Quella di sabato scorso è stata senza dubbio una gara strana, a partire dal freddo incredibile, sofferto da tutti i presenti allo stadio, all’evoluzione dell’incontro che ha lasciato i più ancor più basiti, forse con un filo di speranza, o forse con maggiore rabbia(meglio rassegnazione), un pareggio a metà tra vita e morte.

 

Indiscutibile la grande reazione che l’Empoli ha avuto nelle parte finale dell’incontro, un assalto all’arma bianca, una cattiveria agonistica che ha avuto pochi eguali nelle partite disputate fin qui.

Tutto questo dopo che mister Carboni è passato dal solito centrocampo a rombo alle tre punte, con alcuni cambi che hanno dato anche maggior brio nelle singole prestazioni, perché il Coppola regista ed il Saponara trequartista di sabato non sono proprio andati come sperato e non solo per demerito loro.

Però, la reazione sembra essere forse più figlia di una sorta di disperazione, il non voler affogare (come dicevamo prima dell’incontro) e quindi provare a bere. Certo, da rilevare che lo spregiudicato modulo ha dato la possibilità anche agli avversarsi di affacciarsi in avanti ed essere pericolosi, perché la situazione (magari da rivedere e migliorare) comunque era poco più di un progetto tattico, improvvisato, come detto, per provare a dare l’ultima unghiata prima di esalare l’ultimo respiro.

 

Quello che secondo noi è uscito è un giusto pareggio, con l’Empoli che ai punti qual cosina in più potrebbe recriminare (due pali son due pali), ma che però non ha dato quello sperato e dovuto ed anzi per lungo, troppo tempo, ha evidenziato ancor di più le diverse difficoltà di questa squadra, incapace a costruire di fronte ad un avversario (davvero modesto) che nella fase offensiva faceva sempre il giusto movimento senza palla e con i soliti tre/quattro tocchi, si proponeva alla conclusione, mettendo ancora più a nudo lo scarso gioco che in quel momento l’Empoli stava “producendo”. Il vedere poi un Maccarone ed un Gallozzi cosi mobili, getta ancora di più qualche dubbio sulla famosa forma atletica (scusa ormai da archiviare definitivamente) che il resto della squadra ha.

Il pari quindi come va letto? Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Punto guadagnato o due punti persi?

 

Forse il tempo lo dirà, un tempo che ovviamente non da aiuti agli azzurri che dovranno affrontare tre trasferte l’una più difficile dell’altra, e che dalle quelle tre partite (Reggio, Padova e Genova) potrebbe uscire trasformato e con sicuramente un quadro clinico molto più preciso e netto perché è chiaro che se dovessimo ricominciare a macinare un po’ di punti, presi poi fuori dal campo amico, questi sarebbero un grande toccasana per classifica e morale, come invece, di contro, dovessimo riportare solo un pugno di mosche, la situazione comincerebbe a farsi davvero seria, e con tre gare i meno al traguardo delle 42.

 

Abbiamo sempre cercato di guardare all’ottimismo, abbiamo sempre cercato di inficiare fiducia in tutto l’ambiente ma però adesso, non ce ne vogliate a male, siamo forse un pizzico più scettici, nonostante qualcuno abbia visto in quei venti minuti finali, una sorta di resurrezione definitiva. Il gelo che ha imperversato sul Castellani  ed il silenzio in cui è andato via il pubblico, hanno rappresentato al meglio anche il nostro stato d’animo.

Il perché è semplice, il fatto di non essere riusciti a sfruttare il turno più semplice che il calendario potesse metterci a diposizione, non lo troviamo per niente poco.

 

Non alziamo però bandiera bianca, assolutamente no ed anzi, vogliamo chiudere ancora con la disincantata speranza di chi ha questi colori tatuati addosso, una cosa detta da Gabriele Guastella a chiosa della cronaca della partita di sabato scorso, ovvero che, guardandosi indietro, c’è da far come nella stagione 2005-06, quando dopo aver pareggiato in casa con il fanalino di coda Treviso, sembrava tutto finito ed invece…..ed era per lo più serie A.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTorna il "miglior giovane Bwin" di Sky
Articolo successivoViareggio Cup | Buona la prima per l'Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

33 Commenti

  1. “…c’è da far come nella stagione 2005-06, quando dopo aver pareggiato in casa con il fanalino di coda Treviso, sembrava tutto finito ed invece…..ed era per lo più serie A”.

    verissimo, però…….in quel campionato arrivò un allenatore coi controc……., avevamo giocatori diversi e/o più motivati, dirigenza con ancora un minimo barlume di lucidità.

  2. Bravo Alex, ottima affermazione. Ci vuole Mario Somma, ma sigaro e Corsi non si abbassano a chiamarlo, preferiscono fallire. Vitale te ne devi andare da Empoli!!!

    • Che discorso è?
      Claudio potrebbe anche pagare il 4° allenatore, basterebbe che i soldi delle cessioni degli ultimi anni fossero girati sul suo c/c.
      Ma guarda, a questa condizione, lo pago anche io.
      Altrimenti, che discorso è? La società guadagna dalle cessioni e poi noi, poveri tifosi, paghiamo gli allenatori?
      Ma dai…

  3. Il crocevia saranno le tre trasferte, dalle quali dobbiamo uscire con
    minimo 4 punti. Capisco anche io che mettere a libro paga un quarto allenatore possa essere improponibile, ma se questi signori ci tengono alla salvezza, si levino 150 mila euro tra tutti e paghino di qui a giugno uno con le palle: quoto anche io Mario Somma.

  4. Se siamo empolesi dobbiamo crederci fino all’ ultimo respiro..!!!!!

    Abbiamo da affrontare 3 trasferte, a Genova se non ci cachiamo sotto possiamo portare a casa 3 punti, si 3 punti contro la Samp in trasferta sembra di bestemmiare pero’ faticano da fa schifo nelle proprie mura..
    poi a Padova e Reggio 2 punti….
    3+1+1= 5 punti in 3 BIG- match sarebbe un ottimo bottino….

    Pero se anche dovessimo venire via da queste trasferte con 0, 1 o 2 punti che facciamo ci autocondanniamo???!!!!??!!?!non funzionano così le cose….

    Ragazzi con umiltà, cose semplici ce la facciamo a salvarci…..

    FORZA MAGICO EMPOLI..!!!!!!!!!!!!

  5. Caro Alessandro,da vecchio tifoso empolese non posso che plaudire alla tua voglia di crederci amcora.
    Purtroppo i segnali (o l’assenza di segnali)che giungono dalla società e anche da situazioni di altre società ben più grandi del’Empoli (legggi Pisa,Lucchese,Massese lo stessso Livorno) non fanno ben sperare.
    Quello che è certo è che siamo di fronte ad una squadra male assortita composta da giovanotti anche bravini ma tremendamente sfavati e presuntuosi e da giocatori ormai senza troppi stimoli,sul viale del tramonto.
    A ciò si aggiunga il non aver mai avuto un allenatore con le palle ma panchinai ormai solo alla ricerca di un comodo ingaggio.
    Si i tempi sono economicamente duri per tutti,lo sappiamo e non solo nel calcio.
    Però si deve lottare in nome di quella dignità che è l’unica cosa che tutti possono salvare.
    Peccato,ma non l’ho ancora vista ma ho visto anche purttoppo pochi “indignatos”
    Ciao Alessanro,grazie come sempre se troverai il tempo di rispondere

    • Fabio, non l’ho scritto io questo. E nemmeno ho avuto ancora il tempo di leggerlo con attenzione. Lo farò appena possibile. 🙂

    • D’accordissimo ……..
      ottima disamina.
      Quelli con maggiore talento a centrocampo, che dovrebbero costruire il gioco, sono ahimè troppo acerbi.
      Nella nostra squadra manca l’ossatura degli uomini in età verde (e non verdissima) tra i 23-28 anni.
      Quelli che oltre ad essere muscolarmente pronti, hanno maturato quella personalità ed esperienza che ti fa imporre il gioco durante le partite.
      Brugman e Saponara sono ottimi elementi, ma dobbiamo aspettare almeno un paio d’anni per vederli ad ottimi livelli.

  6. Sabato Macca ha avuto 7 e ripeto 7 occasioni da goal + abbiamo preso una traversa con Levan, se son rose fioriranno, abbiamo 2 grandissime punte, ed era dall’assenza di Tavano che non avevamo tante azioni da goal in una singola partita, la difesa bene o male puo andare, dobbiamo sistemare solo il centrocampo e per sistemare il centrocampo dobbiamo “purtroppo” togliere Moro e Coppola, dico purtroppo perchè sono 2 giocatori che stimo ma che in questo momento sono inguardabili.

    • Ottimo Fucecchio.
      son d’accordissimo con te.
      Fuori un incontrista e dentro l’artiglieria pesante.
      Siamo molto giovani (e fuori forma) per cui aumentare il numero di giocatori che corrono e sanno giocare la palla, non può che aiutarci ad arrivare di più sotto porta……

  7. ma in 3/4 mesi di allenamenti!?…Carboni!? ha insegnato solo a Mori e Stovini a tirare le pallonate in avanti? ………. c’è un monte di problemi in questa squadra e il mister è uno dei tanti…ma ormai proviamo a cambiarlo con PAPADOPULO!!

    • Non credo che prenderanno mai un quarto allenatore, arriveremo sicuramente alla fine con uno dei tre che abbiamo, purtroppo credo che quello del momento e’ proprio i’peggio.

  8. Tutte le squadre,anche quelle tecnicamente molto modeste come il Crotone sanno come stare in campo,quello che vogliono fare e soprattutto,corrono tanto,bene e tutti i giocatori assieme danno l’idea di una squadra di calcio.Purtroppo,quest’anno non abbiamo mai dato l’idea di essere una squadra di calcio professionistica,con un gioco,con un’identità precisa.Forse l’unico che aveva cominciato era Pillon che certo ( ma questo lo si sapeva in anticipo)era troppo legato al 4-4-2 ma almeno si poteva capire come si stava in campo.Le ultime partite sono state all’insegna del caos più completo con formazioni prive di senso.Purtroppo non vedo come un mister come Carboni possa fare a salvarci,spero sempre ovviamente di sbagliarmi ma ripeto quanto scritto in un altro post,l’unica è che i “vecchi” tirino fuori quattro mesi alla grande e che ispirino anche i giovani perchè vedere l’assoluta mancanza di grinta con la quale giocano i giovani tipo Saponara,Signorelli,Dumitru,Mori fa veramente male ad un vero tifoso azzurro.Gente come Tavano e ora Maccarone,non li ha nessuno delle squadre in basso ma il Cittadella,per dirne una, con Maah e Di Carmine ci supera di un sacco di punti.Lo Juve Stabia ha come centravanti quel pancone di Danilevicius eppure guardate dov’è.

    • Bè il Cittadella è un caso a parte….perchè secondo me in panca ha un signor allenatore che da 5 anni sta dimostrando il suo grande spessore….Gli hanno sempre venduto i pezzi migliori e lui ha sempre portato lo stesso la squadra a salvezze piu’ che tranquille….magari avere Foscarini ad Empoli….a quest’ora saremmo gia lontani dalle sabbie mobili da un bel pezzo.Checche’se ne dica,quest’anno il giusto allenatore era Pillon e la colpa è della societa’ se sene è privata!Secondo me la squadra era piu’ squadra e se ha avuto risultati altalenanti è dipeso solo da alcuni errori clamorosi in campo ed a una preparazione che anche oggi non si capisce perchè sia stata fatta continuare ancora dallo stesso preparatore!

  9. Ora io non so’ se il Crotone abbia fatto il turn over visto le tre partite disputate in una settimana…se così non fosse,potrei anche credere che il rusch finale dell’Empoli sia dipeso solamente per la stanchezza della squadra avversaria…..visto che gli azzurri martedi non avevano giocato hanno dimostrato….. primo che chi li mette in campo non gli da la giusta carica dovuta per affrontare subito con il piglio giusto la partita e secondo che nella testa dei giocatori c’è una paura che ormai non ha piu’ ragione di esserci visto che tutte le partite vanno affrontate per vincerle e non per non perderle.Il punto preso con il Crotone,puo’ servire solo al Crotone non certo a noi e adesso bisogna solo fare punti e giocarsela alla morte…..tra l’altro non mi si venga a dire che la squadra è giovane perchè così non è piu’….quando tu fai giocare STOVINI,FICAGNA,GORZEGNO,MORO,COPPOLA,BUSCE’,MACCARONE,TAVANO…SI PARLA DI GIOCATORI CHE VANNO DAI 30 AI 36 ANNI PER ALMENO 8/UNDICESIMI!

  10. io sono un tifoso empolese da 20 anni.
    e triste dire certe cose ma se pareggi in casa col crotone
    dove vai a vince reggio padova e genova.
    allenatore scandaloso non sa mettere insieme 11 giocatori.
    lega pro stiamo arrivando

  11. Si dice sempre che la palla è tonda, magari a Reggio si puo fare anche il colpaccio, peró dice bene reinassence, non abbiamo mai dato l’idea di essere una squadra. Poi qui siamo tutti a sperare nella salvezza.

  12. C’è da dire che l’esempio di quel Empoli-Treviso, che giustamente avete ricordato, fa ben sperare. Guardate la classifica di quell’anno. Dopo quella gara, pareggiata da Riganò al 48^ della ripresa, l’Empoli aveva 23 punti. Come adesso 😉 Forza ragazzi !!!

  13. Tanto per giocare 😉 Come salvarsi in due mosse: (4,3,1,2) PELAGOTTI — BUSCE’,FICAGNA,STOVINI,GORZEGNO —GALLOZZI,COPPOLA,MORO — BRUGMAN o LAZZARI — MACCARONE,TAVANO. Alternativa (4,4,2) con PELAGOTTI — BUSCE’,FICAGNA,STOVINI,GORZEGNO — SAPONARA (GALLOZZI),COPPOLA,MORO(VALDIFIORI),LAZZARI — MACCARONE,TAVANO

    • Se ricordi bene caro Angelo, questa formazione la usava Pillon (4-4-2) e gli avversari ci asfaltavano perchè ne Coppola ne Morto nel mezzo riescono a supportare le punte e a fare un assist vincente.
      Sono incontristi scarsi …… manca un regista di passo con piedi buoni e con visione di gioco.

      Lazzari e Saponara in fascia sono poco produttivi. Busce terzino poveraccio non credo ce la farebbe…… non riesce a correre in mediana figuriamoci dietro…..

      Se ti vuoi salvare dobbiamo mettere in grado la squadra di fare quadrato e di arrivare in porta.

      4-2-3-1
      Pelagotti
      Vinci Stovini Mori Regini
      Moro Valdifiori
      Saponara Brugman Tavano
      Maccarone

      In questo modo Brugman e Saponara giocando più vicini forse riescono a fare qualcosa. Troppo isolati si incartano. Se Non ti piace il vinci allora mettici Gallozzi ma non Busce. Antonio può a mio avviso ritagliarsi qualcosina di buono entrando nel secondo tempo bello fresco.

  14. ..per tre pareggi, anche senza nessun tiro in porta, con dieci traverse degli avversari, rigori negati agli altri, fuorigioco inesistenti fischiati a favore, 10 gol fantasma……ci metterei la firma!!!
    Ho paura…….

  15. Abbiamo preso 3 allenatori che di 3 non se ne fa neanche uno perché;

    AGLIETTI: troppo giovane e forse troppo messo sotto pressione dalla dirigenza per gli obbiettivi da raggiungere

    PILLON:buon allenatore ma fissato col 4-4-2 e l’Empoli non lo puo fare..

    CARBONI: in parole semplici ” non ci capisce un c***o..

    • Una squadra come l’Empoli zeppa di giovani, deve fare una cosa sola: Investire su un allenatore forte ed esperto.

      Quando dico forte naturalmente intendo sempre alla portata di portafoglio, quindi Ventura, Cagni, Silva, Sannino, Mandorlini, Tesser, Cavasin, Giampaolo, Lerda, Ballardini.

      Anche perchè se punti su una rosa di giovani provenienti dal settore giovanile, devi insegnargli qualcosa se intendi venderli a peso d’oro e vuoi vedere progressi. Altrimenti non miglioreranno mai.

      Oppure può anche scommettere sui giovani allenatori ma che non siano Aglietti ma siano Zola, Marcolin, Giannini, Dal Canto, Montella, Di Carlo, insomma gente che ha giocato a grandi livelli, con ottimo rendimento,sa come va allenata una squadra e a cui devi dare qualcuno di forte, oltre ai giovani.

  16. renaissance,sono d’accordo col tuo commento,spero che i vecchi tirino fuori 4 mesi alla grande, e ci vadano dietro i giovani che al momento faticano: in effetti tra saponara,signorelli,dumitru,mori,ma anche regini,tonelli, brugman,non so chi e’ peggio

  17. Ciao Cappe. Intanto grazie per la risposta. Le mie (fantasiose) formazioni (si cazzeggia…) le faccio con la gente che c’è e con i moduli col quale hanno deciso di andare avanti. Non vorrei essere preso troppo sul serio. Anche a me sarebbe piaciuto un Milanetto, o scendendo di gradino, un Gennaro Esposito o scendendo ancora un Galardo o un Pederzoli. Però, i pupazzi son quelli…e con quelli bisogna fare il presepe. Ottima comunque la tua idea. Ah, dimenticavo. Nulla contro Vinci. In questo momento ci vuole più cattiveria e più esperienza. La faccenda è molto seria. Tutto lì. Ti saluto 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here