Lunedi 7 novembre sono stati giocati i due posticipi che hanno chiuso la giornata numero quattordici del campionato cadetto.

 

Alle 19 sono scese in campo al San Nicola il Bari e il Verona. I pugliesi hanno dovuto rinunciare a ben sei titolari (Donati, Garofalo, Forestieri, Bogliacino, De Paula e Polenta, ndr) mentre il Verona di Mandorlini si è presentato al San Nicola in grande spolvero, alla caccia della terza vittoria consecutiva.

 

In effetti sono stati gli scaligeri a fare la partita cercando il gol vittoria per grandi tratti del match. Quando tutto sembrava far presagire al pareggio a reti bianche ecco il gol di Labbate con cui l’Hellas Verona centra la terza vittoria consecutiva, seconda in trasferta, sbancando così lo stadio di Bari. La squadra di Mandorlini scavalca i pugliesi in classifica.

 

Pareggio a reti bianche invece tra Brescia e Sampdoria, nel posticipo delle ore 21. Nel match che vede due panchine traballanti, Scienza nel Brescia e Atzori nella Sampdoria, arriva un deludente pareggio, insomma ha vinto la paura di perdere. Va detto però in verità che il Brescia ha cercato con maggior insistenza il gol della vittoria, mentre la Sampdoria ha deluso maggiormente. Alla fine è uscito un pareggio più utile alla formazione ligure, visto il difficile momento, che non a quella lombarda. Tra l’altro il Brescia continua a non segnare: un digiuno che perdura ormai da ben 503 minuti.

 

Gabriele Guastella

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here