Gol VannucchiEmpoli (4-2-3-1): Bassi; Vinci, Vargas, Piccolo, Tosto; Moro (27’ st Caturano), Marianini; Lodi, Vannucchi, Pasquato (10’ st Musacci); Corvia (18’ st Arcidiacono).

(A disp.: 37 Dossena, 23 Cupi, 6 Valdifiori, 63 Bianco).

All.: Baldini.

 

Brescia (4-4-2): Viviano; Zambelli, Martinez, Mareco, Berardi (41’ st Fecsezin); Nsereko, Szetela, Zambrella (4’ st Vass), Gorzegno; Possanzini, Caracciolo.

(A disp.: 27 Arcari, 10 Taddei, 19 Maccan, 30 Martina Rini, 33 Rispoli). All.: Cosmi.

 

Arbitro: Saccani di Mantova.

 

Reti: 35’ Lodi (rig.); 68’ Caracciolo, 83′ Vannucchi, 94’ Possanzini.

Angoli: 8-1 per il Brescia.

Recupero: 2′ e 4′.

Ammoniti: Marianini, Gorzegno, Zambelli e Zambrella per gioco scorretto, Corvia, Vargas, Possanzini e Musacci per comportamento non regolamentare.

Spettatori: 3.950. 

 

Alla fine è 2-2. Ma era meglio se finiva 1-1. E su questo punto pare essere daccordo anche mister Silvio Baldini che infatti nel dopogara dice di esserci rimasto molto male perchè, parole sue, “effettivamente quando abbiamo fatto il 2-1 credevo di aver vinto la partita, ma sull’ 1-1 non vedevo l’ora che finisse… prendere gol così a 10 secondi dalla fine è dura da digerire”.

 

Ad onor del vero gli azzurri non hanno giocato una gran blla partita. Sarà stata colpa del caldo (ma era caldo anche per loro!) o forse la preparazione estiva molto diversa tra le due squadre, fatto sta che il Brescia è apparso molto più tonico.

 

Certo nell’Empoli si contavano assenze pesanti. Oltre ai soliti Pozzi, Saudati e Flachi, da aggiungere lo squalificato Negrini e poi Coralli, Buscè, Kokoszka, con Bianco e Cupi che all’ultimo momento sono stati costretti alla panchina.

 

E allora spazio a Vinci e Pasquato, con quest’ultimo forse il migliore azzurro in campo, e Baldini che ridisegna l’ennesimo inedito Empoli. Pronti, via e l’Empoli sembra subito mostrare una marcia in più. Poi però con il passare dei minuti il pallino del gioco passa in mano al Brescia. L’Empoli però quando accelera fa paura. Fiammata di Pasquato e risposta di Viviano. L’Empoli insiste, colpo di tacco smarcante di Corvia per Pasquato che viene messo giù in piena area di rigore: rigore solare che il solito Lodi (3 gol per lui in altrettante partite tra coppa e campionato) trasforma con estrema freddezza.

 

Nella ripresa il Brescia prova con l’orgoglio a rimettersi in carreggiata ma sbatte contro il muro azzurro. Poi Baldini decide di togliere dal rettangolo vede Pasquato e Corvia per Musacci e Arcidiacono. Il Brescia guadagna metri di campo e alza il proprio baricentro, acquistando fiducia. Caracciolo allo scoccare della mezzora festeggia la sua 100° presenza con il Brescia trafiggendo Bassi.

 

L’Empoli barcolla, soprattutto sulla fascia sinistra dove Tosto va in seria difficoltà. Nell’aria c’è odor di gol e si teme possa essere ancora degli ospiti. Baldini si decide a rimettere una verapunta sul terreno di gioco mandando in campo Caturano. A otto minuti dalla fine c’è un contatto a metà campo tra Vargas e Possanzini, l’arbitro assegna la punizione agli azzurri mentre le due squadre restano in dieci perchè Vargas e Possanzini restano ai bordi del campo a farsi medicare e continuando a battibeccarsi si prendono il giallo. Proprio sulla rimessa in gioco l’Empoli è bravo a cogliere la difesa avversaria impreparata. Vannucchi torna il pescatore magico che conosciamo, si beve mezzo Brescia, scarta Viviano e appoggia in rete: siamo in vantaggio, 2-1.

 

Scorrono i minuti, sembra fatta… invece accade l’incredibile. Vinci appoggia l’ultimo cross del Brescia in angolo. Sugli sviluppi del corner Marianini va sul palo (ma perchè non il più basso come è buona regola ovvero Arcidiacono?), mentre in area si controlla a uomo. Marianini lascia il palo, Bassi resta immobile e Vargas perde di vista Possanzini il quale a 10 secondi dal termine spedisce la palla là dove Marianini non c’era più: 2-2.

 

Peccato! Potevamo iniziare con un successo. Un pareggio che sa di beffa ma che soprattutto deve servire come insegnamento per non ripetere più certi errori… in attesa di ritrovare elementi importanti oggi assenti.

 

G. G.

 

Nella foto il bel gol di Ighli Vannucchi (foto Gianni Nucci, per empolifc.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here