Pecorini Simone (Empoli 2012/13)Tra i giocatori che di qui al prossimo 31 gennaio, potrebbero lasciare Empoli per una destinazione che gli permetta di trovare maggiore spazio c’è Simone Pecorini.

 

Stando a quanto ci è appena arrivato in redazione, l’ex Primavera Inter potrebbe aver trovato nel Pavia la formazione che gli possa dare quanto scritto sopra. Sempre riportandovi quanto raccolto, la società pavese e l’entourage del giocatore starebbero in queste ore parlando e valutando la possibilità di chiedere all’Inter, via Empoli, il prestito del giocatore.

 

L’Empoli, ribadendo cose già dette, ha dato piena libertà a tutti i giocatori che si trovassero nella situazione di poter trovare un club nel quale potersi esprimere maggiormente che non in azzurro (vedi Cori) e quindi, anche se non abbiamo interpellato la società, crediamo di non sbagliare nel dire che, sponda azzurra, il via libera sia sottoscritto.

 

Pecorini, nonostante il grande carico di aspettative, non si è mai potuto esprimere, chiuso anche da un modulo nel quale mister Sarri lo vede più come centrocampista esterno che non come terzino.

Il giocatore però ha sempre detto di trovarsi bene nel gruppo e di non aver mai fatto pressioni sulla società.

Crediamo però che qualora la cosa si concretizzi, il giocatore, ed anche l’Inter, potrebbero proferire per la scelta di andare a giocare.

 

Potrebbero essere ore interessanti, queste, anche per Leornardo Spinazzola, che mistero di voler giocare maggiormente non ha fatto. Il Novara si sarebbe rifatto vivo, ma anche il Lanciano avrebbe chiesto il giocatore alla Juventus. A Milano, nella sede del calciomercato i dirigenti bianconeri starebbero vagliando le proposte arrivate per trovare la miglior destinazione da offrire al suo giocatore che ad Empoli, le ore, parrebbe a questo punto averle contate.

 

Ni. Raf.

CONDIVIDI
Articolo precedente" Il Punto ", con Alessandro Marinai
Articolo successivoDal campo…Moro c'è, Pratali forse
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

6 Commenti

  1. Mi dispiace per entrambi che, a mio avviso, hanno un grande futuro.
    Però come dare torto a chi, giovane, vorrebbe giocare di più?
    Del resto, nell’attuale 4-3-1-2 di Sarri entrambi sono un pò pesci fuor d’acqua…
    Ma il calcio è strano: magari uno dei due sabato entra e segna e poi non se ne va più… non sarebbe la prima volta che accade una stranezza simile!

  2. Usualemi…non sono daccordo. La realtà è che questi giovani non hanno le PALLE di affrontare le difficoltà. Hanno davanti gente di un certo calibro ed invece di stare qua ad imparare il mestiere preferiscono “scappare” per andare a giocare per forza. Allora 100volte meglio quando Dal Moro senza scalpitare si giocava il posto con Guarino, Giampieretti senza rompere i cogl… diventò fondamentale dopo tanta gavetta dietro a Pane e Tricarico e poi, dopo un pò di gavetta alla Lodigiani, tornò pronto. Tavano imparò il mestiere dietro ai tre moschiettieri Maccarone-Di Natale-Rocchi… quanti esempi potremmo fare, infiniti… invece Spinazzola arriva dalla Juve e si sente un fenomeno, un predestinato, Pecorini si crede il Maicon bianco viene dall’Inter e anche lui pensa di essere già un campione… dovrebbero invece cercare la stampa, per esempio anche quelli di questo sito, una bella intervista e dire che ad Empoli stanno bene, si cresce senza troppe pressioni e soprattutto si impara a diventare professionisti ed anche i trucchi del mestiere… Non ditemi che Spinazzola non ha da imparare dai vari più anziani del gruppo… idem per Pecorini… via via torniamo a prendere gente dalla serie C… che il morso della “fame” lo hanno già sentito e smettiamo di prendere questi finti campioni che sono cresciuti sotto a una cupola di vetro… perchè in fondo Saponara viene da Ravenna mica da una squadra a strisce verticali… 😉

    • Hai fatto tre esempi che non calzano: Dal Moro, Giampieretti e Tavano erano giocatori DELL’EMPOLI, mentre Pecorini e Spinazzola sono in prestito: tu credi che siano solo loro a decidere? Non pensi che x l’Inter e la Juve sapere che sono “fermi” possa sembrare un “danno”?
      È lo stesso ragionamento che fa anche l’Empoli quando cede i propri giovani in prestito: se non giocano, prima possibile tornano a casa!
      Ergo: non mi hai convinto x niente, mi dispiace

  3. L’accostamento di Spinazzola al Lanciano non è casuale. Nell’impianto di gioco (433) di Gautieri manca proprio un….Gautieri. E lui lo è !!! P.S. un appunto su Dal moro. L’infortunio di Guarino cambiò il “ruolo” di Dal moro che per “emergenza” fu dirottato a fare il terzino sinistro. Pippo era un esterno alto. Addirittura a Giarre fu impiegato come punta. Quell’episodio cambiò non solo il ruolo…ma anche la vita di Dal moro che, forse, sopravvalutato andò alla Roma di Zeman. A Roma raccolse più soldi che…presenze. Chekkulo !!! 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here