Manca solo la dichiarazione ufficiale ma il Pisa Calcio di fatto è in stato pre – fallimentare. Nella giornata di oggi la Covisoc ( commissione di controllo sulle società calcistiche ) ha comunicato al sindaco di Pisa Marco Filippeschi che per iscrivere il Pisa alla Lega pro servono la bellezza di otto milioni di euro. Ci sono infatti oltre quattro milioni di carenze patrimoniali, un milione e mezzo di contributi da saldare e due milioni e mezzo da dare, quelli ben noti che, faticosamente da un mese a questa parte si stava cercando di racimolare. Durissima la reazione del primo cittadino che nelle ultime settimane si era impegnato direttamente per cercare di portare in porto una difficile salvezza della società e incredibile la dinamica di quanto accaduto. La Covisoc già nella giornata di ieri aveva comunicato le proprie contestazioni al Pisa Calcio ma il documento è rimasto top secret fino ad oggi pomeriggio. Tanto che l’amministrazione col Sindaco Filippeschi e il commercialista Cava si ea continuato a muovere. Anche nella giornata di oggi era stata contattata una banca per cercare di capire come farsi scontare il credito di 800mila euro che il Pisa vanta il Lega, un altro gruppo imprenditoriale aveva promesso appoggio e Maria Gabriella Gentili sembrava disposta a dare più di quanto si fosse impegnata inizialmente a fare. Tutto inutile: il Pisa Calcio sprofonda in un mare di debiti e la città, la tifoseria, le istituzioni, sanno a chi dovere rendere conto di questa situazione assurda. Luca Pomponi, ancora presidente e Leonardo Covarelli, ex presidente di fatto mai uscito dal giro Pisa Calcio. Tanto da spedire ieri un suo emissario ( Dino De Megni ) a Pisa per chiedere soldi al Comune per iscrivere il Perugia alla Lega Pro. Ironia del destino, Pomponi e Covarelli ( che nel frattempo non è riuscito a portare avanti i suoi progetti in terra umbra e rischia di far saltare in aria anche il grifone, sempre per carenze finanziarie ) adesso sono sulla graticola e rischiano guai anche dal punto di vista giudiziario. Le ultime sceneggiate di una serie interminabile di bugie sono arrivate oggi: un comunicato emesso sul sito della società neroazzurra praticamente in contemporanea con la conferenza stampa del Sindaco dove si annuncia che la situazione è o.k. Una colossale presa in giro ad una città intera che adesso vede la propria squadra di calcio finita tra i dilettanti. Qualcuno pagherà per questo?

fonte www.canale50.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here