Il mercato dell’Empoli è tutt’altro che finito con l’arrivo di Marco Gallozzi. La società azzurra ha infatti espressamente dichiarato che dopo aver portato l’ex Chievo in azzurro c’è già un’altra pedina a cui si guarda e che dovrà essere inevitabilmente portata in squadra.

Si cerca un regista, un mediano che abbia corsa e visione di gioco.

 

Per questo il nome di Federico Casalini, classe 1989 in forza da sempre al Bologna di cui è uno dei migliori prodotti del recente vivaio.

Casarini, anche a detta dei dirigenti azzurri, incarnerebbe bene le suddette caratteristiche e si sposerebbe bene con il modulo che mister carboni tornerà a fare, ovvero il 4-3-1-2 (congeniale a lui anche il 4-3-3) andando a posizionarsi come vertice basso del rombo.

 

Una trattativa che però non si presenta però semplicissima perché proprio lo stesso giocatore, che ha fatto capire di non disdegnare la piazza empolese, vorrebbe capire attraverso il suo agente e la società felsinea, si ci fosse la possibilità di accasarsi fino a giugno in un club di A che gli dia le stesse psudo-garanzie di giocare con continuità.

 

Il nome di Casarini è quindi in cima alla lista degli acquisti del DG e DS azzurri, ma si capisce bene che l’eventuale piano B potrebbe portare ad un’altra pedina che porta il nome dello spezzino Casoli.

 

Il regista quindi prima di tutto, prima ancora di valutare l’altro nome, molto gettonato in questi giorni ed anche molto suggestivo: quello di Alessio Sestu, che essendo un esterno, anche in virtù della buona prima risposta data da Gallozzi, perde quotazioni.

 

I prossimi saranno giorni caldi ed in settimana non è escluso di vedere un altro arrivo.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato | Brescia su Larrondo, Livorno su Vantaggiato
Articolo successivoNews mercato Bwin
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

20 Commenti

  1. Brutto dirlo ma a mali estremi estemi rimedi…..
    .
    STIPENDIO A PUNTI!
    .
    Infatti aldilà della condizione fisica e della “fame” il fatto è che l’emblematica prestazione di Stabbia dimostra come non ci sia mai l’attenzione che bisogna mettere per risolvere le cose in campo.
    E’ il cervello che dal singolo giocatore “se ne è andato a farsi benedire”. E’ inutle colpevolizzare il singolo. E’ inutile colpevolizzare il giovane. E’ inutile colpevolizzare il vecchio.
    .
    SONO GIOCATORI PROFESSIONISTI? CHE INIZINO A FARE IL LORO MESTIERE! O VADANO A TROVARSI UN’ALTRO LAVORO!
    .
    Perchè quello di Stabbia è lo spettacolo che offre un team che stà troppo bene e che non si lotta “la pagnotta” tutti i giorni.
    Proprio come un lavoratore qualsiasi.

    • Condivido quel che dici e non penso affatto siano minchiate come scritto da altri.
      Allo stesso modo ritengo che la Tua idea (“stipendio a punti”) sia purtroppo solo utopica e me ne dispiace assai, perchè assieme alla casta dei “politici”, i “calciatori italiani” rappresentano la categoria di lavoratori più sopravvalutata e inutilmente protetta che esista.
      Vorrei vedere a quanti di noi, dopo “prestazioni indegne sul posto di lavoro” come quelle tenute dai giocatori empolesi quest’anno in campo, oppure dopo “comportamenti umani ignobili” come quello avuto dai giocatori azzurri che hanno rifiutato di consegnare i regali della befana ai bambini, avrebbero mantenuto ancora il proprio posto di lavoro

      • Grazie Usualemi.
        Tu sei uno dei pochi utenti ad esser obbiettivo nei commenti. E lucido.
        La mia è una provocazione è chiaro
        perchè è quasi inrealizzabile…
        Ma alle mancanze c’è un limite!

    • Io lavoro.
      E come mi è successo in alcune ditte dove ho prestato lavoro.
      la dove non riuscivo sono stato mandato via.
      Contento?
      Senza offesa ma vedo che la democrazia per te è un lusso.

    • Io lavoro.
      E come mi è successo in alcune ditte dove ho prestato lavoro.
      la dove non riuscivo sono stato mandato via.
      Contento?
      Senza offesa ma vedo che la democrazia per te è un lusso.

        • Ma cosa hi capito?
          Ho detto che in passato ho pagato prezzi duri nel lavoro.

          La mia è un provocazione! perchè quando vado a lavorare
          le attenzioni alle cose ce le metto. Che riesca o no negli obbiettivi.

          Chi è andato in campo a Cittadella e a Stabbia ha fatto delle ca…..te incredibili.

          Pari a non aver lavorato! Se tu permetti!

          Un peso sia tanto difficile capirlo.

          Ma che stò a perder tempo con te e qell’altro….

  2. Casarini non è un regista, è un esterno che fa anche il centrocampista, ma è più un interno da rombo che un vertice basso.
    L’attacco non credo sia il maggior problema perché se non si prendesse goal si pareggerebbe sempre 0 a 0 invece si perde, e questo vuol dire che urgono rinforzi in difesa, un centrale affidabile e un terzino destro di categoria e poi un bel regista, ma non un elemento che abbia giocato 30 partite in carriera!

  3. Ma casarini da quando e’ diventato un regista?? E poi e’ possibile che noi se si prende qualcuno si solo uno che non trova spazio da una parte o da un’altra??

    E poi bisogna cominciare anche a pensare ad un attaccante, perché se si aspetta tanto un rimane piu nessuno!!!!

  4. La squadra dimostra di non avere gamba e tantomeno lo spirito giusto,visto che sia il Cittadella che la Juve Stabia ci hanno messo sotto di brutto per quanto riguarda il lato atletico.Per questo credo si cerchino centrocampisti,dopo l’innesto di Gallozzi che ha dimostrato dinamicità e corsa.Bisogna vendere cinque sei giocatori che adesso abbiamo in rosa ma che servono solamente ad ingolfare la rosa senza poter essere utili alla causa e cercarne due ma buoni.Dei titolari attuali il posto fisso lo merita solo Stovini,per il resto è giusta una sana lotta quotidiana.Inoltre,è l’ora di capire che alcuni elementi non sono in grado di giocare in una serie B da protagonisti.

  5. Ok manca la corsa, la gamba, le prestazioni atletiche…la cosa mi risulta alquanto incomprensibile, non riesco a spiegarmi come una squadra che “avrebbe” delle qualità oggettive per essere nella metà alta della classifica non riesca a trovare la condizione atletica.
    Comunque abbiamo un organico squilibrato e sicuramente l’innesto di una punta sarebbe a mio avviso di vitale importanza.
    A centrocampo abbiamo Valdifiori, Moro, Coppola, Buscè, Gallozzi, Saponara, Brugman, Signorelli, Guitto, Lazzari (scusatemi se dimentico qualcuno), giochiamo a 4 e raramente è stato presentato un centrocampo uguale per più di una partita…la condizione si acquista anche giocando tutti questi cambi e tutto questo turn over a me sinceramente sembra a dir poco pazzesco…la retrocessione a me sembra quasi inevitabile, non mi aspetto ormai un cambio drastico di rotta poichè mi sembra che ci sia troppa confusione nella gestione, avvalorata dal fatto che vorrebbero acquistare almeno un altro centrocampista.
    Ciò che dispiace è soprattutto il fatto che non ci sarà Lega Pro per l’Empoli…faremo il derby con L’Avane la prossima stagione!!

  6. e un si può prendere tutti quelli che non trovano posto in alte squadre sperando in loro…ci sarà un motivo se un li fanno giocare da punte parti…se invece di comprare 5 di questi mezzi giocatori che ci s ha si era comprato una punta vera e un centrocampista di esperienza forse allora qualcosa cambiava…visto che il gioco non c’è non si fa nemmeno due passaggi ci vuole un attaccante che anche per sbaglio un gol a a partita te lo fa!!

  7. corsi, è l’ora di tirare fuori i quattrini, si rischia la C, non, come gli anni passati di non andare ai play-off, non è uno scherzo, di allenatori se n’è cambiati troppi, ora che c’è la possibiltà di rafforzare la squadra, fallo! i professionisti in questo campo DOVRESTE essere voi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here