Come raccontato ieri, la strada che avrebbe portato Alberto Pelagotti a Salerno, si è bruscamente interrotta con la chiusura da parte del club campano nonostante il portiere avesse già siglato il contratto biennale. Una situazione che sicuramente non è nuova nel mondo del calcio ma che mette sempre il protagonista di questa in una condizione non certo simpatica.

Pelagotti a questo punto “torna” in mano all’Empoli e da lunedi dovrebbe aggregarsi al gruppo per poter iniziare la sua personale preparazione. Va da se che pero’ la situazione in casa azzurra è complessa con l’Empoli che ha fatto le sue scelte prendendo due portieri sui quali fare affidamento per la prossima stagione, soprattutto su Provedel. La soluzione sarà quindi quella di tornare a lavoro, da una parte il club di Monteboro, dall’altra l’entourage di Pelagotti, per trovare una nuova squadra che possa soddisfare tutte le parti in causa. Il futuro del “Pela” è ancora tutto da scrivere ma non dovrebbe essere azzurro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl 20 luglio il sorteggio della Tim Cup
Articolo successivoLo strano caso di Skorupski
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. Chi ha sbagliato in questa vicenda? Se ci sono i contratti firmati e l’Empoli si e’ impegnato con altri 2 portieri e quindi spendendo ?

  2. Scusa Gabriele ma che c’ entra l Empoli? Noi si è venduto alla Salernitana e il giocatore ovviamente ha accettato. Se poi loro non depositano il contratto già firmato perché Pelagitti ce la dovrebbe avere con l’ Empoli?

  3. buondi, sono il ds del CAMBIANO UNITED: vorrei mettermi in contatto con l’enturage per proporre un biennale al Pela. attendo risposta

  4. Mah .. Di sicuro non è Jascin o Zoff o Buffon-D’amico però dovrebbe trovare abbastanza facilmente un ingaggio fra B ( secondo in panca ) o in serie C ( titolare ). A me sta simpatico,mi pare un ragazzo normale e genuino, non un montato.

  5. Non sappiamo esattamente sul lungo periodo che rendimento e caratura possa avere, 2 anni con 10 presenze di certo non gli anno giovato dopo le buone cose di Pisa, ma di certo non si merita questa situazione surreale.

  6. il peoblema è l’ingaggio… con quello che percepisce, chi vuoi che se lo prenda a fare la panca in B e tantomeno in serie C!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here