Il mercato azzurro, che negli scorsi giorni ha visto arrivare Gallozzi e Ze Eduado, mentre Pucciarelli e La Rocca sono partiti, non è assolutamente chiuso.

 

La società azzurra ha un suo iter per cercare di migliorare una rosa che, seppur ad oggi si dica che il tutto dipende da un aspetto mentale, ha comunque bisogno di alcuni aggiustamenti.

E c’è un nome, ben preciso, che è in cima alla lista dei desideri e per il quale si inizierà a stringere in maniera importante da oggi.

Si tratta del centrocampista in forza al Bologna, Casarini.

 

Il nome è tutt’altro che nuovo, visto che siano noi che altri media locali, si sono già interessati a lui, da quando il suo nome ha iniziato a gravitare nell’orbita azzurra.

Poi, determinati movimenti, su tutti quello dal Parma del brasiliano Ze Eduardo, sembravano far eclissare l’interesse sul classe ’89 dagli amici chiamato Casaro.

 

Invece è a lui adesso che si vuole arrivare e le conferme arrivano direttamente dai massimi dirigenti azzurri che a margine dell’incontro perso sabato con il Pescara, a telecamere spente, hanno chiaramente fatto capire che si cercherà di arrivare al ragazzo, spingendosi anche nel confermare che il Bologna avrebbe già dato il suo assenso al passaggio in prestito in azzurro.

E’ il giocatore semmai che in questi giorni sta prendendo tempo visto che su di lui potrebbero inserirsi anche alcuni club del massimo campionato ed ovviamente quella sarebbe una situazione a lui più gradita anche se è ovviamente la garanzia di giocare che su di tutto poi farà pendere l’ago della bilancia del giovane talento felsineo, garanzia che magari gli azzurri potrebbero dargli facendosi preferire ad altri.

 

Tra l’altro sul valore del giocatore si è espresso una vecchia conoscenza del calcio empolese, Davide Lucarelli, oggi collaboratore tecnico di Pioli al Bologna.

Lucarelli, presente al “Castellani” in occasione dell’ultima gara giocata dall’Empoli, è stato intercettato dal nostro Alessandro Marinai con il quale si è intrattenuto facendo ovviamente emergere nella conversazione anche una dichiarazione sul giocatore seguito dalla nostra dirigenza.

Lucarelli ha confermato le indubbie qualità del giocatore oltre a sottolineare un carattere d’oro di un ragazzo che ha voglia di mettersi a disposizione per crescere sempre più, anche se è lo stesso Lucarelli a non poter giurare sul fatto che Casarini metta Empoli in cima ai suoi pensieri.

 

Adesso non resta che aspettare perché se la cosa s’ha da fare di certo la si farà entro pochi giorni.

 

Non trovano conferme ufficiali i discorsi relativi a Valdifiori verso Reggio e Santoruvo in entrata, ma per il primo la situazione è abbastanza confusa, le parole del suo procuratore sono state abbastanza significative e crediamo che se l’offerta, netta e precisa, dovesse arrivare, il Leone d’Argento 2011, potrebbe prendere una strada diversa da quella di Empoli.

 

Al. Coc.

6 Commenti

  1. Ben venga Casarini un centrocampista non troppo giovane e con una buna visione di gioco un contributo pe mettere un po’ di cervello in campo quando sarà possibile giocare senza affanni.
    Ben venga anche Santoruvo se anche per sbaglio davanti alla porta la butta dentro a ni fa più che comodo.
    Su Vadifiori (buon centrocampista) la storia cambia il non sembra avere più stimoli qui e nella lotta alla salvezza servono teste nuove che senza fronzoli sanno adattarsi alla situazione attuale io lo lascerei partire.
    Su Ze Eduado invece ci credo poco mi sembra che si sia preso solo per fare un piacere al procuratore di Brugman ovviamente per trattenere Brugman (è un piacere che facciamo a noi stessti per il futuro).
    Non capisco più la posizione di Buscè con l’arrivo di Gallozzi. Mica si leverà dalla scatole anche lui?

  2. …..per salvarsi, in B, ci vuole gente scafata, i ragazzini se la fanno sotto……ma non si puó, visto che la socieá piange sempre miseria (hanno a di’ che gli pare, io un ci credo, non a sfare ma ci sono). Quindi, se non si spende, é giusto si vada di sotto. E’ anche giusto che, ci sta sborsando ora, veda ripagati i sacrifici a maggio. E’ anche vero che spendere e spandere non sempre é sinonimo di successo, peó anche a un spende’ una sega e si va poco lontano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here