Fabrizio Lucchesi in compagnia di Fabrizio CorsiFabrizio Lucchesi e l’Empoli: un binomio vincente targato anni ’90. La società azzurra, già con Fabrizio Corsi Presidente, conobbe un direttore sportivo giovane e rampante che, insieme a mister Luciano Spalletti e al resto della dirigenza, formarono una squadra fortissima in grado di salire nel giro di due stagioni dalla serie C1 fino alla serie A ottenendo poi la permanenza nella massima divisione. Era l’Empoli targato Esposito e Martusciello, capace di vincere la Coppa Italia di Serie C, arrivare terzo in C1 e vincere i Play Off promozione (stagione 1995/96, 56 gare ufficiali tra campionato, coppa e Play Off e solo sette sconfitte, ndr), poi terzo in serie B e battere molte delle più quotate formazioni di serie cadetta e serie A (compreso il derby del Franchi contro la Fiorentina, ndr).

 

Poi nel ’99 le strade di Fabrizio Lucchesi e l’Empoli si divisero. L’Empoli ha continuato a fare l’Empoli e a vincere, sorprendere e raggiungere anche il calcio d’Europa. Il giovane e rampante Fabrizio Lucchesi ha continuato per la sua strada, irta, difficile, complicata, ma ricca di soddisfazioni e successi, nella Roma e per ultimo nel Pescara riportando, certo non da solo, il Delfino in serie B.

 

Oggi, dopo un buon campionato tra i cadetti, il Pescara e Fabrizio Lucchesi potrebbero darsi l’addio, dopo che il contratto che legava il dirigente empolese alla società in riva all’Adriatico è andato in scadenza. Secondo alcune indiscrezioni riportate anche da tmw.com difficile che le due parti trovino l’accordo e dunque Fabrizio Lucchesi, meno giovane ma ugualmente rampante, potrebbe andar a far fortune da altre parti. L’estate è appena all’inizio, il calciomercato nella sua fase cruciale… staremo a vedere.

 

Gabriele Guastella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here