Ecco a voi “i Più e i Meno” della sfida Empoli-Sampdoria, partendo dai Meno:

1) MISTER GIAMPAOLO CONOSCE BENE IL MODO DI GIOCARE DELL’EMPOLI
La sfida contro la Samp è resa ancora più affascinante dalla presenza, sulla panchina blucerchiata, dell’ex allenatore azzurro Marco Giampaolo. Il tecnico abruzzese conosce bene l’ambiente, i giocatori e soprattutto il modo di interpretare la partita da parte dell’Empoli: ciò potrebbe facilitarlo nel trovare le contromisure adatte a fermare il gioco della squadra azzurra.

2) IL CENTROCAMPO NON CONVINCE ANCORA AL 100%

Orfano di Zielinski e Paredes, mister Martusciello ha dovuto ridisegnare il centrocampo, gettando nella mischia Tello e ripescando giocatori (Maiello e Dioussè) che lo scorso anno avevano patito la presenza dell’argentino. Il colombiano ha mostrato un saggio delle sue qualità nel pre-campionato, ma sostituire Zielinski non sarà affatto facile. Probabile che le mediana azzurra necessiti di un periodo di ulteriore rodaggio.

3) ZERO PUNTI NEI DUE ULTIMI ESORDI DI CAMPIONATO

In Seria A la vittoria dell’Empoli all’esordio manca dalla stagione 2006-07, quando gli uomini di Cagni sconfissero proprio la Sampdoria a Marassi. Nelle ultime due stagioni nel massimo campionato, sono arrivate altrettante sconfitte: lo scorso anno con il ChievoVerona, quello precedente con l’Udinese. Una tradizione sfavorevole che si spera di poter superare presto.

Passiamo ora ai Più:

1) IMPIANTO DI GIOCO COLLAUDATO, POCHI I CAMBIAMENTI

La nomina di Martusciello quale nuovo allenatore confermava già la volontà della società di proseguire sulle orme dei predecessori Sarri e Giampaolo. Inoltre, rispetto allo scorso anno, seppur a fronte di cessioni eccellenti, ci sono stati pochissimi cambiamenti: tra i sicuri titolari solamente Pasqual e Tello vestono per la prima volta la casacca azzurra. Un vantaggio non di poco per una squadra che fa dell’affiatamento uno dei suoi marchi di fabbrica.

2) SAMPDORIA CANTIERE ANCORA APERTO

A differenza dell’Empoli, i blucerchiati devono ancora completare la loro rosa. Hanno preso giocatori importanti – su tutti l’udinese Bruno Fernandes – ma hanno anche ceduto calciatori – vedi Soriano e De Silvestri – che lo scorso anno erano titolari inamovibili. Potrebbero pagare quindi qualcosina in termini di mancanza di abitudine a giocare insieme.

3) MACCARONE-PUCCIARELLI-SAPONARA CERTEZZE AZZURRE

Dalla partita di Coppa Italia con il Vicenza il reparto che ne è uscito con il petto più gonfio è sicuramente l’attacco. Saponara ha giocato una grande partita, Pucciarelli ha dimostrato di avere già le gambe pronte e Maccarone ha realizzato una doppietta importante per morale e futuro. Potrebbe essere il trio delle meraviglie azzurro il fattore decisivo per la conquista della vittoria.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Picchi-Spal ai dettagli
Articolo successivoSoltanto due volte “buona la prima”
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here