Il giudice della lega di serie B Gianfranco Valente ha inflitto al Padova la sconfitta della gara interna contro il Torino per 3-0. La partita era stata sospesa il 3 dicembre scorso alla mezz’ora del secondo tempo a causa del black-out dell’impianto di illuminazione dello stadio Euganeo e poi portata a termine il 14 dicembre con il risultato finale di 1-0 a favore del Padova: le motivazioni riguarderebbero la responsabilita’ oggettiva del club veneto. I granata salgono dunque in vetta alla classifica, grazie a questi “nuovi” tre punti conquistati.

 

La società biancoscudata ha già annunciato che presenterà ricorso per la suddetta decisione.

M.dL.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLazzari si chiama fuori per sabato
Articolo successivoClick…scattata la foto ufficiale 2011/12
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

2 Commenti

  1. Queste sono le decisioni che fanno capire che ormai il mondo del calcio è comandato da dei giudici che non fanno i giudici…….Primo perchè la partita è stata ripresa regolarmente in un secondo tempo e secondo perchè il Torino ha perso sul campo in maniera regolare!Se poi il regolamento dice che la partita interrotta per “Blackout” va a discapito della societa’ ospitante,credo che sia un’altra ingiustizia!E poi mi chiedo se il regolamento era questo…perchè rigiocare lo spezzone mancante?

  2. Caro Daniele hai proprio ragione, sono mille le contraddizioni di questa faccenda che, guarda caso, è stata decisa a favore del toro dopo che perdendo col Verona hanno perso il primo posto…
    Sarà, ma a me Cairo sembra un mafioso tale che a confronto il Moggi dei tempi d’oro pare un’educanda…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here