Gianluigi Bianco con la maglia dell'EmpoliLA PARENTESI AZZURRA – Nell’Empoli 2008/09, appena retrocesso dalla Serie A e fortemente voglioso di tornarci, gioca anche un certo Gianluigi Bianco, promettente esterno sinistro proveniente dalla Primavera della Sampdoria. Bianco arriva con grandi aspettative, visto che è stato uno dei protagonisti della vittoria dello scudetto da parte dei doriani (in quella squadra giocano anche i futuri azzurri Marilungo ed Eramo). Baldini lo fa esordire alla seconda giornata, contro il Vicenza, subentrando a Daniele Corvia. Viene impiegato col contagocce e quasi sempre da subentrato: al termine della stagione sono solo 9 le presenze in maglia azzurra. Bianco lascia quindi Empoli – era arrivato peraltro in prestito dalla Samp – senza troppi rimpianti.

LE STAGIONI SUCCESSIVE – Dal 2009 al 2011 veste la maglia neroverde del Sassuolo, in Serie B, trovando più continuità di impiego rispetto a Empoli. Con gli emiliani riesce a segnare anche il suo primo gol tra i professionisti. Nel mercato invernale 2011 va a Frosinone, sempre a titolo temporaneo; l’anno successivo comincia a Grosseto ma termina la stagione a Vicenza. Nel 2012/13 viene ingaggiato dall’Avellino, ma in Irpinia la sua avventura dura solo un’annata. Così scende di categoria, accasandosi al Castel Rigone in 2a Divisione. Quindi è la volta della Casertana e del Benevento.

CHE FINE HA FATTO – A quasi 28 anni il lungo peregrinare di Gianluigi Bianco non è terminato. Nell’inverno 2016 firma per la Cremonese, con cui però accumula solo sei presenze totali. Dall’inizio di questa stagione veste la maglia del Pro Piacenza, sempre in Lega Pro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here