Dopo l’allenamento disputato quest’oggi dalla squadra, abbiamo scambiato quattro chiacchere con il centrocampista azzurro Leandro Paredes. Ecco le sue dichiarazioni:

 

empoli-carpi (4)Leandro, siete reduci da una gara persa ma indubbiamente sfortunata contro il Frosinone.

“Sì, abbiamo giocato come sempre, cercando i nostri colpi migliori e provando a stanarli dalla loro area. Il Frosinone stava molto accorto dietro e non avevamo moltissimi spazi. Poi, dopo lo 0-1 è stato ancora più difficile perché loro si sono coperti ancora di più. Peccato per alcune occasioni mancate, siamo stati anche un po’ sfortunati in alcuni episodi”.

 

I ciociari erano venuti a Empoli “a specchio”, proponendo inizialmente Tonev come trequartista proprio per limitare il tuo raggio d’azione

“Nonostante questa marcatura, sono riuscito a giocare molti palloni, quindi sono soddisfatto della mia prova. Ho subito tanti falli, l’arbitro probabilmente poteva ammonire prima qualche giocatore del Frosinone. Ma ormai la partita è passata, pensiamo alla prossima”.

 

La prossima partita sarà contro una squadra, il Sassuolo, che come noi ama giocare il pallone.

“A differenza di Udinese, Atalanta e Frosinone, il Sassuolo è una squadra che gioca e lascia giocare: potrebbe essere un vantaggio per noi, perché non amiamo troppo le squadre che si chiudono. Probabilmente troveremo più spazi, ma dovremo stare anche più attenti in fase difensiva. Mi aspetto comunque una bella partita, in cui possiamo fare nostra l’intera posta in palio”.

 

Risultato negativo contro il Frosinone a parte, per te domenica scorsa una bella sorpresa a fine partita: hai conosciuto un tuo fan colombiano venuto appositamente qui per te.

“Ho avuto il piacere di conoscere Martìn, questo ragazzo di Bogotà che ha assistito alla gara contro il Frosinone. Sono contento avere degli estimatori perché significa che sto facendo bene. E mi emozionato che abbia fatto così tanta strada per vedere me e l’Empoli. Ho avuto davvero piacere di averlo conosciuto, perché è davvero una bella persona”.

 

E ci ha confidato che gli piace molto il modo in cui stai interpretando questo ruolo nuovo per te, ossia quello del regista. Anzi, ha detto che potresti essere, in futuro, il nuovo Pirlo…

“Magari!! So bene che di Pirlo ce ne è uno solo, che è inarrivabile, ma io lacvoro ogni giorno per migliorare. Sono ancora giovane, vedremo cosa riserverà il futuro”.

 

Simone Galli

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteComunicato Stampa sul "caso" Livaja
Articolo successivoDal campo | Si ricomincia in vista del Sassuolo
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

9 Commenti

  1. Rescindi il contratto con la Roma e firma a vita per l’Empoli.
    E poi, dato che ci sei, prendi pure la nazionalità italiana (tanto un parente lo trovi oppure sposati una bella empolese)!
    Insomma: Leandro a vita dell’Empoli e futuro Pirlo in nazionale…

    p.s. magari….
    🙂

  2. Giampaolo è stato veramente bravissimo ha reinventare Leo regista, adesso parliamo di un potenziale fenomeno che per me l’anno prossimo può finalmente strappare il posto a un De Rossi che è un lontano parente di quello di qualche anno fa, oltre che conquistare la maglia della Nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here