Arrivano le parole anche del difensore Daniele Mori a mettere il punto definitivo al tam tam di notizie che negli ultimi giorni volevano una sua partenza anticipata verso Udine nella società che ha già acquistato la metà del suo cartellino.

Lo ha fatto raccontandosi al quotidiano La Nazione, in un itervista realizzata dal collega Tommaso Carmignani.

 

Mori, si parla di una tua partenza anticipata verso Udine:

“Tranquilli, fino a giugno non vado da nessuna parte”.

 

Ma sarà un altro difensore a prendere il suo posto…
«Quello che so lo leggo dai giornali — spiega lo stesso Mori — e vi posso assicurare che in questi giorni non ho sentito nè il mio procuratore e nè tantomeno l’Udinese».

 

Quindi possiamo dare per certa la tua permanenza fino a giugno?
«In questo momento direi proprio di sì. Gli accordi che abbiamo preso in estate sono chiari ed io non ho assolutamente intenzione di muovermi».

 

Ci sembra di capire che ci tieni di rimanere?
«Ma certo. Abbiamo un compito da portare a termine, ovvero quello di arrivare alla salvezza. Io non mi tiro indietro».

 

A proposito di questo e della sosta: ci volevano questa pausa?
«Direi di sì. Ne possiamo approfittare per staccare un po’ la spina e tirare un attimo il fiato. Il nostro inizio di stagione è stato piuttosto tribolato, quindi c’è bisogno di ricaricare le batterie».

 

Parliamone, di questo girone di andata…
«Diciamo che tutti noi ci aspettavamo qualcosa di diverso, ma purtroppo è andata così. Le cose non sempre hanno girato per il verso giusto e anche noi, ovviamente, ci abbiamo messo del nostro».

 

Ultimamente, però, la squadra è apparsa in ripresa…
«E’ vero, del resto i tre cambi di allenatore ci hanno dato una notevole scossa. Quando la società decide di muoversi in maniera così decisa è segno che le cose non vanno, quindi anche da parte nostra c’era grande voglia di dimostrare ciò che valiamo».

 

Anche in difesa le cose stanno andando meglio…
«Sì, peccato solo per la gara di sabato scorso. Purtroppo mi sono dimenticato di Sforzini per due volte e lui non mi ha perdonato. Sono errori di cui mi assumo tutte le responsabilità».

 

Che Empoli vedremo dopo la sosta?
«Il nostro obiettivo è quello di ripartire e fare meglio di come abbiamo fatto finora. Sappiamo di avere le carte in regola per centrare la salvezza, ma dovremo dare tutti qualcosa in più rispetto al girone d’andata».

CONDIVIDI
Articolo precedenteAzzurri in amichevole il 30/12
Articolo successivoAnticipi e posticipi serie Bwin
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

13 Commenti

  1. L’unica cosa che mi puo consolare è che dopo la sosta rientrerà in gruppo ficagna percio dietro saremo molto più chiusi, di come lo siamo sati sabato col grosseto!!!!

  2. Assumersi tutte le responsabilita’ per i due goals di Sforzini serve a ben poco….non c’è bisogno di chiacchere ma di fatti e lasciare libero Sforzini,quando si sa che è un pericolo sui calci da fermo….anzi l’unico pericolo vuol dire che di chiacchere ce ne sono tante ,ma di fatti pochi!a BUON INTENDITORE……

  3. No ma vai pure mori, stai tranquillo te che noi non ce la prendiamo.
    Poi ci dici se le tribune sono comode.. Mi raccomando non ti sedere di fronte a FABBRINI sennó gli copri la visuale al nanetto dai riccioli di ruggine.

  4. ahhh,ahhh,ighli, quanto rosichi a vedere diego in serie a e adesso anche mori, e poi dumitru al napoli,ma che giochi in 3 categoria e sei un po’ invidioso per caso???? rosica,rosica ahhh,ahhh,fallito

      • Bè purtroppo visto i risultati delle ultime vendite…Angella,Fabbrini,Dumitru,Eder come si puo’pensarla diversamente….però c’è da dire che al contrario la dirigenza è veramente forte…non contestiamola piu’ di troppo,perchè a parte tutte le grandi cessioni fatte in termini di quattrini(Marchionni,Bresciano,Maccarone,Pozzi,Eder,etc.etc.)vorrei vedere quale altra societa’ sarebbe riuscita a vendere in serie A un normalissimo terzino come Raggi per ben 7 milioni di euro!

  5. NON AVEVO LETTO LA ULTIMA PARTE.

    COCCHI DI CHE COSA SA IL DI DIETRO DI MORI???

    “ANCHE IN DIFESA LE COSE STANNO ANDANDO AL MEGLIO!”

    Ahahahahahahahahaahahahajahahajahahahahahahahahahagahahahahahagahahahahahahahahahahahahahaha

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here