empoli-away-football-shirt-1997-1998-s_40955_2LA PARENTESI AZZURRA – Dopo una lunga militanza nella Cremonese e una parentesi al Torino, la carriera italiana di Matjaz Florjancic prosegue all’Empoli. L’attaccante sloveno viene preso per rafforzare il reparto offensivo di mister Spalletti e per fungere da primo cambio per Esposito e Cappellini. Proprio perché prima riserva dei due, Florjancic si ritaglia uno spazio di un certo rilievo, partendo da titolare in assenza della coppia d’oro azzurra. Al termine della stagione i gol realizzati saranno sei a fronte di ventotto match disputati.

LE STAGIONI SUCCESSIVE – Accantonata la stagione in azzurro, scende di categoria e si accasa alla Fidelis Andria, con cui partecipa al Campionato di B 1998/99. In Puglia però lo sloveno non riesce a imporsi come vorrebbe e soprattutto non riesce a evitare la retrocessione in C1 della sua squadra. Cambia così nuovamente casacca, passando all’Alzano Virescit. Ma anche questa stagione si rivela sfortunata, perché anche i lombardi terminano la stagione con la discesa in terza serie. Per Florjancic, almeno inizialmente, si riaprono le porte della serie cadetta, visto il suo ingaggio da parte del Crotone, ma la sua avventura dura solo pochi mesi. Nel gennaio 2001 fa ritorno alla sua ultima squadra, l’Alzano, che termina il suo campionato con un anonimo 15esimo posto in C1. L’ultimo squadra della carriera di Florjancic, ormai 35enne, è la Pro Sesto.

matias florjancicCHE FINE HA FATTO – In Italia si sono perse le tracce di Florjancic dopo il termine della sua carriera da calciatore. L’ex attaccante sloveno è tornato in patria e ha intrapreso la carriera di allenatore, ma è stata in Croazia la sua esperienza più rilevante. Nel 2013, infatti, diventa collaboratore del tecnico del Rijeka, una delle compagini più importanti del calcio croato.

1 commento

  1. Testa matta…goloso di cioccolata…ma in campotecnicamente sapeva il fatto suo …6 gol e se non ricordo male altrettanti assist vincenti.
    Pucciarelli non gli legava neanche le scarpe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here