IMG_8333Il patto di ferro è stato siglato, le carte scoperte e le parole da dire dette. Si viaggia verso una meta definita, verso un sogno, un’impresa non programmata la serie A.

La parola innominabile, quella prima lettera dell’alfabeto adesso non è più un tabù, anzi deve diventare amica di questa parte finale del viaggio, senza ossessioni, ma li ben impressa, al centro di un bersaglio che tutti vogliamo centrare, ferma immobile a ricordarci che la storia, ancora una volta, potrebbe essere scritta ma questa volta con un sapore davvero particolare.

 

Dieci passi, dieci partite, dieci finali. Il destino, come si suol dire in questi casi, è nelle nostre mani, potendo guardare (ad oggi con tre lunghezze di vantaggio) dall’alto gli inseguitori che in questi due mesi finali di campionato saranno veri cani da caccia all’inseguimento della lepre che sa che solo scappando via più veloce potrà trovare quel rifugio che le permetterà di vivre il proprio sogno.

Non sarà facile, il calendario è di quelli da cuori forti, ci vorrà ben più dei piedi buoni ma sappiamo che il cuore, l’attaccamento alla maglia e la grande consapevolezza di quello che si potrà trovare ad “Eldorado” saranno la benzina che servirà per questo ultimo sforzo.

Si potrebbero dire tante cose, noi ci limitiamo a sposare quanto fatto, quanto detto appunto, nelle ultime ore due personaggi come Marcello Carli e Maurizio Sarri.

Gli appelli si sprecano, tanto chi ha a cuore questi colori sa quello che deve fare, sa come sostenere e sa quanto importante è adesso essere partecipi di questo cammino.

 

Quello che adesso conta è fare più che mai quadrato, capire che anche per noi, che in campo non andiamo, c’è una grande occasione, che in qualche modo potrebbe cambiare la vita. La serie B, lo diremo fino allo sfinimento, è un patrimonio da salvaguardare, una categoria preziosa, vitale e non scontata. Giusto quindi aver tenuto il punto fino alla fine, dichiarando che l’obbiettivo, anche se la strada era segnata da un pezzo, fosse unicamente questo.

Serie A però vuol dire tutt’altro, per la società, per la città per i tifosi, per il nome di Empoli e dell’Empoli.

Una situazione che farà piacere e gola a molti, ma le imprese si costruiscono passo per passo, mattone su mattone, con l’aiuto di tutti e per questi tutti, arrivati alla fine, sarà doppio il piacere in caso di successo, ma ci sarà anche maggiore serenità se poi le cose non dovessero andare come sperato, perché ci sarà stata la consapevolezza di aver dato tutto, di averci messo cuore e pancia, lacrime e sudore.

Lo sapete, lo abbiamo detto mille volte. Quest’anno abbiamo costruito la campagna abbonamenti attorno ad uno slogan, semplice e diretto: UNITI SI PUO’

 

Si parte da Bari, domenica prossima, trasferta per la quale si sono già mossi diversi tifosi anche grazie (come successo per Trapani) ai voli low cost che collegano la vicina Pisa con il capoluogo pugliese per poi tornare al Castellani contro la Ternana. Un programma che ci vedrà migrare, dopo Bari a Lanciano, Brescia, Cesena e Cittadella. Ospiteremo invece, dopo le Fere, Spezia, Crotone, Novara e Pescara.

Il viaggio per la stella, quella delle dieci serie A è al suo punto cruciale, un viaggio che non inizia adesso ma alla vigilia della stagione 2012, dove, tra mille difficoltà, si arrivati a costruire il gruppo che adesso c’è, dove con il lavoro quotidiano del mister, dei suoi collaboratori e dei dirigenti, siamo passati dal baratro di un ultimo posto ad una finale playoff per poi proseguire nella stagione seguente, quella attuale, tenendo sempre una delle due posizioni nobili.

Una lunga maratona, lo stadio, quello dei giri finali è vicino, dista solo dieci passi, dieci partite, dieci finali

 

Alessio Cocchi

48 Commenti

  1. Bell’articolo che da molta carica.
    Il calendario è di quelli difficili e non possiamo limitarci a pensare al fatto che abbiamo soli 3 punti di vantaggio sulla terza. Dobbiamo semplicemente giocare ogni partita come fosse Empoli-Vicenza di due anni fa.
    UNITI SI PUÓ

  2. Calendario tosto, ma anche stimolante. Ed in ogni caso, vista la quotidianità della B, è proprio il caso di dire che qualunque fosse stato il calendario, non ci sarebbero state partite facili.
    Speriamo di avere benzina in corpo e di maturare mentalmente per fare il grande passo.

  3. dobbiamo mettercela tutta abbiamo regalato troppi punti: Cesena e Siena sono lì…le altre mi preoccupano meno perché con meno esperienza e meno tutelate…

  4. Come promesso, mi asterrò da ogni commento negativo sulla partita con la Juve Stabia, proprio in nome del motto UNITI SI PUO’.
    Dico solo che il vero Empoli può e deve fare risultato nelle prossime due partite. Nelle successive cinque l’obiettivo sarebbe mantenere il secondo posto, anche di un solo punto… insomma se si arriva alle ultime tre partite secondi la cosa è fattibile, perchè secondo me almeno due su tre potrebbero non avere più nulla da chiedere. Con questo, pochi conti e cercare di fare punti subito, su tutti i campi. Sarebbe un errore, come fa oggi La Nazione, dire che è decisiva Cesena… se vinciamo a Cesena tanto meglio, ma una squadra che è sempre stata prima o seconda anche con molti punti di vantaggio sul Cesena deve arrivare a quella partita con due risultati su tre… cmq. intanto bisogna vincere a Bari, sennò si rischia che il Siena, se vince a Cittadella (come purtroppo credo) si porti in posizione di sorpasso…

  5. Dimenticavo. Proposta folle: e se per queste ultime dieci facessimo un contratto a gettone a Vannucchi (quello vero, non il nick di PE)? Detto da me che non ero un suo grandissimo estimatore… La preparazione ce l’ha, non avrebbe bisogno di ambientarsi. Insomma, senza voler fare polemica: farebbe peggio di Verdi? Io ho la mia idea: meglio Maradona semi-finito di Barollo (per fare un es.) nel pieno delle forze…

  6. Pezzo semplice ma Alessio ancora una volta ha toccato le corde giuste
    Io sarò tra quelli che andranno a Bari UNITI SI PUÓ

  7. Riprendendo quello che dice GANDALF,OGGI MI SON CHIESTO IL PERCHE’ DELLA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO CHE AVEVA IGHLI(QUELLO VERO NATURALMENTE)CON IL VIAREGGIO….E’ VERO SI PARLA DI UN 36ENNE(37 ad agosto),PROBABILMENTE A FINE CARRIERA ma che ha disputato 26 partite su 30 con 5 goal messi a segno.Chissa’ perché,in relazione alla sua dipartita da Viareggio,mi è venuto in mente che ci potesse esser stato lo zampino del Corsi….Poi mi dico che devo smettere di sognare ad occhi aperti….ma se fosse in condizioni buone,magari anche giocando un tempo,credo che la sua esperienza,potrebbe essere determinante…….Insomma….sarebbe di certo un valore aggiunto….non certo un peso per la squadra…..mi accontenterei di un Vannucchi al 70% di quello che conoscevamo…..ED UN TRIO MAC-TAV-VAN…….SAREBBE FANTASTICO……e credo che qualche spettatore in piu’ allo stadio ci sarebbe…..statene certi!

      • Dimenticavo: per pura informazione, dietro alla risoluzione non c’è il Corsi e non ci sono i servizi segreti bulgari, ma solo la diversità di vedute con il mister Lucarelli, che per punizione voleva fare allenare la squadra alle 8 di mattina…

        • Non c’è nessuno dietro la risoluzione, perchè è impossibile prenderlo a termine di regolamento. E’ possibile tesserare solo giocatori che non hanno mai giocato, mi sono informato, perchè ci avevo pensato anch’io.

  8. Sabato ho visto una squadra stanca, benzina finita o i primi caldi? So soltanto che quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare, e un grande esempio è stato il ns gladiatore Massimo che ha dimostrato nella difficioltà di essere attaccante, centrocampista e anche difensore. Provarci non costa niente, raggiungere sarebbe un sogno … forza Empoli … le finali sono 8 le ultime due non contano niente!!!!

    • mah, non ne sarei così sicuro.. Cittadella e pescara potrebbero giocarsi tutto.. chi per andare ai playoff, chi per evitare i playout… le finali saranno 11, ma dobbiamo affrontarle 1 ad 1, e soprattutto dobbiamo saper accontentarci anche del punto, soprattutto contro Cesena Crotone e Lanciano.

  9. Rendiamoci conto che come non mai,quest’anno è impossibile stilare tabelle.E’ un campionato,a dirla semplice,dove capirci qualcosa è quasi impossibile.Il Lanciano va a Padova e ne busca cinque!,la Reggina semi-morta vista qui strappa punti al Modena e al Pescara.Inoltre,anche la Juve Stabia sta onorando il campionato e per batterla devi fare uno sforzo comunque.Non è decisiva Cesena perchè è pur sempre un singolo match.Da ora in avanti concentrazione massima partita per partita,i margini di errore si assottigliano,saranno TUTTE impegnative,dentro chi sta meglio senza se e senza ma.Una considerazione:noi,al momento,non siamo al top ma non è scritto da nessuna parte che le squadre adesso all’apice della forma ( vedi il Siena ) non abbiano un calo fra venti o trenta giorni.Quindi andrei cauto con giudizi e/o pronostici giocati sull’attualit°:se analizzi quella e basta non saremmo da play off tour court.Però il campionato dura da agosto scorso e finirà (speriamo ) a maggio ed è evidente che non puoi essere al top per tutto questo tempo.

    • Il problema è che il Siena la benzina l’ha risparmiata fino a 5-6 partite fa, e infatti è stata tutto il campionato fuori o cmq. ai margini della zona playoff. In sostanza: il calo l’hanno avuto prima, ora cominciano a correre. Il contrario ns.: noi abbiamo corso fino all’inizio del ritorno, potevamo fare il vuoto ma non l’abbiamo fatto buttando via punti su punti (per me,la partita con il Bari è il massimo….)e ora sembriamo in fase calante… speriamo ovviamente di no!!

  10. Ovviamente “tout court”.Dimenticavo:lo scorso anno il Novara fece un girone di ritorno magnifico,però arrivarono a fine maggio un pò sulle gambe.

    • Io mi auguro che la crisi fisica sia ormai in retta di arrivo(la nostra intendo),anche perché mi pare che sia piu’ o meno dal girone di ritorno che le prestazioni dei giocatori sono abbastanza al di sotto di quelle del girone di andata(CREDO CHE SI SIA VISTO IN MANIERA CHIARA….RISULTATI A PARTE)…..Quindi mi sorge spontanea una domanda…..Ma quel mese di sosta “forzata”,non conta niente per recuperare forze dopo 21 partite?Evidentemente no….almeno nel nostro caso……L’anno scorso ,a parte la partita persa in casa con il Novara all’inizio del girone di ritorno,mi sembrava che avessimo una condizione superiore e non di poco……A sentire Sarri,la squadra,dopo i test fatti,risulterebbe sui livelli novembrini,quindi da adesso in poi mi aspetto prestazioni fisiche “in crescendo” ……sempre valutando che la “testa ha la sua importanza”….e che se non pensa “giusto”….le gambe non vanno…..Diciamo che se la nostra “grande” crisi di punti non fatti nel girone di ritorno,ci ha lasciati bene o male al secondo posto….da ora in poi mi aspetto,piu’ che il bel gioco in assoluto……..punti,punti,punti,punti…..

        • Bè….CREDO CHE ORMAI PARLARE ANCORA DEL TREQUARTISTA SERVA A POCO…..Sarri vede solo questo modulo e così andremo fino in fondo…..una cosa pero’ è sicura ….perché l’ho vista non piu’ tardi di sabato scorso…..dal quinto-sesto minuto del secondo tempo le punte erano il Puccia e Ciccio…..dietro c’era un grande SuperMac….ed è lì che lo rimetterei……come prenderei Hisaj e lo farei accomodare in panchina per 2-3 giornate….chissa’ che non torni quello dell’anno scorso….e poi si fa solo per fare 2 chiacchere…..ci mancherebbe che il tifoso non possa dire la sua….anche perché a parte 3 o 4 pseudo tifosi…..nessuno si è sognato mai di remare contro gli azzurri…..ognuno ha detto la sua,ben sapendo che di allenatore ce n’è uno solo ed anche bravo,ma come tutti ha i suoi difetti……li abbiamo noi come tifosi,li puo’ avere anche lui come allenatore…..Obbiettivamente,sabato scorso facendo il cambio dopo 5 minuti del secondo tempo e spostando Mac dietro….ha fatto vedere che di novita’ a questa squadra se ne possono apportare…..pur mantenendo il solito modulo…..quindi ok SARRI E OK AZZURRI….AVANTI COSI’!

  11. Che articolo pieno di carica ragazzi….e’ difficile ma con la squadra ed il mister che abbiamo (oltre ad avere una grandissima società alle spalle) POSSIAMO DAVVERO FARCELA!!
    PER SEMPRE FORZA EMPOLI!!

  12. Peccato aver buttato via tanti punti nel girone di andata quando potevamo fare il vuoto….ma anche qualche punto perso nel girone ritorno…

    • A parte che compirà 37 anni ad Agosto…..credo che un giocatore di solo 1 anno è mezzo piu’ giovane di lui anche quest’anno ad oggi ha fatto 16 goal(Ciccio)ed uno come SuperMac ne ha fatti 11 ed anche lui è piu’ giovane di soli 2 anni…..Poi nessuno parlava di un ingaggio per 3 anni…ma solo di un possibile “aiuto” per 9-10 partite……e magari con ingressi nell’ultima mezzora e comunque sicuramente mai con 90 minuti disputabili pur se avesse giocato dall’inizio…….Chi ha visto giocare Ighli…..sa quello che valeva e poco conta che adesso giocava in C….E’ chiaro che son sogni da “vecchi tifosi” ma credo che potrebbe sempre far la suA bella figura….a volte son solo questioni di stimoli…….Ti ricordo che Totti,seppur ben centellinato,a 38 anni gioca ancora in serie A…..Mi dirai…..”ma Totti è Totti”…..ti rispondo…..bè “Vannucchi è Vannucchi”

  13. Quante parole al vento su Vannucchi di tifosi che pensano che il tempo non passi mai. Eppure l’abbiamo visto con Pratali in campo: ammonito poco dopo essere entrato. La settimana prima c’era qualcuno che l’avrebbe rivoluto addirittura in campo da titolare…
    Bisognerà cercare di vincere tutte le partite, soprattutto le trasferte a Crotone, Cesena e Lanciano. I pareggi non contano nulla. E se il Pescara dovesse proseguire come nelle prime partite con Cosmi l’ultima giornata potrebbe essere una finale con lo stadio pieno di abruzzesi.
    Ora serve molta fortuna, ovvero: Mac e Tavano sempre in campo nelle migliori condizioni. Qualche gol di Eramo, Valdifiori, Croce, Moro, Tonelli e Rugani.

    • Perché con Mac e Ciccio il tempo non è passato?Entrambi negli ultimi 2 anni hanno segnato in maniera copiosa….Soprattutto Mac ha segnato come mai in carriera, se si eccettua il primo anno ad Empoli (aveva 21 anni)…..Dipende molto anche dalla testa e dalla serietà del calciatore…..e pur con i suoi 36 anni…..Vannucchi in questa serie B (ti sembra cosi di qualità? ) farebbe ancora benissimo….in un ruolo che da noi risulta vacante da ben 32 partite più o meno…..Quanto a Pratali, ha giocato 2 mezze partite….non capisco il tuo pensiero su di lui e che centra aver preso un ammonizione appena entrato……su quali basi puoi giudicare un giocatore che non ha praticamente mai giocato…….Evidentemente Sarri lo vede meno di altri, ma questo non vuol dire che non potrebbe fare la sua bella figura, sia con gli azzurri, che con qualsiasi altra squadra di B….Poi è chiaro, la sua o quella di qualsiasi giocatore di 35 anni, non può essere una parabola ascendente, ma per dire che è arrivata al termine non sarà il caso di vederlo quando giocano e con una certa continuità? Ciccio, Mac, Toni, Totti, Di Natale, Di Michele (e mi fermo) stanno dimostrando l’esatto contrario……non sottovalutiamoli troppo questi vecchietti……anche perché se sali in A (adesso si può dire)…quei 2 se vieni allo stadio, mi sa che li rivedi giocare………e da titolari…..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here