Tre settimane fa i bianconeri erano ultimi a quota -1. Nessuno scommetteva un solo centesimo sul fatto che i bianconeri potessero ancora credere nella salvezza, schiacciati psicologicamente dalla pesantissima penalizzazione (-10), dalla grave situazione societaria e dai continui risultati negativi. Invece è successo che l’Ascoli stasera, nel posticipo del lunedi, ha vinto la terza gara consecutiva dopo i successi esterni di Brescia e Livorno. Così ora i marchigiani sono a quota 8 punti, e sabato arriveranno ad Empoli carichi come molle. Tra l’altro lo faranno dopo che venerdi 2 dicembre il CAF si sarà pronunciato definitivamente sui dieci punti di penalizzazione e se qualche punto venisse loro restituito l’ambiente bianconero potrebbe trovare maggiore entusiasmo in vista della gara del Castellani di sabato contro gli azzurri.

 

Intanto stasera l’Ascoli ha battuto 3-1 il Bari. Ascoli in vantaggio al 24′ del primo tempo con Papa Waigo, già decisivo a Livorno. Nella ripresa pareggio pugliese con Donati (18′), quindi nuovo vantaggio bianconero con Soncin (33′) su assist di Papa Waigo, e terzo gol dei padroni di casa che chiudono la partita con Di Donato (38′).

 

L’Ascoli vola a quota 8 punti, senza penalizzazione avrebbe 18 punti cioè gli stessi di Empoli, Brescia e Vicenza, il Bari resta a quota 20.

 

Gabriele Guastella

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here