Nella giornata di ieri, gli azzurri, oltre a ratificare il discorso di Saponara con il Milan, hanno anche rimesso nero su bianco le cose con l’altra società in mezzo all’affare per il trequartista: Il Parma.

 

Con i ducali però non c’era soltanto Saponara da discutere, ma c’era anche la seconda metà del cartellino di Gianluca Musacci che già da due stagione veste la maglia bianco crociata degli emiliani. Ovviamente la società del Presidente Ghirardi staccherà un assegno unico verso Monteboro per i due giocatori, e la soma dovrebbe aggirarsi sui 2,5 milioni di euro (1,8/1,9 sono per Saponara) andando quindi a prendersi tutto il cartellino del centrocapista viareggino.

Musacci è un giocatore che piace molto a Ghirardi ed anche al suo tecnico Donadoni (che chissà potrebbe essere il prossimo allenatore di Saponara) ma però, per valorizzare ancor di più le doti del ragazzo, il Parma ha deciso di mandarlo a giocare con maggiore continuità, e sarà quindi girato, in prestito secco, in serie B allo Spezia, dove ritroverà il vecchio mentore Pino Vitale.

 

Sarà dunque quel rinforzo sulla mediana che gli aquilotti cercavano, rassegnati al non poter aver in seno uno tra Moro e Valdifiori.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteOggi al Castellani arriva Casoli e sarà presentato alla stampa
Articolo successivoDal campo…17-2 con il Dicomano
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

14 Commenti

  1. A tutti quelli che difendevano Musacci perché amici di amici o parenti di amici, o parenti di parenti di amici:
    Come volevasi dimostrare. Musacci torna in Serie B, dove può fare il giocatore mediocre.
    Score dell’esperienza in A: Un paio di autogol, una manciata di rigori procurati (agli avversari) e tanta, tanta panchina e tribuna.

    Alla fine i nodi vengono al pettine, amici, nemici o parenti..

  2. chiedo per voi sam,vannucchi ecc,angella e da a?? e dumitru tra qualche tempo,lo sara??? infine fabbrini e’ da a?? e per voi saponara???’ da a???

  3. Giorgio sono i classici empolesi i che criticano sempre tutti i giocatori . Fino a l’altro giorno criticavano i vari moro, Valdifiori, tonelli ecc. Ora perché stiamo andando bene sono diventati tutti forti . Sono come delle bandiere . Non sono vero tifosi. FORZA EMPOLI .

  4. Caro Giorgio,

    Ti dico come la penso su quelli che hai menzionato.
    Angella può essere da serie A secondo me, anche se non credo riuscirà mai ad arrivare ad alti livelli. Lo vedo stabilmente titolare in una piccola di serie A. E’ un giocatore che non ha grande velocità, ne tecnica ma sicuramente ha grinta e cuore.
    Dumitru secondo me non è neppure da serie B. Lo testimonia il fatto che sta facendo panchina a Terni. E’ stato molto bravo Vitale a venderlo al Napoli per quella cifra da pazzi. Ha solo la velocità dalla sua. Fisicamente è piccolino. Tecnicamente non è un granchè (basti guardare che a Empoli non stoppava nemmeno il pallone) e soprattutto è un montato, e i montati vanno da poche parti. Giocatore destinato a scomparire secondo me.

    Fabbrini secondo me è il classico giocatore da Serie B. Un giocatore alla Cutolo per intenderci. Fabbrini purtroppo per lui, ha alle spalle gente che lo raccomanda e lo pompa. Purtroppo questo crea sempre in lui molte aspettative e anche nelle piazze dove va. Puntualmente vengono smentite. Il giocatore non è a mio avviso assolutamente da serie A, bensì un mediocre giocatore da serie B e purtroppo come abbiamo visto anche in serie B non fa la differenza. Forse con meno pressioni addosso e meno spintine e calcetti, avrebbe potuto esprimersi meglio, forse fino ad arrivare ad una piccola di serie A. Niente di più, secondo me.

    Saponara credo diventerà un campione di livello assoluto. Prima di tutto è l’unico che già militando nell’empoli ha fatto vedere cose bellissime e prestazioni di altissimo livello. Poi è un ragazzo umile, con i piedi per terra ed è uno che ha rispetto dei tifosi, dei compagni e di chi gli sta intorno. Destinato a grandissimi palcoscenici secondo me. E’ per questo che mi dispiace averlo perso per così poco..

    Questo è il mio pensiero, senza voler offendere nessuno.
    Poi c’è chi sicuramente la pensa diversamente da me.. io non ho mai capito, sinceramente, quelli che ritengono “VERI TIFOSI” solo quelli che difendono a spada tratta i giocatori. Io mi ritengo un grande tifoso azzurro, e credo che come tutte le cose nella vita, i giudizi dipendano dai risultati. Quindi una CRITICA a Saponara per gli anni passati ma un BRAVO a Saponara per come ha saputo reagire e per quello che sta facendo ora.
    Una CRITICA a Tonelli per i tantissimi errori in passato ma un BRAVO a Tonelli per come ha saputo reagire e per quello che sta facendo ora.
    Stesso discorso per altri.
    Per FABBRINI un Bravo non mi sono mai sentito di darglielo, stesso discorso per MUSACCI.

    Vedrei strano il contrario. Credo che il salto di qualità di un giocatore accada anche grazie alla reazione alle critiche. Tonelli ha reagito bene, non irritandosi ma lavorando sempre di piu e adesso ci ha conquistati, ma nessuno dirà che in passato ha giocato bene.
    Stesso discorso per saponara.

  5. Ciao Giorgio
    Be’ anch’io in pratica la penso come Ighli…
    Angella e’ un giocatore che ha avuto un po’ troppo sfortuna a livello di infortuni, ma è dotato di gran fisico e non è male con i piedi, forse e’ troppo lento per una grande di serie A, dove devi giocare sempre con 70 metri di campo alle spalle, ma in una piccola ci potrebbe stare tranquillamente..

    Dumitru non è’ un giocatore ne da serie A ne da serie B, e’ stato pompato troppo fin da giovane, e per me gli ha fatto male fare anche quelle 4/5 presenze in serie A, perdendosi…fa’ poco anche alla Ternana e spesso e volentieri e’ a guardare la partita dalla panca, forse farebbe bene a ripartire dalla 1 divisione, cercando di trovare una continuità sia di presenze che di goal, solo in questo modo potrebbe affrontare bene un campionato difficile come quello di B.

    Fabbrini e’ un’altro mezzo giocatore, dove anche lui è’ stato buttato nel grande calcio troppo presto,ha enormi qualità tecniche e sa’ saltare l’uomo con facilità, ma non riesce mai ad essere decisivo, e per il ruolo che ricopre quello è’ fondamentale!! La serie A( per ora..) e’ troppo, in una di B potrebbe fare qualcosa di più…

    Saponara e’ forte, ha un cambio di passo che mette in crisi molti difensori, calcia bene sia con il piede destro che con il sinistro, ha la testa giusta per fare bene!! …ancora non lo’ visto giocare dopo l’affare Milan ma spero che sia rimasto sempre il solito umile Saponara!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here