Se dalla cintola in su il “problema” di mercato sarà quello di cercare la miglior sostituzione alla partenza di Saponara, con i nomi di Verdi e Gasbarroni in prima fila, il DS Carli si sa guardando intorno anche per quanto concerne il reparto difensivo.

Dietro si perderà un pezzo da novanta come Regini ed il “Pampa” (ancora non è stato il rinnovo) avrà un anno in più. Ci sarà un Tonelli che si giocherà definitivamente il grande salto ma l’idea della società è di andare a cercare un giovane di belle speranze da poter far crescere e che dia un contributo importante. E’ per questo che si arriva al nome di Edoardo Goldaniga.

 

Goldaniga è un difensore centrale classe 1993 in forza al Palermo, dove si è ottimamente distinto in questa stagione con la primavera rosanero. La stessa società siciliana aveva pensato per lui alla possibilità di andare a farsi le ossa, in prestito od in comproprietà, e quella di Empoli potrebbe essere una scelta gradita a dirigenza e calciatore.

Il difensore è nato a Milano e prima di passare alla maggior squadra giovanile del Palermo aveva militato nel Pizzighettone.

 

Vediamo, dal portale “goalsicilia” una dettagliata scheda di Edoardo:

 

CARRIERA: Edoardo Goldaniga nasce a Milano il 2/11/1993; muove i suoi primi passi nel mondo del calcio già in tenera età, ma l’affermazione a livello professionistico arriva nel 2010, quando Edoardo viene notato dal Pizzighettone, squadra che militava in serie D e che non perde tempo ad assicurarsi le sue prestazioni sportive. Nella squadra della provincia di Cremona, Goldaniga gioca per due anni: nella prima stagione colleziona 30 presenze, segnando anche una rete, nella seconda aumenta lo score della sue partite giocate, che diventano 33, ma non buca mai la rete. Il suo successo lo deve sicuramente all’allenatore del Pizzighettone, Paolo Bertani, che ha sempre creduto in lui e lo ha fatto conoscere al mondo del grande calcio. Dopo una breve esperienza alla Pergolettese, la società rosanero, nonostante la concorrenza di club come il Verona e la Sampdoria, il 14 luglio scorso, tessera il difensore centrale, ora perno irrinunciabile della retroguardia palermitana. Nella Primavera è un leader, ma spesso Gasperini, lo ha convocato anche nella prima squadra, notando il suo enorme talento.
CARATTERISTICHE: Edoardo Goldaniga è il classico difensore centrale di grande fisicità, è alto infatti 1.93 m; a questa sua caratteristica abbina una grande tecnica e spesso partecipa alle manovre offensive della squadra. Sensazionale nel gioco aereo e nell’anticipo di testa, è anche molto bravo nel gioco palla a terra. Ruisi, a volte, lo prova terzino, data anche la sua propensione offensiva e buona velocità, ma indubbiamente il ruolo di centrale rientra più nelle sue corde. Una delle sue principali doti è l’ambivalenza del suo piede: è bravo sia col destro che col sinistro.

 

Ovviamente ad Empoli non si vuole commettere quello che potremmo definire l’unico sbaglio della passata stagione, ovvero rimpinzarsi di giovani di belle speranze che poi sono serviti a poco o a niente per essere tutti “epurati” nel mercato di gennaio. Si cercano elementi affidabili, pronti a giocarsi veramente le carte nel campionato di serie B.

 

Nico Raffi

CONDIVIDI
Articolo precedenteInizia la Sarri's week
Articolo successivoMercato Azzurro | Da discutere anche Dumitru
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

7 Commenti

  1. Ovviamente ad Empoli non si vuole commettere quello che potremmo definire l’unico sbaglio della passata stagione, ovvero rimpinzarsi di giovani di belle speranze che poi sono serviti a poco o a niente per essere tutti “epurati” nel mercato di gennaio. Si cercano elementi affidabili, pronti a giocarsi veramente le carte nel campionato di serie B

    si cercano elementi affidabili si ok.. ma quelli li abbiamo.. Tonelli, Laurinì, Hisaj, Pratali poi vediamo Ferreira..
    In più c’è Rugani e forse questo ragazzo che a leggere un pò in giro sembra un’ottimo elemento.
    Farebbe molto molto comodo per qualche motivo:
    1) la nostra squadra acquisirebbe un pò più di fisicità, cosa che ci è mancata in questo ciclio..
    2) un difensore con i piedi buoni, che sa impostare non è da disdegnare.. diciamo che le squadre moderne hanno tutte un difensore così.

  2. Ed il Palermo ha un difensore di questo calibro, seppur giovane, e ce lo cederebbe?
    Non capisco… vabbè se erano rimasti in A, ma in B chi pensano di schierare, Thiago Silva???

    • Il Palermo coi giovani ci capisce meno di 0, basta vedere cosa hanno combinato con Prestia che quest’anno giocava ad Ascoli e nonostante la brutta stagione della squadra ha giocato tanto e bene ed è solo un ’93. Se poi vogliamo parlare anche di Terranova…
      Il Palermo è anni che compra difensori dell’est Europa e Sudamericani e spesso questi soggetti fanno le riserve anche in B(Labrin, Andelkovic, Milanovic,ecc..)

  3. Dalla descrizione sembra forte,poi bisogna vederlo in campo…la cosa importante quest’anno sarà quello di fare delle scelte ben mirate prendendo anche soli 4/5 giocatori ma che poi possono fare comodo nel corso del campionato..

  4. Ma Bianchetti, centrale ’93 di proprietà dell’Inter che quest’anno era a Verona sponda Hellas e fa il titolare in U21 non potrebbe essere un nome “giusto” visto che avrebbe anche un po’ d’esperienza in cadetteria?

  5. Uno forte forte al posto di Vasco ? Esposito del Lecce. Una bestia. Se il Lecce rimane in C, difficile che quel Marcantonio rimanga ancora un anno nel Salento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here