve maturare calcisticamente in un’altra squadra. Lo abbiamo visto giocare(poco)all’inizio del campionato quando l’Empoli aveva necessità di una punta che riuscisse a fare “reparto” con il centrocampo, lui restava sulla sua fascia non aiutava il reparto avanzato e ha capito poco del grande lavoro che svolgono li davanti Maccarone e Tavano anche e soprattutto quando non segnano.
    Quando (se) maturerà si ricorderà di aver perso l’occasione di apprendere meglio le giocate di “quei due”.
    Dalla serie le occasioni perse(per lui)con un Empili quest’anno in palla, un sincero augurio di miglioramento.
    Non possono essere tutti (fenomeni) come Riccardo….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here