Nessun allarmismo ma soprattutto non c’è assolutamente niente di nuovo. Mirko Valdifiori, ad oggi è un giocatore dell’Empoli.

 

Archiviata la situazione con il Pescara (anche se qualcuno dice che in Abruzzo si fa ancora qualche pensiero), il centrocampista romagnolo è assolutamente nella rosa azzurra, tanto che andrà nella lista dei convocati per il ritiro che inizierà intorno al 10 del prossimo mese.

Il mercato però è lungo, e per quanto l’obbiettivo della società sia quello di avere pochi , per non dire nessuno, stravolgimenti in corso d’opera, fino ai primi di settembre ci sarà la possibilità di acquistare e vendere. Soprattutto un operazione come quella per Mirko Valdifiori, potrebbe essere varata, da eventuali acquirenti, proprio nella parte finale del calciomercato, facendo magari anche leva sulla “necessità” di monetizzare da parte del club azzurro.

C’è da dire, per completezza d’informazione, che l’Empoli ha le idee ben chiare su come muoversi per Valdifiori, ovvero che se chiamerà la serie A, non ci sarà la minima ostruzione al passaggio, indipendentemente dal quando.

 

La speranza, neanche troppo nascosta però, sarebbe quella di poter aver ancora tra le proprie fila un giocatore che, soprattutto, in serie B, puo’ fare una differenza enorme. Ma i nostri dirigenti, coscienziosamente devono preventivare l’addio di Mirko. Per questo, il cosiddetto piano B è già stato appuntato in angenda: Nicolas Viola.

 

Sono cadute sul giocatore del Palermo (a metà con la Reggina) le attenzioni di Carli & Company, un giocatore dalle indubbie qualità che, nonostante sia stata da poco rinnovata la comproprietà, la parte reggina vorrebbe anche privarsene, perché gli amaranto hanno un vero e proprio problema di sovrannumero (non tornerebbe a giocare sullo stretto) e, visti i diversi problemi economici, quello di Viola potrebbe rappresentare per  i calabresi un bell’alleggerimento. La metà del giocatore dovrebbe essere valutata intorno al mezzo milione.  Discorso diverso per i rosanero anche se i rapporti, dopo una stagione ai margini, non sono certo idilliaci.

Ovviamente è presto per tutto, anche per sedersi con le controparti a fare due chiacchiere in amicizia, perché come detto, (senza mancare di rispetto a nessuno) è un piano B, un discorso che potrà essere intavolato solamente a cessione ufficializzata di Valdifiori.

 

Viola, fratello di Alessio che gioca invece ancora nella Reggina, è un classe 1989, gicatore quindi con ormai una discreta maturità acquisita. E’ il classico centrocampista centrale, giocando sia a tre che a quattro. Giocatore però duttile visto che sa fare (ruolo che ha anche ricoperto) il trequartista. Il suo nome potrebbe essere da tenere in considerazione, allora, non solo per un dopo Valdifiori ma anche, presumibilmente, nel caso sulla trequarti non si trovasse il giocatore d’esperienza che si cerca.

 

Alessio Cocchi

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMario Rui: "Vorrei una chance in serie A"
Articolo successivoNews mercato serie B
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

9 Commenti

  1. Cavolo ragazzi..questo si che è un giocatore che può fare la differenza in serie B, l’ho potuto vedere alcune volte con la Reggina e sa’ davvero giocare bene a calcio..dotato di una buona visione di gioco e di buoni piedi..sarebbe un sostituto eccellente se partisse Valdifiori….
    Poi se arriva ad Empoli e rimane anche Mirko..ancora meglio 😉 !!

  2. Peccato che non l’ha fatta quest’anno in serie A con il Palermo(la differenza),dove ha giocato solo 6 partite per un totale di 139 minuti subentrando per ben 5 volte dalla panchina……Per quel che riguarda la B HA UN BUON CURRICULUM,63 PARTITE IN 3 ANNI CON 13 GOAL TOTALI!Considerando che compira’ 24 ad ottobre e avendolo visto giocare in tv….credo che se lo portiamo a casa con la CURA SARRI potrebbe essere una sorpresa per tutti!

    • Daniele sei diventato il Rino Tommasi di PE…
      Non manchi una statistica per ogni giocatore in odore di diventare azzurro!
      😉

  3. Nome affascinante. Come il suo stile ,la sua eleganza ed il suo morbido sinistro. Ricorda Gaetano D’agostino (Udinese…Fiorentina…Siena) come posizione in campo , ma anche nel palleggio e nel temperamento. In più possiede la dote di poter occupare , lì dove c’è emergenza e necessità tattiche, la posizione di (finto) trequartista. Questo soprattutto quando lucidità, piedi e geometrie da parte dei tre centrocampisti, cominciano a vacillare. Se va via Mirketto Valdifiori (al quale auguriamo tutto il bene del mondo), sarebbe un bel colpo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here