“Con il progetto B futura vogliamo sfidare il tempo e cercare di aiutare le nostre società, cercando di interpretarne le esigenze. Vogliamo essere molto chiari, semplici e concreti, ripartendo dalla nostra piccola dimensione per far tornare la gente allo stadio”. E’ partendo da quest’assunto che il presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, ha presentato questa mattina a Roma, all’auditorium di via Veneto, il progetto ‘B futura’, piattaforma di sviluppo infrastrutturale concepita per fornire una risposta concreta all’annoso problema degli stadi.

 

 

‘B futura’ è una piattaforma di infrastrutture e partner istituzionali che garantisce un vero e proprio supporto per la realizzazione di nuovi impianti o per la ristrutturazione degli attuali in cinque fasi. L’analisi del contesto e lo studio di fattibilità si avvarranno del patrocinio di Unioncamere, la fase dell’iter amministrativo (concessioni di autorizzazioni e simili) sarà patrocinata dall’Anci, quella di progettazione preliminare si avvarrà del contributo dell’Ance, l’implementazione tecnologica avrà il supporto di Finmeccanica e l’accesso al credito e la scelta di strumenti di finanziamento vedrà coinvolto l’Istituo per il Credito sportivo.

 

 

L’obiettivo ultimo della Lega di Serie B è quello di costruire una vera e propria struttura operativa che assuma il ruolo di sviluppatore di progetti da realizzare con i club e i partner interessati. “Oggi – ha spiegato Abodi durante la conferenza stampa di presentazione – parlare di futuro non è semplice: negli ultimi sei mesi abbiamo studiato un modello logico ed equilibrato. Lo stadio è la casa del calcio, noi abbiamo bisogno di crescere e lo vogliamo fare a prescindere dalla legge in discussione al Parlamento: non vogliamo fare gli ‘spacciatori’ di illusioni, ma solo mantenere la capacità di sognare”. “Dobbiamo – ha concluso Abodi – invogliare la gente a venire nei nostri stadi perché come diceva Saint-Exùpery: ‘Se vuoi costruire una nave, prima di avviare il cantiere, fai venire alla gente la voglia di andar per mare'”.

.

Ni. Raf.

CONDIVIDI
Articolo precedenteI numeri del match (Empoli-Ascoli)
Articolo successivoTV | L'ultimo match dei prossimi avversari
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. Mmmm…
    Purtroppo, le parole “B” e “futura” assieme mi sembrano non fondersi affatto rispetto alle prospettive attuali dell’Empoli calcio…

  2. Vero Usua!! Noi pensiamo a come fare per vendere quello che e’ rimasto al massimo del prezzo per poi fare festa….e ripartire da i derby con il Borgo a Buggiano..

    • Eh si caro Sam…
      Il problema è che io il Borgo a Buggiano l’ho visto giocare e Ti dico che con la loro squadra dell’anno scorso, la Sarri-band perdeva di sicuro, con quella di quest’anno magari un pareggio, striminzito e senza meriti, lo potremmo anche conquistare…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here