riccardo.saponara.empoli.presentazione.2015..538x358Le parole di del Presidente Corsi, uscite a mo’ di comunicato stampa, sembra che in qualche modo possano aver sortito effetto, da capire semmai se positivo o negativo.

Infatti il Presidente non ha fatto altro che ribadire un concetto già espresso da tempo dal ds Carli, ovvero che il giocatore è si sul mercato ma soltanto per una cifra che possa essere davvero irrinunciabile (20 mln?). Concetto ribadito e quindi messaggio arrivato ai vari destinatari, Napoli su tutto. Ed il Napoli potrebbe valutare di tirarsi fuori dalla corsa al giocatore.

 

La società partenopea è arrivata a spingersi sui 13,5 milioni, per avere da subito Saponara. Offerta rispedita al mittente senza nemmeno grandi dubbi con i 20 milioni pagati da Milan per Bertolacci a fare in qualche modo da “prezzario”. Il Napoli starebbe valutando di alzare la posta e si parla di una probabile offerta da 15 milioni, uno sforzo importante per regalare il trequartista al suo mentore, Sarri. Ma l’antifona pare essere molto chiara a de Laurentiis e quasi certamente anche qui 15 potrebbero essere pochi e non accettati. Situazione che farebbe appunto pensare sia Sarri che gli uomini mercato che lavorano sotto al Vesuvio, provando quindi a cambiare mira andando su altri elementi che potrebbero fare al caso del progetto tattico napoletano.

Questo quanto ci arriva dai colleghi di Napoli che però continuano a sottolineare quanto il giocatore rientri nei piani di questo calciomercato.

 

Messaggio però non solo per il Napoli ma anche per la Juventus. Anche i bianconeri sono fortemente interessati al giocatore ed a differenza del Napoli (come noto) non hanno fretta di portare tra le loro fila il ragazzo permettendosi di lasciarlo un anno in prestito ad Empoli. Anche li però non siamo arrivati ad una quadratura del cerchio con gli azzurri disposti, si, ad un forte sconto ma che non hanno ancora visto l’offerta congrua a questa possibilità.

I prossimi giorni potrebbero essere indicativi, soprattutto lato Napoli, e se i partenopei dovessero davvero fare retromarcia dubbi sulla presenza al Castellani di Saponara non dovrebbero essercene.

 

Alessio Cocchi

13 Commenti

  1. Ma la vogliamo finire con questa telenovela?Ma togliamolo dal mercato e l’anno prossimo ne riparliamo……Oppure,tanto ormai le pretendenti al giocatore sono Napoli e Juve,si dice CHIARAMENTE : “SAPONARA SI VENDE A 18 MILIONI SUBITO O A 12-13 CON PRESTITO DI UN ANNO”.Chiuso….Punto!POI CHE SI SCANNI E GIOCHI AL RIALZO CHI LO VUOLE.PUNTO,PUNTO E VIRGOLA E A RIPUNTO!

  2. Infatti non si capisce cosa ha voluto dire il corsi, Il comunicato doveva essere per toglierlo dal mercato non per dire che cmq se arriva l’offerta irrinunciabile si vende. Boh

  3. D’accordissimo con Daniele. Basta. Presidente fai il prezzo con o senza prestito. Poi, chi lo vuole lo prende a quelle condizioni. Altrimenti lo lascia dov’è e lo vendiamo l’anno prossimo. Non capisco tutta questa pantomima.

  4. Come ho avuto modo di dire più volte:
    “VIVA CALCIO GIOCATO”
    “ABBASSO CALCIOMERCATO”

    È da Febbraio che si parla di calcio mercato con un’insistenza fuori dal normale.
    Abbiamo visto, prima con Sarri e poi con altri calciatori, che lo spogliatoio ne ha risentito e sembra agitato più del solito.

    Secondo me anche la Redazione di PE sbaglia a insistere pesantemente su quest’argomento perché non sembra giovare a nessuno… Tuttavia, da quel l’orecchio non ci sentono e continuano a sfornare articoli.

    Non è stato un buon finale di stagione e temo che possa essere anche un non buon inizio di stagione seguitando di questo passo.
    Speriamo mi sbagli

  5. Meno male che ha fatto male a milano, soprattutto x colpe non sue, e ce lo siamo ripreso, altrimenti avremmo fatto un ‘ennesimo errore frutto della nostra proverbiale furia di vendere giocatori appena ci danno 4 palanche…….speriamo che questo ci serva da lezione!!!!”

  6. Non credo che ci sia un solo giocatore fra tutte le squadre che non sia sul mercato quando è aperto. A volte si presentano le famose offerte irrinunciabili e anche a malincuore vengono fatte le cessioni. Non vedo cosa c’è di nuovo nelle dichiarazioni del Corsi, rispetto a quelle fatte da altri presidenti. Abbiamo fatto un po’ di cassa e adesso possiamo permetterci, se non ci sono richieste assurde, di fare la squadra intorno ad uno dei più forti giocatori della serie A. Strano ….. brontoliamo per le cessioni…….e per le conferme…..boh!
    Grande Corsi e grande Carli.

  7. 15 meno i i 4 dati al Milan,per il riscatto e meno il trenta per cento sulla vendita da dare al Milan,sono altri 4,5 al netto viene sei e cinque netti,un po’ poco anzi sei perché il riscatto era a 4, e 500 Empoli le aveva già date al milan

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here