caprari-pescaraLa casella degli acquisti, almeno per ora, è occupata solo dal nome di Manuel Pasqual. Il terzino veneto è stato il primo rinforzo dell’Empoli 2016-17, in una zona di campo che vedrà quasi sicuramente la partenza di Mario Rui. Per la difesa alcuni siti hanno fatto il nome di Maxime Chanot, centrale lussemburghese che gioca attualmente in Belgio, ma i riscontri in questo momento non ci sono. Oltre a lui – e qui le probabilità di un interesse empolese sono maggiori – sul taccuino della dirigenza ci sono Simone Romagnoli, potente difensore del Carpi appena retrocesso, ed Emerson Palmieri, fluidificante che la Roma girerebbe in azzurro in cambio di Mario Rui.

 

A centrocampo resta da capire su quali giocatori si “butterà” la società: si era parlato del carpigiano Lollo, che potrebbe rientrare in un maxi scambio con gli emiliani, ma in questo reparto l’impressione è che il mercato non sia ancora decollato. Sulla trequarti, aspettando vere e proprie offerte per Saponara, ci si guarda intorno: Caprari rimane sempre il nome più gettonato, ma le sue prestazioni e quelle del suo Pescara potrebbero rendere più difficoltosa una eventuale trattativa. Sullo sfondo c’è il ternano Cesar Falletti, dal 2013 in neroverde, che secondo molti potrebbe essere il calciatore giusto – per doti tecniche e rapporto qualità-prezzo. Infine il figlio d’arte Lorenzo Di Livio della Roma, un giovane ’97 che potrebbe cercare gloria in azzurro.

 

La situazione in attacco è tutta in divenire, anche se ogni giorno arrivano nuove voci: Lapadula sembra sempre più lontano, visto che è divenuto l’obiettivo di molte squadre di medio-alto livello. Così l’Empoli potrebbe virare su altri calciatori affamati, quali ad esempio Lores Varela del Pisa e Iemmello del Foggia (ma di proprietà dello Spezia). Sempre dalla società ligure potrebbe essere fatto un sondaggio per Catellani, vecchio pallino di Carli, mentre è sempre da monitorare la questione Swiderski, con il polacco che piace molto.

 

Simone Galli

CONDIVIDI
Articolo precedenteCorsi su Saponara: “Riccardo è al 70-80% del suo potenziale”
Articolo successivoSkorupski sempre piu' azzurro
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

9 Commenti

  1. Qualche tifoso ha paventato che la società non abbia in tasca molti soldarelli da spendere sul mercato,visto che alcune cessioni sono state fatte senza ricevere i soldi subito…..Io vorrei far notare che gia prima di vincere il nostro campionato di B(Quindi anche l’anno in cui abbiamo perso lo spareggio con il Livorno)Carli ha sempre sbandierato che la nostra società sotto il profilo economico stava bene e che la cosa poteva portarci a non aver problemi per diversi campionati di B.Poi è arrivata subito la serie A CON I SUOI 20 MILIONI DI DIRITTI TELEVISIVI…..Ci saranno state pure delle spese…ma 20 milioni son finiti tutti?Poi è arrivata la salvezza che ti ha garantito per il campionato appena trascorso altri 25 milioni di euro + 3,5 milioni per la cessione definitiva di Rugani + 5 milioni per quella di Hysaj + 6 milioni per quella di Valdifiori…..e anche tutti questi milioni sono finiti?Adesso ci apprestiamo a giocarci il terzo campionato in A,con i diritti che salgono a 30 milioni,con gia la cessione di Tonelli che puo’ portare nelle casse anche più di 10 milioni(bonus)e quella quasi sicura di Rui per 9 milioni e anche qui con i bonus magari si arriva a 10.A questo vogliamo aggiungere la probabile,anzi quasi certa di Saponara?Vogliamo aggiungerci l’incasso per gli abbonamenti e per i biglietti venduti al Castellani,vogliamo aggiungerci gli incassi anche come società ospitata nei vari stadi?E i 5,2 milioni per essere arrivati decimi e i 2 milioni degli sponsor?Mettiamoci pure le spese per il settore giovanile,mettiamoci pure le spese per gli ingaggi e quelle per qualche acquisto(ma mi pare che l’unico acquisto oneroso,negli ultimi 4 anni è stato quello per il ritorno di Saponara che comunque aveva gia fruttato alle casse empolesi quasi 6 milioni di euro con la cessione al Milan e adesso la sua ri-cessione ci porterà altri bei soldoni)ma alla fine dei conti di soldi in cassa cash o futuri ce ne dovrebbero essere parecchi.Le società non ti pagano subito?Probabilmente anche noi facciamo così nei loro confronti….pagando in 2 o 3 anni….quindi cosa cambia?Sai che devi avere dei soldi e questi son comunque tuoi anche se non li hai subito materialmente….E’ un po’ come quando fermi in banca dei soldi magari per 2 o 3 anni…..dopo 3 anni li riprendi e nei tuoi conti esistono.Capisco che la mia lettura puo’ sembrare semplicistica…..ma i numeri….son numeri!Vedremo se come ha detto Carli i 10 milioni di Tonelli ci permetteranno di investire nel mercato,vedremo quanti di questi 10 milioni verranno investiti(ma tutti gli altri soldi che sono arrivati e che arriveranno…finiscono in fumo?)

  2. Mork non voglio difendere nessuno ma mantenere una squadra in serie A , un settore giovanile tra i più forti d’italia pagare 20 milioni l’anno di stipendio , costruire uno stadio più i vari costi di gestione , spese varie ecc.ecc. le uscite e le spese ci sono , basti vedere quanto squadre blasonate e non sono fallite !!!!! è giusto non fare il salto più lungo della gamba , preferisco oscillare tra serie A e serie B MA MAI FALLIRE E onestamente anche finire in lega pro mi rode !!!! io credo che 5-6 acquisti buoni vanno fatti e Carli ha confermato che ci saranno , già pasqual è un buon acquisto , è stato preso a 0 tutto vero ma c’è da pagare un sostanzioso ingaggio , il mercato è iniziato adesso prima bisogna vendere e poi sono convinto che qualcuno arriverà !!!!!! FORZA EMPOLI SEMPRE

  3. Diciamo che quest’anno faremo una trentina di milioni di incassi con le vendite.. (credo sia il record della storia dell’empoli).. partiamo da alcuni elementi validi (Skorupsky Laurini Pasqual Buchel etc..).. la salvezza non possiamo farcela scappare..

  4. Comunque bisognerebbe sempre capire e spiegare meglio che quando si dice “hanno venduto per 10 mln ” ( ad esempio ),non funziona come al mercato o dal panaio.C’e’ un’enorme differenza tra la vendita e l’incasso che nelle transazioni delle calcio credo abbia scadenze bie/triennali (come media,poi c’è sempre il caso specifico).Certo anche noi paghiamo gli acquisti con tale modalità ma gli stipendi e le tasse dei calciatori e dipendenti li devi pagare al massimo entro tre mensilità pena punti di penalità.Detto questo la società è ora solida, grazie a diritti TV con i quali,da soli, le spese di gestione dovrebbero essere già coperte,senza considerare poi sponsor,botteghino e cessione calciatori.

  5. Per commentare il settore giovanile bisogna vedere le partite, non basta guardare i risultati.

    Intanto alle fasi finali gli allievi non ci sono andati, ci vanno i giovanissimi di buscè.

    La primavera si è distinta nella mediocrità generale grazie a individualitá che si contano sulle dita di una mano e che, per fortuna, sono emerse nel momento del bisogno. Il viareggio è stata un’agonia, la qualificazione alle fasi finali del campionato è avvenuta in modo rocambolesco e se non era per la lotteria dei rigori i nostri erano già a casa dopo il milan. Se qualcuno ha colto uno straccio di gioco di squadra o organizzazione del collettivo, mi faccia sapere perché me lo sono perso.

    Gli allievi sono migliorati tantissimo con bigica, rispetto ad un inizio di stagione imbarazzante, ma hanno ancora forti limiti su cui lavorare.

    Sui giovanissimi non mi esprimo perché li ritengo ancora troppo piccoli per parlarne in prospettiva.

    Parlare del settore giovanile attuale come uno dei migliori d’italia significa vivere di ricordi, invece è necessario prendere consapevolezza del fatto che c’è da lavorare a testa bassa per sfornare di nuovo dei tonelli, hysaj, saponara, puccia, pela, rugani…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here