Il patron rosanero non mette fine alle polemiche del post Inter-Palermo, e continua a criticare il calcio italiano: “Ho certezze che non funzioni”.

 

Zamparini è furioso. Il vulcanico patron del Palermo non ha sbollito la rabbia del post finale di Coppa Italia, e rilancia: “Quando ho saputo che era l’ultima partita di Morganti, non capivo come i designatori avessero potuto designare per una partita così importante un arbitro che se sbaglia non può pagare”. Il presidente dei rosanero, che aveva definito l’Inter “La Banda Bassotti”, chiede scusa al patron dei nerazzurri attraverso i microfoni di “Rai Sport”, ma non perde l’occasione per fare delle accuse pesanti: “Chiedo scusa ai Moratti, loro non sono la Banda Bassotti, è il sistema dei Bassotti”, fornendo una spiegazione alle sue dichiarazioni: “Ho il sospetto che a Pechino volessero Milan e Inter”. Maurizio Zamparini è convinto che il suo Palermo sia stato derubato nella finale di Tim Cup, infatti torna su un episodio della partita: “Come fa un arbitro della sua esperienza a due metri di distanza a non vedere il rigore su Pinilla e fischiare una punizione contro?”. Dopo il perdono di Moratti, il presidente del Palermo non ha voluto mettere fine alla questione: “Ho certezze che il mondo del calcio non funziona. Le prove sono evidenziate da quello che si vede sul campo”.

 

Fonte: sportal

2 Commenti

  1. xxxxxxxxxx ZAMPARINI! è ovvio che il sistema del calcio non funziona , che ha scoperto l’acqua calda?? piuttosto si è dimenticato che il gol del 2-1 del palermo è nato su un calcio d’angolo che non c’era? a quel punto il palermo avrebbe potuto anche pareggiare…

    Rosicate la Grande Inter non la ferma nessuno!

  2. MA CHI VUOI CHE ROSICHI…è tutto un marciume altrochè, vorrei vedere se la grande inter avesse il presidente del livorno o dell’empoli! Come se a fare il presidente della viola la politica toscana non avesse messo il ciabattino, ora sarebbero a fare il deby con la sestese e il barberino del mugello!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here