Potrebbe anche tingersi di serie A il destino di Renato Dossena, portiere candidato a lasciare l’Empoli in questa sessione di mercato.

 

Ovviamente anche per Renato vale il discorso di massima fatto dalla società per tutti i calciatori sul mercato, indipendentemente dal fatto che tre portieri di spessore in rosa, potrebbero automaticamente rappresentare un esubero.

Sono in diversi che avrebbero messo gli occhi addosso al portiere che ha grande “responsabilità” sulla scorsa salvezza azzurra, soprattutto in Lega Pro, ma anche in B.

Su tutto, crediamo, sarà l’eventuale impiego a fare da ago della bilancia nella scelta del futuro club.

Però, la serie A, potrebbe, in qualche modo essere ugualmente presa in considerazione anche se non ci dovessero essere garanzie particolari d’impiego.

 

In queste ore sono arrivate in redazione alcune indiscrezioni che vorrebbero il Siena attivo a fare un primo sondaggio del giovane portiere ligure, al quale potrebbe essere, appunto, proposto il ruolo di secondo di Pegolo.

 

Dossena nel frattempo, con la solita professionalità, continua ad allenarsi agli ordini di mister Sarri dichiarandosi parte integrante di questo gruppo.

 

Ni. Raf.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | La situazione
Articolo successivoUFFICIALE : Cori non è più un calciatore azzurro
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. Ad inizio anno non s’impegnava durante le partite, ha commesso troppi errori grossolani! Detto ciò, rimane pur sempre il portiere che l’8 giugno ha parato il rigore sul risultato di 2-2 all’86esimo!!!

  2. con tutta la riconoscenza possibile per lo spareggio dell’anno scorso, secondo me però è il peggiore tecnicamente dei tre portieri che abbiamo.

  3. Qui …..si potrebbe stare dei mesi a parlare di chi è piu’ forte o di chi è il meno scadente dei tre portieri e non se ne verrebbe mai a capo….ognuno ha le sue preferenze e su questo siamo daccordo,perchè piu’ o meno si equivalgono…almeno per quello che hanno fatto in questi pochi o tanti anni in cui hanno vestito la maglia azzurra.Piu’ o meno tutti e tre quando hanno dovuto confermare la loro bravura non l’hanno fatto al meglio e non credo si possa accusare sempre la debolezza della difesa.Però senza voler difendere nessuno,non mi pare che Bassi abbia rubato il posto a qualcuno pugnalandolo alle spalle…..C’E’ STATO UN ALLENATORE CHE L’HA MESSO IN CAMPO DOPO CHE DOSSENA SI ERA INFORTUNATO E SPESSO SUCCEDE CHE SE 2 PORTIERI SULLA CARTA SI EQUIVALGONO CHI SUBENTRA NON VIENE TOLTO A MENO CHE NON FACCIA POI ERRORI GRAVI E GROSSOLANI……Ci si vuole mettere in testa che c’è un allenatore che decide?Tra l’altro i risultati danno ragione a tutto questo e non è detto che la sicurezza che ha trovato mano mano la difesa,non sia dipeso anche dalla sicurezza che in questo momento gli da un Bassi alle spalle!Poi che centra…..se dovessimo scegliere NOI il portiere sicuramente emotivamente faremmo giocare Dossena…per tutto quello che ha fatto l’anno scorso e magari se l’allenatore fosse sempre Aglietti la penserebbe come noi tifosi…..Ma Sarri ha tutto il diritto di far giocare chi ritiene piu’ forte in questo momento e allo stesso modo è da encomiare Bassi che sta facendo in pieno il suo dovere e con entusiasmo e serieta’……Per inciso….quando si parla di promessa che viene messa fuori rosa a discapito di un trentenne….vorrei ricordare che Dossena ha compiuto oggi 26 anni e che Bassi ne ha 27(ventotto li compie ad Aprile…e comunque non 30)…..direi che promessa è piu’ da considerare Pelagotti….che ancora ne ha 23!

  4. Qui …..si potrebbe stare dei mesi a parlare di chi è piu’ forte o di chi è il meno scadente dei tre portieri e non se ne verrebbe mai a capo….ognuno ha le sue preferenze e su questo siamo daccordo,perchè piu’ o meno si equivalgono…almeno per quello che hanno fatto in questi pochi o tanti anni in cui hanno vestito la maglia azzurra.Piu’ o meno tutti e tre quando hanno dovuto confermare la loro bravura non l’hanno fatto al meglio e non credo si possa accusare sempre la debolezza della difesa.Però senza voler difendere nessuno,non mi pare che Bassi abbia rubato il posto a qualcuno pugnalandolo alle spalle…..C’E’ STATO UN ALLENATORE CHE L’HA MESSO IN CAMPO DOPO CHE DOSSENA SI ERA INFORTUNATO E SPESSO SUCCEDE CHE SE 2 PORTIERI SULLA CARTA SI EQUIVALGONO CHI SUBENTRA NON VIENE TOLTO A MENO CHE NON FACCIA POI ERRORI GRAVI E GROSSOLANI……Ci si vuole mettere in testa che c’è un allenatore che decide?Tra l’altro i risultati danno ragione a tutto questo e non è detto che la sicurezza che ha trovato mano mano la difesa,non sia dipeso anche dalla sicurezza che in questo momento gli da un Bassi alle spalle!Poi che centra…..se dovessimo scegliere NOI il portiere sicuramente emotivamente faremmo giocare Dossena…per tutto quello che ha fatto l’anno scorso e magari se l’allenatore fosse sempre Aglietti la penserebbe come noi tifosi…..Ma Sarri ha tutto il diritto di far giocare chi ritiene piu’ forte in questo momento e allo stesso modo è da encomiare Bassi che sta facendo in pieno il suo dovere e con entusiasmo e serieta’……Per inciso….quando si parla di promessa che viene messa fuori rosa a discapito di un trentenne….vorrei ricordare che Dossena ha compiuto oggi 26 anni e che Bassi ne ha 27(ventotto li compie ad Aprile…e comunque non 30)…..direi che promessa è piu’ da considerare Pelagotti….che ancora ne ha 23!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here