Queste le pagelle inerenti la gara Empoli-Pro vercelli del 25/02/2017 (19a giornata)

GIACOMEL: 6,5  E’ riuscito a farsi trovare pronto in un paio di occasioni importanti e non era facile anche perché il gioco degli avverari, per quanto a volte martellante, si è svolto quasi sempre lontano dalla sua porta

ZAPPELLA: 7   Una prova oltre la sufficienza: bene quando svolge la fase difensiva ma capace anche di proporsi in avanti dando il suo contributo alla manovra

SEMINARA: 6  Un primo tempo alla grande ed una ripresa in calo, forse anche per qualche problema fisico

BIANCHI: 7 Sicuro e pronto, sempre in posizione, non disdegnando anche la fase di costruzione dal basso del gioco

BUGLIO: 6  Una gara senza acuti e senza sbavature

PEJOVIC: 6 Da rivedere in alcuni appoggi in fase di ripartenza ma nella fase difensiva si è sempre fatto trovare pronto

PICCHI: 6  Si vede che è stato tanto (troppo!!!) lontano dalle gare ma da alcuni spunti si capisce che il giocatore c’è e, col minutaggio, saprò riproporre la sua qualità

DAMIANI: 6,5  Un diesel, a volte in ombra ma sempre in grado di dire la sua, di arretrare e salire, il migliore dei suoi oggi nel reparto del centrocampo

MANICONE:  6 Una prova come sempre generosa che è surata appena 35′ per infortunio

TRAORE: 5,5  Una prova incolore, spesso infarcita di errori che non ti aspetti da uno della sua classe; si vede che la luce c’è, ma a volte non si illumina

JAKUPOVIC: 6  Sembra spesso avulso dal gioco e dal contesto, un po’ per conto suo. Forse è il problema lingua perché il ragazzo, quando può, non manca il dilogo con i compagni. In zona gol fa la differenza, si veda la rete dell’ 1-0

(Zini Andrea : dal 35 ‘): 6,5 Entra e si muove bene, sulla fascia è un pericolo costante per la diufesa avversaria; cala un po’ nel finale

(Di Leo : dall ‘ 80): SV

Mister DAL CANTO: 7  Riesce a dare equilibrio alla sua squadra facendola giocare sempre con intelligenza e capacità di lettura delle situazioni di gioco. Non era una partita facile, e si è capito da subito. Per questo è ancora maggiore merito suo non aver snaturato la squadra alla ricerca di soluzioni impossibili ma mantenendo sempre viva l’attenzione e cercando proposizioni tecniche interessanti. Col passare del tempo sta riuscendo a dare carattere e personalità al gruppo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here