1…2…3…4

no, non stiamo dando i numeri o provando un qualsivoglia microfono, magari. Questa è la sequenza dei gol presi, partita dopo partita, dagli azzurri in questo avvilente avvio di campionato.

Settimana scorsa, nel nostro “Punti di Svista”, scrivevamo, rifacendoci alla canzone di Ligabue, che il meglio deve ancora venire, ed onestamente, siamo ancora convinti di questo, perchè se ad una squadra togli sei/sette elementi, e di questi almeno quattro sono titolari fissi, è difficile, inevitabilmente.

Ma non possiamo limitarci solo a questo, non almeno dopo essere usciti da un derby (ah questi derby) umiliati in tutto e per tutto. Si umiliati, perchè se una squadra, come dice il nostro tecnico, e come abbiamo visto anche noi, fa gioco per settantacinque minuti ed in questi fa poco e niente, e gli avversari (escludiamo anche le due perle dei due primi gol) in quei quindici minuti fanno due reti e si procuroano altre due palle gol nitide, qualcosa che non va c’è.

 

Ora, e non vogliamo fossilizzarci su un’altra disamina di Livorno-Empoli, è vero che la squadra labronica sta vivendo un momento entusiastico, è vero pure che davanti hanno un attacco invidiabile, ma quel Livorno non ci è apparso cosi stellare, ed onestamente ci ha impressionato molto meno del Sassuolo che nel secondo tempo si è palesamente fermato.

Con i se e con i ma non si va da nessuna parte, ma nel calcio c’è una massima, una delle tante, che dice “se non corri non vinci”. Ecco questo ci sembra il punto da cui dovrebbero iniziare le riflessioni.

 

L’Empoli di quest’anno, avrebbe dovuto, attraverso anche una preparazione particolare, acquisire velocità e rapidità, si diceva, fisica e mentale. Non stiamo vedendo ne l’una ne l’altra. Anzi vediamo un centrocampo statico, senza il minimo barlume di fantasia, con gli esterni che si devono “smazzare” ed un attacco troppo distante da questo stesso centrocampo, con una posizione di Maccarone che, forma fisica a parte non potrà mai metterlo nelle migliori condizioni. E poi, se la difesa non è un muro granitico, dovendo partire proprio dall’attacco la prima fase di difesa, ecco che il tutto si tramuta nel prendere i gol che prendiamo.

Poi, vogliamo rincarare la dose con una perseverazione quasi diabolica da parte del mister, nel senso che: lui ha indubbiamente il polso della situazione vedendo quotidianamente i ragazzi, ma dopo una deblacle come quella con il Sassuolo, avendo un difensore centrale mai provato (e facciamo finta anche di non aver visto delle buone cose nel precampionato), come non provarlo? Magari adesso, al settimo ceffone qualcosa cambierà.

 

Lo sfogo, ovviamente più di cuore che di penna, è figlio di una situazione che non ci fa stare bene, perchè è naturale capire la situazione, è naturale anche parlare di cantiere ancora aperto,come sono ormai capiti ed assimiliti i nuovi obbiettivi figli del ridimensionamento, ma il tempo passa, ed il calcio è spietato, nei numeri cosi come nelle decisioni e nei verdetti. Lo scorso anno, ricorderete, Aglietti fu esonerato dopo sette gare avendo raccolto 6 punti, ed in quelle sette gare aveva trovato due squadre che poi sarebero andate in A, un avvio quindi paragonabile a questo, dove, sul campo, abbiamo già un punto in meno.

Non vogliamo mettere allarmismi addosso a nessuno, ed anzi (ognuno la pensi come crede), noi siamo al momento siamo convinti che il lavoro di questo tecnico possa dare i frutti sperati in estate, siamo ancora convinti che possa essere quel valore in più, ma di certo, vogliamo mettere addosso quella pressione che a questo punto ci deve essere, perchè adesso non è più permesso fare passi falsi, adesso, chiunque giochi, c’è da vincere.

 

Sarà una settimana corta ma intensa, perchè venerdi sera l’Empoli non avrà nemmeno l’ “alibi” della squadra blasonata, ma anzi, trovera una squadra che sul campo ha fatto peggio di lei in termini di punti e che ancora, dopo quattro giornate, non è riuscita a mettere a segno neanche un gol. Non sarà però facile, basta vedere con che grinta hanno giocato sabato ed i salvattaggi del portiere cesenate, e poi, il discorso che facciamo noi su di loro, molto probabilmente lo fanno anche loro su di noi, vedendo in questa partita la possibilità di scrollarsi di dosso un momentaccio. Senza dimenticare due ex, Gotti e Dumitru, che con l’Empoli potrebbero avere (per motivi diversi) qualche motivazione in più.

Una gara non fondamentale, sicuramente, non un’ultima spiaggia, ci mancherebbe, ma una gara importantissima, un crocevia, il primo di una lunga serie, oltre che un occasione  perchè, volendo guardare ancora al calendario, se spaventa la Ternana, non sappiamo cosa dire dei due match subito in sequenza: Padova e Brescia.

 

Dovrà vincere più che mai, nella costruzione del prossimo undici, la meritocrazia e più che mai dovrà venire fuori quella fame che questo mister ha e che deve, ogni giorno, inculcare dentro la testa di chi va in campo. Una fame costruttiva, che non deve mettere la foga davanti alla ragione, ma che deve essere sinonimo di riscatto, di rabbia. Se qui tre ceffoni presi dal Sassuolo non hanno lasciato il segno, cosi diceva Marcello Carli, adesso un rossore sulla faccia c’è, ed allora in questi casi c’è un solo chiodo-scaccia-chiodo, ed è quello di restituirlo, più forte e più vigoroso che mai, per far si che questo avverso avvio di campionato sia solo un momento circorscritto e non l’inizio di una crisi, perchè come detto, ripetendoci: il meglio deve ancora venire, non puo essere tutto qui!

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteWeek end azzurro giovani – Risultati gare 15 e 16 settembre
Articolo successivoFlash dal campo
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

12 Commenti

  1. «il calcio è spietato, nei numeri cosi come nelle decisioni e nei verdetti. Lo scorso anno, ricorderete, Aglietti fu esonerato dopo sette gare avendo raccolto 6 punti, ed in quelle sette gare aveva trovato due squadre che poi sarebero andate in A, un avvio quindi paragonabile a questo, dove, sul campo, ABBIAMO GIA’ UN PUNTO IN MENO»
    Riprendo testualmente dall’articolo (che condivido di Cocchi) per due motivi:
    1) perchè chi è convinto che le partite di inizio stagione non contino, della serie “c’è tempo c’è tempo, sono 42 in tutto…”, si rendano conto, invece, che le partenze ad handicap sono SEMPRE un enorme problema che difficilmente Ti togli di dosso nel prosieguo di un campionato. Quindi, basta distrazioni, anche perchè gli scontri diretti (e venerdì ce n’è uno), oltre a valere doppio in termini di punti, contano anche per la classifica avulsa e questo a prescindere se il match in questione è stato giocato ad agosto, settembre o gennaio!;
    2) numeri alla mano, lo squallore e le umiliazioni ricevuti in queste 4 partite con Sarri, con 10 goal presi e due soli punti ottenuti (1 in attesa di Tnas), non li avevamo subiti, nè con Aglietti, nè con Pillon e neppure con Carboni! Roba da matti…

    • Bè SE DI UMILIAZIONI SI VUOL PARLARE,non mi sembra che le partite con la Reggina e con il Novara,possano essere messe in paragone con le ultime due giocate,anzi credo che i due pareggi per come si erano messe le due partite,siano stati piuttosto immeritati….se poi mi dici che anche in queste due partite i goal sono arrivati da nostri sbagli piuttosto evidenti allora il discorso cambia…
      Sul fatto che chi ben comincia è a meta’ dell’opera non si puo’ che essere daccordo,ma credo che in quest’inizio di campionato,a parte le delusioni per un reparto difensivo troppo inesperto(voglio ancora sperare che sia questa la ragione dei goals subiti),una squadra come la nostra non puo’regalare giocatori come Pratali,Ciccio,il Saponara di quest’anno e un SuperMac ancora indietro nella condizione!Se devo essere sincero,la delusione piu’ grossa per me non è tanto nel modulo di Sarri o il fatto di aver perso con 2 squadre che in fondo stanno andando a mille ed a punteggio pieno,ma il perseverare di Sarri nel riproporre due centrali così bassi e che errori a parte non danno mai l’impressione di grande sicurezza.Magari se metteva Ferreira le cose andavano anche peggio,però dimostrava di voler cercare un rimedio agli strafalcioni visti in campo anche con il Sassuolo,soprattutto fatti da Romeo…..stesso discorso vale nei riguardi di Valdifiori(nessuno per carita’ vuol mettere in discussione Mirco e la sua duttilita’ e generosita’ in campo e quello che dara’ quando sara’ in forma))che se non in forma doveva essere sostituito dall’inizio con Camillucci o Signorelli.E per finire quando ti infilano tutte le volte dalla destra,metti da quella parte Cristiano che ha giocato gia terzino.Insomma voglio dire che se non cerchi di andare a riparare dove c’è da riparare è inutile stare poi a dire che per 75 minuti siamo stati in partita….prima o poi l’acqua da qualche parte esce!

      • ..mi spiace..troppe aspettative su tavano maccarone e pratali.sono stati grandi calciatori..mi hanno entusiasmato,la salvezza dello scorso anno è passata dai piedi di Maccarone.ma oggi..per me…sono dei “quasi” pensionati….con acciacchi che per forza di cose si alterneranno.detto questo nella squadra mancano 2 o 3 elementi max 30enni di esperienza e di qualità……..uno per reparto.!

  2. forza ragazzi spero di esserci venerdì, dai che ci si deve salvare ma guardiamo poi di arrivare a metà classifica! forza azzurro!

  3. Hai ragione Daniele quando parli della “delusione Sarri” che persevera nelle sue scelte senza assolutamente provare a trovare rimedi alle difficoltà della squadra.
    Mi sento di aggiungere solo una cosa: é vero, con Reggina e Novara non ci sono state umiliazioni, ma devi ammettere che quando una squadra merita i tre punti e non li ottiene, comunque la situazione “preoccupa”. E poi, dimenticavo, anche se non conta niente, da quanti anni era che l’empoli non veniva eliminato dalla Coppa Italia al primo turno? Insomma, numeri alla mano, in 5 gare ufficiali abbiamo raccolto 3 sconfitte (2 in casa) e 2 pareggi, con 6 goal fatti e 12 subiti.
    Preoccupante, no?

  4. E’ vero…cominciare con un calendario proibitivo e’ sempre rischioso, o vinci con squadre blasonate e ti carichi, oppure succede che dopo qualche giornata di rimanere invischiati nel fondo classifica…
    Spero che già con la Ternana le cose cambino, a partire dalla coppia centrale (Romeo-Tonelli) e se
    recupera Pratali metterlo al fianco a Ferreira!!
    A centrocampo visto che Valdifiori non e’ tanto in condizione proverei Signorelli….
    Se vogliamo vincere qualche partita dobbiamo innanzitutto cambiare giocatori!!
    DAI RAGAZZI!!!!!!

  5. …ZZZZZ….ZZZZZ…ZZZZ…PROVO A SVEGLIARMI….
    DUNQUE:
    1) MANCA LA QUALITA’ IN DIFESA (QUINDI LE COSE CON QUESTO TIPO DI GIOCO NON POSSONO FUNZIONARE).
    VISTO LO STATO DELLA DIFESA DICIAMO CHE FORSE TUTTI I SISTEMI DI GIOCO FUNZIONEREBBERO POCO. MA QUELLO SARRIANO IN PARTICOLAR MODO.
    2) IL TEMPO PER SALVARSI E’ NEL PRESENTE.
    NON QUANDO SAREMO IN FORMA.
    E’ UNA FRASE CHE NON ESISTE QUESTA.
    SE DOPO LA PREPARAZIONE E QUATTRO PARTITE NON HAI CONDIZIONE. PUOI STARTENE RANQUILAMENTE A CASA.
    NON E’ UN PROBLEMA DI CONDIZIONE.
    ALMENO DA QUESTO INIZIO SI INTRAVEDE CHIARAMENTE CHE LE DIFFICOLTA’ SONO NELLA QUALITA’ A DISPOSIZIONE.
    E CHE IN CAMPO CI SONO TOLTO IL PORTIERE 5 GIOCATORI NUOVI SU 10 (50%).
    VOGLIO RIPORTARE LE PAROLE DI ALLEGRI IN NA SQUADRA QUANDO CAMBI 1 GIOCATORE INCIDE PER IL 10%. DUE GIOCATORI PER IL 20% E COSI’ VIA…..
    .
    NON IMPORTA COCCHI ANDARE TANTO LONTANO A CERCARE
    BASTA GUARDARE LE COSE PER COME SONO.
    .
    CASOMAI C’ERA DA DIRE MOLTO PRIMA ALLA PARTENZA.
    MA LA GENTE E’ SEMPRE CONTENTA DI FAR PIAZZA PULITA…TUTTI GIOVANI…RINOVMENTO…..GRANDE PRESIDENTE……
    .
    COME NO ?!?!
    CHE BELLO QUESTO INIZIO DI CAMPIONATO!

    • A me piacerebbe aver sentito le tue parole quando la squadra sara’ al completo…..allora ti potro dire avevi ragione…fino ad allora anch’io saro’ scontento delle prestazioni come quelle con il Sassuolo e Livorno pero’ vedo delle attenuanti…io obbiettivamente incomincio ad avere dei dubbi sull’allenatore…..e sul suo modulo,ma non credo che quest’ultimo non possa essere adattato in maniera diversa(leggasi altro modulo)ai giocatori azzurri….In serie B,NON SI PUO’ CERTO DISCUTERE UNA SQUADRA COME L’EMPOLI quando avra’ a disposizione,Pratali,Ciccio e Maccarone a pieno regime…..Moro ,Valdifiori,Saponara,Laurini,Regini,Croce alla fine non mi sembrano propio degli sprovveduti…..E POI QUALCHE UOMO FUORI FORMA LO HANNO TUTTI sia perchè viene da infortuni(anche dell’anno scorso),sia per conformazione fisica……Ripeto son deluso anch’io,ma aspettiamo altre 2 o 3 partite per dare giudizi che gia preannunciano la retrocessione!

      • MA INFATTI IO STO’ PARLANDO DELLA DIFESA.
        IN PARTICOLAR MODO.
        STO’ DICENDO CHE IN DIFESA MANCA LA QUALITA’ NECESSARIA.
        L’HO SCRITTO PIU’ E PIU’ VOLTE.
        RIBADENDO CHE GLI UOMINI DALLA META’ CAMPO IN SU’ POSSONO ANDAR BENE.
        .
        ORA DANIELE NON I STUZZICARE ASPETTANDO LE ATTENUANTI.
        PRCHE’ IO HAO GIA’ DATO TUTTE LE ATTENUANTI.
        E PIU’ VOLTE HO RIBADITO CHE NOI FACCIAMO FIN TROPPO.
        .
        INFATTI IO NON MI STUPISCO DEI RISULTATI FINORA OTTENUTI.
        ME LI ASPETTAVO.
        .
        QUANDO TORNERANNO TAVANO CROCE E SAPONARA SAREMO MEGLIO NON C’E’ DUBBIO.
        MA RESTANO TUTTI I PROBLEMI IN DIFESA.
        RISOLVIBILI SOLO CON DEGLI ACQUISTI.
        .
        HO RIBADITO TANTE VOLTE QUESTO CONCETTO SU VIA…
        .
        DELL’ALLENATORE NON PARLO FINO A CHE NON AVRA’ UNA DIFESA A MODO.
        .
        IO SONO SEMPRE STATO COERENTE FIN DALL’INIZIO.

  6. ..mi spiace..troppe aspettative su tavano maccarone e pratali.sono stati grandi calciatori..mi hanno entusiasmato,la salvezza dello scorso anno è passata dai piedi di Maccarone.ma oggi..per me…sono dei “quasi” pensionati….con acciacchi che per forza di cose si alterneranno.detto questo nella squadra mancano 2 o 3 elementi max 30enni di esperienza e di qualità……..uno per reparto.!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here