belingheriIl centrocampista, quello centrale, quello che deve recuperar palloni ma anche impostare, quello che deve vivere la sua vita da mediano. Questo il profilo che adesso si va cercando, questa la pedina che deve essere data a mister Giampaolo per essere inserita ed integrata con chi c’è già.

Ed il nome di Maiello, come dettovi non molto tempo fa, è quello caldo, quello che piace. Ma c’è un altro nome (già scritto su queste pagine) che potrebbe anche scavalcare il giocatore del Crotone: Luca Belingheri.

 

L’ex Ascoli infatti piace, e visto che con il Crotone non si è ancora arrivati ad un punto di incontro per la cessione di Maiello, che i pitagorici vogliono monetizzare, l’ipotesi di Belingheri potrebbe essere….più di un ipotesi.

Belingheri dalla sua avrebbe un vantaggio non indifferente, ovvero essere attualmente svincolato e quindi è giocatore che si prende a zero. Il giocatore infatti si è svincolato dal Livorno, società nella quale è arrivato nel 2011 con una parentesi in prestito a Cesena.

Belingheri però, oltre all’aspetto economico, più di Maiello ha anche un paio di cose. La prima è sicuramente l’esperienza, essendo un classe ’83 e conoscendo bene la categoria, ma poi è giocatore che di fatto puo’ ricoprire tutte le posizioni del centrocampo, non relegabile quindi solo in mezzo.

 

Ovviamente la sua situazione appetisce anche altri club, e su tutti ci sarebbe il neopromosso Carpi che avrebbe già intavolato alcuni discorsi con l’entourage del giocatore che però non sembra convinto a pieno su questa specifica situazione. Empoli, stando a quanto raccolto, potrebbe essere più interessante, ma poi (questo potrebbe essere un altro fattore da tenere in considerazione) in azzurro ritroverebbe quel Giampaolo che ha avuto nel 2004-05 ad Ascoli, nell’anno della sua esplosione.

Ci teniamo a sottolineare che la pista Maiello resta in piedi ma su Belingheri i pensieri potrebbero divenire fatti quanto prima, soprattutto se il Crotone non volesse abbassare le sue pretese.

 

Alessio Cocchi

32 Commenti

  1. I due nomi che sento in questi ultimi giorni ovvero Camporesi e Belingheri mi fanno sprofondare in depressione calcistica.

    • Basito due volte: per il giocatore in sé e ancora di più perché i giocatori del Crotone PE li chiama “i pitagorici”. O Cocchi, per favore!

      • Beh, in realtà non li chiama così solo Cocchi. Peraltro il principale gruppo ultras (gemellati con noi) si chiama Gioventù Pitagorica. Stavolta il Cocchi non ha dato di fuori!!!

      • O Giovanni, ma SE LE COSE NON LE SAI non fare il saccente e ALMENO STAI ZITTO.
        I crotonesi si chiamano Pitagorici perchè è li che Pitagora fondò la sua scuola.
        che il TEOREMA DI PITAGORA NON TI DICE NULLA?
        Cocchi non ci fare caso-

        • O Elio, forse le cose le so meglio di te, anche senza andare su internet come hai fatto tu. Ma trovo ridicolo chiamare i crotonesi ‘i Pitagorici’ anche se loro, per tirarsi su, si chiamano così. Usare parole difficili fa parte dell’esibizione saccente di chi sa poco. Dimmi tu se uno fa un resoconto calcistico sui giornali sportivi che contano e chiama i crotonesi “i pitagorici”! Non glielo pubblicherebbero perché farebbe ridere. Quando lo trovi, segnalalo. Elio, il sole ti ha illuminato poco, se non vai oltre il teorema di Pitagora.

  2. Il vantaggio è solo il costo zero. Belinghieri non ha una grande conoscenza della categoria, intesa come serie A, semmai della serie B. A meno che non si prenda per quello, come rinforzo per la B…

  3. giovani i giocatori del crotone in effetti sono i pitagorici dov’è l’ errore ????? tu che sei un’arca di scienza spiegaci come dovrebbero chiamarsi , sempre a criticare tutto e tutti ma andate a caare

  4. Giovanni, passando da Pitagora ad Archimede (tanto te che sei così erudito capisci subito): prendi uno specchio e DATTI FOOO!

    • Prima di tutto io non ho offeso nessuno; si vede che sei un po’ esaltato. Capisco il caldo. I giocatori del Crotone saranno crotonesi, come gli Interisti lo sono dell’Inter e gli Juventini della Juve. E così anche come si legge nei giornali sportivi per la nostra squadra, dove si parla di Empolesi. Oppure si ricorre al colore della maglia, per cui i giocatori della Juve sono i bianconeri e così via, e quelli della Fiorentina si chiamano i ‘viola’. T’immagini chiamarli i “Dantini” o gli “Alighieri” (pr altro Pitagora non è nato a Crotone). Ma fammi ridere, saccentone.

      • Milagro, mi dò foo come dici tu se tu fai una bella doccia fredda. Cmq scherzi a parte “qui si fa l’Empoli o si mòre”.

  5. Io son dell’opinione che in un centrocampo a 5 Signorelli andrebbe a nozze e che quindi il giocatore giusto l’abbiamo gia in casa….E’ un giocatore che se gioca nel mezzo o interno in un centrocampo a tre va in difficoltà(soprattutto in fase di ripiego),ma in un centrocampo a 5(ma anche a 4)farebbe la sua bella figura….e qualche golletto in più!

  6. Signorelli penso che stia meglio in un centrocampo a 4 o 5 e fa pure gol se sente la fiducia attorno.

    Claudio
    DEZI NON CONOSCO
    BATTOCCHIO TUTTA LA VITA
    MAIELLO COME SCOMMESSA

    Giampaolo stupisci tutti e fai ricredere anche i campioni del mondo di commenti da tastiera che anche in questo sito … paiono pagati un tanto a lettera d a quante ne dicono!!!!!!

  7. La vera pecca e’ non aver preso Pirlo facendosi fregare dagli Yankee.
    Penso comunque che la società si stia muovendo con detrminazione e puntiglio e che il prima di Agosto possa finalmente fare l’annuncio del nuovo acquisto:
    Lionel Messi

  8. A sentire tutti questi discorsi mi viene in mente il grande Gianni Brera che chiamava lusitani i portoghesi e magiari gli ungheresi. ….I giornalisti contemporanei chiamano tulipani gli olandesi piuttosto che vichinghi i norvegesi. ….nella normale dialettica giornalistica un po di linguaggio colorito o colorato non ha mai fatto male a nessuno. ….basta non cadere nel ridicolo e soprattutto non offendere.

    • Zenzero, Brera era il massimo dello snobismo, e in mondo, come quello dei giornalisti di calcio, piuttosto povero, sembrava un gigante. Magiari per gli ungheresi è un termine corrente per definire tutti gli ungheresi. Però Brera chiamava la palla anche “eupalla” che mi sembrava un modoesibizionistico per rompere le…palle al lettore. Chiamare tulipani gli olandesi…mah! Mi sembra una trovata da bischero sciolto. Una trovatina. Quello che mi secca è che ci sono persone che postano messaggi sempre allineati con chi conta: la società, il giornalista e così via. Qualche sospetto viene. E questi sono queleli pronti a cambiare bandiera all’occorrenza. Prima era tutto un “mister Sarri, olé”, quando poi è andato via, come anche era giusto, hanno cominciato a infamarlo di brutto. Forza Empoli!

  9. Io penso che il ruolo migliore di Signorelli sia a centro panchina con il piumino con 4 a destra e 4 a sinistra. Ma i giocatori che possono chiamarsi tali non li

  10. Io credo che dovrebbe essere il destino anche di alcuni tifosi….4 a destra e 4 a sinistra,ma a vedersi un bel film al cinema,la domenica,invece di venire allo stadio.Signorelli va rispettato come tutti i giocatori della rosa e senza dimenticarsi che con la maglia azzurra ha fatto sempre il suo dovere. …è vero forse non sarà un fulmine di guerra,ma se a 24 anni ha giocato 101 partite in B(6 goals) e 13 in A con 1 goal….non credo che chi lo ha fatto giocare sia stato uno sprovveduto……

  11. Chi lo ha fatto giocare in casa nn aveva altro che quello,che passava il convento Giocatorino da ultimi 15 minuti in vantaggio di 2-0

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here