La stagione ufficiale è già iniziata ed è iniziata sabato scorso con la sconfitta in Coppa Italia contro il Vicenza. Ma il campionato, si sa, è tutta un’altra cosa. E’ adesso che possiamo davvero dire di esserci, di aver messo alle spalle una lunga estate, e tornare a scaldare i motori per il grande appuntamento che anche quest’anno ci vedrà protagonisti nel massimo campionato di serie A.

empoli-vicenza (12)Una nuova avventura, quest’anno per alcuni versi ancora più nuova. Si, sono cambiate alcune cose nel corso di questa estate, e senza voler calcare troppo la mano in discorsi già fatti, su tutto il cambiamento principale è avvenuto in panchina. Dopo un triennio fantastico, degno di una trilogia cinematografica, Maurizio Sarri ha salutato ed al timone della nostra nave è arrivato Marco Giampaolo. Hanno salutato anche alcuni ragazzi, senza voler far torto a nessuno è però sicuramente il sorriso di Mirko Valdifiori (oltre che i suoi piedi) che più mancherà, dopo aver passatto addirittura sette anni con in dosso la nostra amata maglia azzurra.

 

Una nuova storia, appunto. Un nuovo sogno da vivere con la solita incoscienza ma anche con quela serenità che ci contraddistingue, con la voglia di vivere a pieno ogni momento, di guastare ogni sfumatura consci di essere chi siamo, di sapere da dove veniamo e di essere orgogliosi di tutto cio’. Lo scorso anno, di questi tempi, parlavamo di festa, una festa da vivere senza tante congetture che non ci appartengono e non ci devono appartenere. Il concetto deve essere lo stesso, perchè sappiamo quanto per noi possa valere una stagione in serie A, figuriamoci due. Il secondo anno poi, storicamente, è sempre quello più difficile, soltanto una volta siamo riusciti ad ottenere due salvezze consecutive e quando è successo è successo qualcosa che è andato oltre lo storico, visto che arrivò addirittura la qualificazione Uefa.

L’errore più grande che potremmo commettere, e che spesso il Presidente sottolinea proprio a giusta ragione, è quello di sentirci in qualche modo arrivati e facenti parte per diritto di questa categoria, di questo mondo cosi diverso dalle categorie che stanno sotto, anche di una sola casella. L’umiltà dovrà essere l’arma principale, condita poi da un gioco che, al di la di chi sarà in panchina, fa parte del nostro dna e che tornerà prepotentemente a dir la sua in tutti i rettangoli verdi d’Italia. Vivremo il nostro sogno un sogno che si sta mischiando assieme ad un altro sogno.

 

stadioNon possiamo non tornare per un attimo alla vicenda stadio, prendendola adesso però soltanto dal lato emotivo. Un sogno nel sogno, ci ripetiamo. Tutta Empoli si è innamorata, tutta Empoli sta dicendo la sua, tutta Empoli vorrebbe costruire passo per passo il nuovo teatro. Per adesso, appunto, un sogno, non certo più fermo in un cassetto a prendere umido, ma vivo, forte, concreto e sincero. Pronto nel cercare delle risposte, pronto ad essere sposato da tutte le parti in causa per poter non essere più sogno ma tramutarsi in realtà. Mai come adesso lo sentiamo vicino. Siamo sicuri che questa situazione ci accompagnerà per buona parte, se non tutta, la prossima stagione, farà da cornice a tutti gli aspetti sportivi che si susseguiranno di domenica in domenica facendo discutere, appassionare, pensare, riflettere, condividere.

Un ingrediente in più nel piatto della passione che da domenica vedrà riaccendere i riflettore, anche nel vero senso della parola, sul nuovo campionato che saprà regalarci grandi emozioni.

Ormai tutto è pronto….. viviamo questo sogno, anzi, questi sogni.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteSi prova l' "occhio di falco"
Articolo successivoDue Under 17 in NAZIONALE: Matteucci ed Olivieri
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

28 Commenti

  1. Possiamo competere e giocarcela con le altre, solo a patto di remare tutti dalla stessa parte: Città, tifosi, stampa, allenatore, giocatori e società. L’unica vera arma in più di Empoli e dell’Empoli è la compattezza dell’ambiente. Se viene a mancare quella, possiamo comprare chi vogliamo. Ma si retrocede.

  2. Avanti con il progetto, umiltà tanta ma non siamo gli ultimi arrivati oramai? Siamo una realtà e che realtà….. AVANTI CON LO STADIO è ora il momento non possiamo aspettare, per essere ancora più forti per essere ancora di più una splendida piccola realtà.

  3. Sì ma quand’è che s’ abbozza di fare chiacchere e si pensa alla partita di domenica? C’è da sostituire Tonelli. Da capire con che modulo si gioca. Maiello che fine ha fatto? Che si parte con pucciarelli? Ricordo che è uno scontro diretto importantissimo

  4. Ricordatevi che lo STADIO!!!! sarà la punta del futuro e quasi come se i tifosi giocassero
    e 4 , 5 punti in più, c’è ne sono pochi che c’è li faranno fare, noi possiamo
    “MAREMMA IMPESTATA”

  5. chi si vuole scommettere il costo di una trasferta con me che Pucciarelli quest’ anno farà più di 10 goal ????

  6. I giocatori vanno e vengono pure le serie A,B, LEGA PRO il tifoso vien sempre
    lo STADIO RIMANE .
    LASCIATE A ALLENATORE E DIRIGENZA lavorare noi bisogna , cercare di rompere per il progetto stadio.
    POI CLAUDIO sei più nana te di tutti quei violacei gufi ,
    tanto lo stadio si fa prima di voi.

  7. E’chiaro che un anno di A,pur avendo disputato un campionato di ottimo spessore,ci ha detto alcune cose…..Non si puo’ pensare di non prendere un attaccante di buona prospettiva e già pronto per giocare in A…..e questo indipendentemente dal fatto di partire magari con il duo Maccarone-Pucciarelli…..La rosa in generale è una buona rosa che se la giocherà anche quest’anno senza nessuna remora nei confronti di nessuno…..Se devo essere sincero l’unica paura che ho,riguarda quei due giocatori della difesa che forse si aspettavano di andare via e che per ora mi pare giochino non proprio liberi di testa come dovrebbero…A destra Laurini,fara’ un grande campionato…..ma per la difesa perdere Rugani non e’ stata cosa da poco….Forza Barba perche’ hai le doti per non farlo rimpiangere….e okkio a Zambelli…non e’ giocatore da panchina….e’ stato un grande acquisto…..che di sicuro ha fatto “scivolare” Bittante sulla corsia opposta…..
    .

    • «Se devo essere sincero l’unica paura che ho,riguarda quei due giocatori della difesa che forse si aspettavano di andare via e che per ora mi pare giochino non proprio liberi di testa come dovrebbero»
      Concordo in pieno con quello che dici, anche io l’ho notato.

      Forse, per uno dei due, la risposta alla Tua paura la dai sempre Tu, poco più sotto, quando scrivi:
      «Zambelli…non e’ giocatore da panchina….e’ stato un grande acquisto…..che di sicuro ha fatto “scivolare” Bittante sulla corsia opposta…..»
      😉

  8. Si, l’ importante e’ parlare tanto dello stadio nuovo magari con manifestazioni, dibattiti, casini vari e quant’altro, insomma creare un bel clima intorno alla squadra. Soprattutto e’ bene non parlare di calcio e di ciò che ci sarebbe bisogno. Perché i soldi vanno spesi in altro modo. Poi nello stadio nuovo ci si giocherà con il Sudtirol o il Lumezzane ecc.. Ma tanto ci sarà LDL o ESSELUNGA o EURONICS e a noi va’ bene così.

  9. Quello che c’e di ganzo quest’anno e’ che le nane dentro si vedono, visto che si gioca in casa in contemporanea. Tre punti, stop chiacchere

  10. Concordo
    Ho paura del rendimento di tonelli e mario rui.
    Nel mezzo diousse e maiello mi garbano.
    Davanti una bella punta e si fa un bel campionato.
    Ms tonelli e rui sarei contento se si cedessero

    • Certo Matteo è CHIARO CHE PARLO DI LORO…..Tonelli e Rui…ma sicuramente alla prima di campionato il loro spirito di combattenti verrà fuori…..

  11. Come ho già scritto ,stringi,stringi,te la devi vedere con carpi,frosinone,Chievo,Atalanta,udinese e forse Palermo ,Bologna anche se le vedo un pelino sopra di noi,la rosa con una punta e un centrocampista mi sembra buona,piuttosto ,conoscendo the magic e marcandolo in un paio,cosa successa già col Vicenza,sarebbe meglio trovare soluzioni alternative di gioco,se no diventiamo prevedibili,che ne pensate?

  12. Per chi taccia p.e. Di faziosità: È uscito oggi un articolo anche su tmw dove non mi risulta scrivano giornalisti empolesi”: L’articolo sputtana la Barnini pesantemente e la fa passare davvero male e questa è semplicemente la figura che il sindaco ha fatto “fuori Empoli”

    • Ah tmw la stessa testata che riportato la notizia delle dimissioni di Carli… A me sembra che questo giornalismo online stia portando a vivere questa professione all’insegna del copia-incolla. Non c’è più il giornalista che và sul campo, vive e tocca con mano le situazioni eppoi scrive un pezzo di suo pugno. Quello di tmw sulla questione stadio è soltanto un tentativo di fare propria una notizia scopiazzando una frase qui e una là. Quindi abbiamo di fronte un articolo che è il riassunto della somma degli articoli usciti per le testate empolesi, quel presunto scribacchino non ha la minima idea di cosa si stia parlando.
      Meno male che PE bada bene a non uscire con articoli copia-incolla, loro si che son giornalisti che si fanno dare le notizia vecchia maniera…
      Per la faziosità che dire visto che quest’anno sono stati esautorati del titolo di official media partner mi sembra il minimo tenere un profilo meno societario e direi che ci stanno riuscendo alla grande…

      • Jacopo Carrucci, sono d’accodo on te o, come dicono i più giovani: “Quoto”. PE deve essere libero, dare notizie da vero giornalismo, non affiancato alla società…Speriamo che ce la facciano. Una cosa che manca troppo negli interventi di tutti:; il Mister va incoraggiato. Non è male. Fare il suo lavoro quando non sai ancora chi arriva e chi parte deve essere sfiancante. FORZA GIAMPAOLO! Quanto ai due in difesa di cui parlavano Daniele e altri…non è che ci sia più troppa simpatia nei loro confronti da parte mia e di altri. Però o s’impegnano, o partono o stanno fuori per un po’. (Ah, Rugani, che professionista! E alla sua età: che uomo!).

  13. NO AL DIRMITORIO COOP
    SI ALLO STADIO NUOVO
    E NON SOLO
    COSTRUIAMO UN BEL
    PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI
    POLIVALENTE
    NO ALL’OSCURANTISMO DELLA
    BANALE QUOTIDIANITA’
    E DOMENICA FORZA AZZURRI

  14. Io comunque continuo a pensare che col Vicenza si sentivano ancora i carichi della preparazione..io a pelle mi sento che si fa un partitone domenica

  15. EMPOLI-CHIEVO
    MILAN-EMPOLI
    EMPOLI-NAPOLI
    UDINESE-EMPOLI
    EMPOLI-ATALANTA

    Baratterei volentieri il bel gioco e il partitone con una vittoria risicata e giocando male: visto il calendario, sarebbe troppo importante fare i 3 punti, domenica.

    • Caro Claudio se da questa serie di partite,venissero fuori 8 punti(3 con il Chievo,1 con il Napoli,1 ad Udine e 3 con l’Atalanta….si potrebbe gia pensare all’abbonamento per il prossimo anno 🙂

  16. Condivido il pensiero espresso da Alessio nell’articolo e in particolare sottolineo le parole del Presidente perché per l’Empoli e noi tifosi la serie A è un sogno che deve essere vissuto come tale con entusiasmo, umiltà e la voglia di stupire tutto e tutti. Forza ragazzi, proviamo a scrivere un’altra bella pagina della nostra gloriosa storia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here