sarriSperiamo arrivi presto il 31 maggio, o comunque i primi giorni di giugno, e speriamo che mister e società abbiano le idee chiare e quanto prima ci facciano sapere quello che sarà il futuro di Maurizio Sarri. Quello che non vorremmo vivere è una sorta de telenovela e, conoscendo un pizzico l’allenatore ma anche i nostri dirigenti, la concretezza, il rispetto reciproco ma anche quello verso la piazza, dovrebbero prevalere.

Intanto, riparte la musica, e ripartono le voci su quello che potrebbe essere il futuro prossimo del mister valdarnese.

 

La Samp sembrerebbe in questo momento la società più vicina. A Genova si andrà quasi sicuramente ad un cambio in panchina, come confermatoci da chi vive il blucerchiato 24h al giorno ed il nome di Sarri è quello che piace di più.

Ad essere precisi, da quanto raccontatoci proprio dal capoluogo ligure, anche il nome di Donadoni è uno di quelli caldi, ma il presidente Ferrero si sarebbe fatto scappare degli apprezzamenti verso il nostro attuale allenatore, mettendolo cosi di diritto in pole position nella griglia che i vari colleghi che seguono la Samp stanno facendo.

La panchina della Samp potrebbe essere anche di gradimento a Sarri. Grande club, grandi ambizioni ma anche semplicità, ambiente familiare e piazza paziente (ovvio non paragonabile ad Empoli) che potrebbe dare i giusti tempi per poter esprimere un lavoro che non nasce certo dal caso e dall’improvvisazione.

 

Poi, ma queste sono considerazioni a margine, lo scenario delle panchine del prossimo anno, non è che diano grandissimi spazi e la Samp potrebbe anche rappresentare il meglio tra le varie opzioni.

Ci sarà da attendere e, come detto, sperare che il tutto, comunque vada, si risolva in poco tempo. La speranza, e ci ripeteremo all’infinito su questo, è che il tecnico posso restare ed onestamente di presupposti ce ne potrebbero essere, fosse solo che al momento davvero le possibilità di restare o andare solo pari al 50%. Di questi tempi, lo ricorderete, al secondo anno di Spalletti o del primo Baldini, i tecnici si erano di fatto già congedati da Empoli. E poi c’è la parte emotiva, si quella che per un uomo come Maurizio potrebbe anche fare la differenza. Di certo, per quanto il mondo del calcio si fondi su questo, con fermezza diciamo che non saranno i soldi l’aspetto primario che faranno prendere una decisione.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteDoppio premio per Rugani
Articolo successivo" Il Punto", con Alessandro Marinai…
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

15 Commenti

  1. Anche un altro nostro mister, alla prima esperienza in A e dopo averci salvato, andò alla Samp; e non fini benissimo ne’ per lui (esonerato e poi richiamato) ne’ per la Samp (retrocessa).
    Mister resta con noi !

  2. Se va via sarri vanno via tutti..io spero che rimanga …Ferrero è un buffonx …sbaglia due tre partite lo mandano via ….una società che cede gabbiadini e prende eto’ che lo devi strapagare non capisce un caxxo di calcio..Sarti rimani ad Empoli e fai il Re

  3. le mia sensazione è che vada via… e Genova sarebbe una bella piazza…

    incrociamo le dita e speriamo che rimanga…

  4. Se va via meno abbonamenti
    Se rimane su arriva a 9.000 abbonati !!!
    Ma dove vai … Maurizio resta con noi.

    Ti vogliamo ancora con noi.

  5. Se va via, va dove gli propongono un programma serio e concreto…non ce lo vedo con una dirigenza umorale e imprevedibile come quella della samp o del palermo (per dire).

  6. Attento Mister, la sopravvivenza delle genovesi dipende parecchio dal livello di campionato che faranno, non potranno permettersi 9 giornate senza vittorie, perché saran dolori soprattutto economici!!!! Attenzione a Genova non ci son soldi!!!! La licenza Uefa del Genoa mi ricorda molto quel che successe 1 anno fa al Parma!!!!

  7. non credo che maurizio sia così bischero da andare ad allenare una squadra che potrebbe fare la fine del parma in 3 balletti…

  8. anche il numero degli zeri sul contratto potrebbe risultare decisivo,Spalletti lo ricoprirono d’oro per andare alla Samp, anche se poi le cose non andarono per il meglio,speriamo si voglia confermare qui di modo da avere più scelta il prossimo anno!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here