Sognare o non sognare? Questo è il problema.

 

A dire la verità, questo problema è un problema che ci piace, o meglio è un non problema, i problemi, quelli veri, li abbiamo conosciuti bene lo scorso anno, ma anche in avvio di questo, quindi, ben vengano questi dilemmi.

Però è vero, in qualche modo questo è un po’ il tormentone del momento all’interno del popolo azzurro.

C’è chi vorrebbe che il basso profilo che la società (con ovviamente l’avallo di giocatori e staff tecnico) sta continuando a tenere, iniziasse a far spazio a sentimenti diversi, ad una presa maggiore di coscienza anche della posizione in classifica e che le mire e gli obbiettivi dichiarati a giugno cambiassero. Chi invece, sulla falsa riga societaria, continua a mettere le mani avanti, ricordando che di giornate alla fine del campionato ce ne sono tante e che le pecore si contano a maggio.

Chi ha ragione, chi non c’è l’ha?

 

In fondo, il bello del calcio, è che ognuno ha la sua idea, ed ognuno la puo’ coltivare a modo suo. C’è del giusto, a nostro avviso, in ognuna delle due teorie, quella della pancia e quella della testa.

Sicuramente quello che non puo’ essere sotto giudizio, essendo un dato prettamente oggettivo, è l’andamento della squadra, che giornata dopo giornata ci sta piacevolmente sorprendendo, e non solo per le vittorie che riportiamo a casa, ma per la facilità con cui la squadra gioca, la serenità che trasuda ed il bel calcio che ci viene proposto, un bel calcio che (non ne abbia a male nessuno) da qualche anno non si vedeva.

La gara di sabato era stata indicata, soprattutto dal tecnico, come un crocevia importante, il misurarsi contro una squadra non semplice da affrontare, a pancia piena e con una classifica degli avversari che avrebbe potuto ingannare.

Ed invece, nonostante un campo al limite della praticabilità, la squadra ha fatto la sua partita, ha fatto quello che doveva fare, senza farsi limitare ne dal terreno ne dagli avversi. Dimostrando anche un’altra virtù importante (Anch’essa al vaglio di mister Sarri): la pazienza.

 

E cosi un altro importante tassello verso il primo degli obbiettivi, perché da li comunque dobbiamo passare, è stato messo.

 

Non è facile, dobbiamo essere sinceri. Il momento, il veder giocar a calcio questa squadra, il vedere che tutti gli elementi sono importanti allo stesso modo come proprio dimostrato dalle situazioni accadute prima e durante il match contro il Vicenza, fa inevitabilmente pensare più che positivo, fa sognare.

Soprattutto dopo le ultime stagioni, avare di particolari situazioni, se non dovendo trovare una gioia da Coppa del Mondo, nell’esserci salvati al playout, c’è voglia di togliersi qualche soddisfazione, c’è voglia di poter sperare di spiccare quel volo.

Ma noi empolesi, lo sappiamo bene, troviamo la forza proprio nel non dover vincere per forza, nel non esaltarci per partito preso, anzi sappiamo soffrire e sappiamo stringerci a far quadrato quando di necessità.

Questa forza, che arriverà dagli ambienti esterni, stampa e pubblico, dovrà essere quella marcia in più, aggiunta a quello che quotidianamente viene fatto tecnicamente, quella testa bassa che marcia repentina senza clamori e frastuoni ma che alla fine, comunque vada potrà regalare qualcosa in più di quello promesso all’inizio.

 

Ed allora, sognare o non sognare, adesso, non fa differenza. La differenza la farà il vivere, vivere la stagione, partita dopo partita, risultato dopo risultato, accompagnando la squadra verso un Natale che sicuramente sarà speciale, bello e che vedrà quest’anno anche il calcio giocato nella giornata di Santo Stefano…semmai, dopo quella partita, potrebbe essere difficile mantenere tutta questa diplomazia che stiamo mantenendo, ma, un passo alla volta…

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | L'ultimo match dei prossimi avversari
Articolo successivoDal campo…si ferma di nuovo Pratali, Saponara a parte
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

43 Commenti

  1. Invitiamo la società a proporre una politica di prezzi popolari per la partita Empoli – Verona, sperando così di riuscire a riempire lo stadio nel giorno di Santo Stefano

  2. la forza è stata quella di aver creduto per caso e grazie agli infortuni dei grandissimi giocatori come hisay saponara e croce che hanno rivoluzionato l’empoli e dei giocatori ( merito di sarri ) che mentalmente sono stati ritrovati e danno il massimo di sè come valdifiori , bassi , regini e tonelli qest’ultimo detto da me e da molti altri dopo la partita persa cn l’ascoli pensavamo che nemmeno in prima categoria poteva giocare …ma questo è il bello del calcio , un giocatore improvvisamente può diventare un fuoricalsse vedi hisay croce saponara tonelli quanto valgono adesso….io sono convinto che recuperando mori , michelidze e accardi questa squadra può farci veramente divertire…..nn abbiamo bisogno di acquisti ( forse solo un centrocampista che possa far rifiatare i titolari ) anzi direi che questa squadra nn ha bisogno dei vari boniperti ( il cocco di mamma ) cristiano , schekiladze , spinazzola e qualche altro giovane perchè gli azzurri hanno trovato il loro equilibrio e la loro forza ……non mi resta che dire FORZA EMPOLI

  3. Io sono concorde con Voi su questo articolo.
    Io faccio parte del gruppo che vuole il cambio di obbiettivo.
    Lo chiediamo a ragio veduta.
    Supportati da prestazioni e Risultati.
    Preciso inoltre a nome mio ma anche a quello di altri che condividono queste opinioni..
    che quando parliamo di Sarri non ne parliamo mai per essere contro o per mancargli di rispetto..
    ma per dare la nostra opinione per come sono andate le cose dal nostro punto di vista.
    Quello che da fuori ci sembra il più vero.
    Ci siamo però posti il dubbio nel momento peggiore.
    Sempre a ragion veduta.
    E semre a ragion veduta ci siamo con il Mister e i giocatori complimentati.
    Potete rivedere i vari post precedenti.
    Semmai la nostra “rabbia sportiva” va più nei confronti della Società.
    Perchè?
    Perchè abbiamo visto il Presidente gioire con noi sotto la maratona 8 Giugno…e 15 giorni dopo dirci che voleva vendere.
    Per le brusche cessioni…(cosa potrebbe essere l’Empoli oggi con Sovini e Pratali).
    Per l’avvio da suicidio (evitabilissimo) e per fortuna ben recuperato.
    Certo l’Empoli non è nostro.
    Ed è giusto che la Proprietà decida libera sempre e comunque.
    Ma è aperto al Pubblico.
    E’ quindi ammessa la Critica.
    Non vogliamo ne offendere ne far arrabbiare nessuno (ne tra gli addetti ai lavori ne tra i gli altri tifosi).
    Ma abbiamo creduto giusto far sapere come la pensavamo.
    Oggi pensiamo che con questa natura sia giusto puntre Sù.
    Lassù in alto.
    Ma nessuno di noi chiedera di vincere per forza.
    Ci basterà Povarci.

    • ma ragazzi ma a dire che si punta in alto o in basso che cambia?sono solo chiacchiere da bar…l´importante che ogni giocatore dia sempre il massimo che puo´ dare per questa maglia..poi il resto non mi interessa

      • Ma quali discorsi da Bar? Ma neanche per idea!
        Come nel calcio per il Lavoro.
        Gli obbiettivi a cui punti cambiano e come.
        Ti tirano o da una parte o dall’altra.
        Bisogna far lavorare la Testa il Cervello in un ambito allargato facendo così si ottengono comportamenti e risposte sul campo più vantaggiose.
        Oltre che lottare per un obiettivo diventa anche più facile che lottare partita per partita.
        Certamente l’obbiettivo deve essere alla Portata.
        E mi sembra che sia ampiamente alla Portata.
        Tirare a Campare? o Lottare?…Pensaci Cannolo Azzurro…pensaci.

  4. Io credo che dobbiamo avere la consapevolezza di avere una grande squadra che gioca al calcio e diverte, ma dobbiamo pensare prima di tutto a fare quei famosi 50 punti, perché?
    Perché l’Empoli quando ha ottenuto traguardi importanti li ha raggiunti a testa bassa!!
    Perché se giochi per la salvezza in campo lotti su ogni pallone!!
    Perché se pensiamo a qualcosa di importante( come i play off..) ho paura che avendo una squadra giovane ci mordiamo la coda, rischiando di sprofondare in fondo!!
    Perché il campionato e’ ancora lungo, e davanti a noi abbiamo tanti punti!!
    Nessuno vieta di sognare, ma facciamolo tra 2/3 mesi, quando ( incrociamo le dita) la squadra sarà’ salva, e così vedendo dove siamo proveremo a fare quel qualcosa in più…

  5. ..l’importante è che, quando arriverà, perchè arriverà (soprattutto dopo una rincorsa del genere), un calo fisico, il momento venga gestito nel miglior modo possibile in termini di risultati. Riuscire a fare più pareggi possibile, limitando al minimo le sconfitte, altrimenti questa bella rimontina lascia il tempo che trova.

  6. scusate, ma facciamo un passo alla volta! che senso ha pensare a un traguardo ulteriore se il primo non e’ stato raggiunto e non e’ nemmeno scontato. La storia e’ piena di squadre che pensavano ai playoff e poi si sono trovate ad annaspare in acque cattive. Il pisa dell’ultima retrocessione se lo ricorda nessuno in che posizione era 10-12 giornate dal termine? Ecco…tocchiamo ferro e facciamo una cosa per volta.
    Voglio dire, tenere il profilo basso conviene a tutti: a noi che non ci facciamo illusioni, alla squadra che resta umile e alla societa’ che deve mantenere la giusta tensione. Se iniziamo a pensare ad un secondo traguardo – che da inizio anno MAI e’ stato preso in considerazione e dunque verra’ visto con superficialita’ – allora perdiamo di vista anche il primo

    • E allora cosa c’è di male se tifa Viola , l’importante è che faccia bene con l’Empoli , uno non può sognare o sperare di giocare nella squadra della sua città ?

  7. Si puo’ sognare….certo che si puo’ sognare….ma cio’ non toglie che per sognare e per alzare la mira dei nostri desideri,non si debba poi passare lo stesso da quei 50 punti che ci servono per salvarci….Inutile sognare se prima non si arriva a 50 punti….E’ UN PASSAGGIO OBBLIGATO…COME E’ OBBLIGATO ARRIVARCI IL PRIMA POSSIBILE..In questo momento la squadra si sta dimostrando FORTISSIMA…e solo un cieco non lo vede…..ma io nonostante oggi sia un altro campionato e che le cose vadino meglio di un anno fa,NON POSSO DIMENTICARE LA MIA DISPERAZIONE,DOPO AVER RECUPERATO UNA PARTITA GIA PERSA,PER UN RIGORE CHE CI POTEVA FAR CADERE ALL’INFERNO!Credo che sia stato un grande insegnamento,come un grande insegnamento ce lo dà il campionato di serie B,dove spesso i punti che vedono le squadre lottare per i play off,sono quasi gli stessi che ti fanno lottare per i play out….Quindi…sempre da una salvezza dobbiamo passare prima del grande sogno….La squadra reggera’ a questi ritmi?Abbiamo i giusti ricambi per un campionato così lungo?Senza il trio delle meraviglie e quindi con i ricambi,si puo’sperare di fare goals a graèppoli come succede in questo momento?Io credo di si,ma soprattutto perchè sara’ la lunga sosta che permettera’ ai nostri migliori giocatori,di recuperare al meglio….Obbiettivamente poi recuperati alcuni difensori….siamo a posto….a gennaio dovremo sfoltire la rosa,ma non troppo….sicuramente quello che ci mancano sono un paio di centrocampisti incontristi….poi siamo a posto!

  8. Certo che sì Daniele. Con i ricambi possiamo fare gol, e prova a indovinare chi ho in mente?
    Il pluri criticato Ciccio Cora.
    Credo che per lui questa sia l’occasione giusta per mettere
    a tacere
    quelle persone che dicevano che si è comportato vigliaccamente.
    Se accetterà di fare da sostituto a Maccarone significa che
    si sbagliavano
    altrimenti vuol dire che non è adatto a stare in squadra, perchè ora come ora tavano e maccarone sono inamovibili e lui può fare solo da riserva.
    Ad ogni modo lo vedo come una riserva di lusso. Che potrebbe fare diversi gol ne caso ci fosse bisogno di lui

    • Quando parli di CORALLONE,sfondi una porta aperta…sono stato sempre un suo estimatore,ma non perchè,fosse il Van Basten della situazione…..ma perchè è sempre stato uno che si è impegnato in campo e anche per gli altri….e poi cosa da non poco l’ha sempre buttata dentro e con continuita’.Tornato da un infortunio,anzi da 2 infortuni gravissimi ha faticato parecchio e senza riuscirci,a tornare il goleador che era…da qui l’arrivo di SuperMac,grande giocatore in una categoria come la serie B…..Una cosa è sicura…la societa’ non gli ha dato tempo di tornare quello che era,perchè purtroppo vista la posizione in classifica non ce ne era il tempo…..Io ho sempre detto che la sua cessione a Cremona,non fosse additabile alla sua paura di finire in panca,ma che fosse una conseguenza della scarsa fiducia che lui pensava avesse ricevuto dalla societa’ dopo che per 2 anni era stato un grande goleador.”Non credi piu’ in me?Bè me ne vado”.Comunque qualsiasi sia stata la ragione di quel divorzio tra lui e la societa’ è una cosa che a me interessa fino ad un certo punto….alla fine sono fatti loro…come son fatti loro i divorzi di Buscè e di Stovini……il tifoso puo’ dire la sua,puo’ accettare o non accettare la cosa…ma alla fine deve fare il tifoso e non immischiarsi in cose che riguardano societa’ e giocatori……Traditori e infami andiamo a cercarli in qualche altra realtà…non nel mondo del calcio…soprattutto quando chi ha indossato la maglia azzurra l’ha fatto in maniera degna come ha fatto lui sempre e sul campo….Il problema è che su questo sito a volte viene infamato Corsi,a volte Carli,poi Vitale,poi Pratali,poi Bassi,poi Coralli,poi Tonelli,poi Sarri…ma questo soprattutto quando le cose vanno male…..Addirittura adesso che siamo al quinto posto,c’è gente che vorrebbe un cambio di modulo….ABBIAMO FATTO 25 PUNTI IN 10 PARTITE…NON VI BASTA?L’unico merito di Sarri sembra solo quello di aver riproposto il modulo di Aglietti…ma perchè Sarri non puo’ riproporre un modulo che adottano centinaia di allenatori in Italia?E’incredibile…stiamo dando spettacolo,siamo concreti,giochiamo davvero al pallone,ci stiamo divertendo come non mai….e vorremmo cambiare modulo?Sarri cambiera’ modulo certo…ma solo quando questo modulo magari incomincera’ a scricchiolare…se non sbaglio ha provato anche il 3-5(difesa-centrocampo)o quando i risultati non ci daranno piu’ ragione…..CAMBIARE ORA SAREBBE SOLO DA PAZZI!

      • “Traditori e infami andiamo a cercarli in qualche altra realtà…non nel mondo del calcio empolese”…..solo per chiarire che mi è rimasta sulla tastiera la parola “empolese”.

      • o Daniele.
        Apparte il Fatto che te Sarri non lo volevi…
        Almeno noi siamo coerenti quando c’è stato da sottolinerne gli errori lo abbiamo detto.
        Quando c’è stato da elogiarlo lo abbiamo fatto.
        Noi non diciamo che l’unico suo merito sia qello di aver riproposto il modulo di Aglietti.
        E non abbiamo mai detto che lo ha inventato o è un’esclusiva di Aglietti.
        E abbiamo anche detto che qualcos di suo lo ha saputo proporre.
        Sappiamo che il lavoro dell’allenatore si fà giorno per giorno sicuramente Sarri è stato bravo a dare ai giocatori qualcosa che li ha riportati a galla.
        Ma certo la soluzione è passata per una pratica non prettamente sua.
        E’ Evidentissimo tutto ciò.
        La richiesta del cambio di modulo è stata spiegata.
        Per te cabiare è da pazzi.
        Per me no.
        Come per me quando le cose sono Pubbliche un tifoso fa bene ad esercitare il diritto alla critica.
        Tra le altre cose noi non abbiamo offeso o infamato nessuno.
        Se caso siamo stati noi bersagli di offese.
        Tante offese.

        • Intanto nessuno a detto che sei te che hai infamato qualcuno,poi sarebbe bene che se ti senti preso in causa dalle mie parole,tu risponda al singolare e non al plurale,a meno che tu su questo sito non abbia fondato un “partito di tifosi” e tu non ne sia il capo….La mia è un’opinione e basta….solo la mia opinione,come la tua è un opinione e basta.Tutte vanno rispettate,solo che i fatti attualmente danno ragione a quello che dico io e le cose si cambiano quando vanno male,mai quando vanno bene…..perchè nessun modulo puo’ autorizzare nessuno a dire che sia meglio di un’altro se prima non si prova e io non ho mai visto cambiare nessuno quando le cose vanno BENISSIMO…..Se poi qualcuno pensa che la media punti attuale non sia sufficente….probabilmente con un cambio di modulo si aspetta di vincerle tutte da qui a giugno!Pur concedendoti di saper leggere bene le partite da noi disputate,pur concedendoti di aver dimestichezza nel proporre moduli e di saperli adottare sulla carta(come tifoso),ti dico anche di guardare un po’ di piu’ alla realta’ e di pensare magari a “chissa’ cosa faremmo se” invece di dire “si deve cambiare”(riferito al modulo).Riguardo a Sarri è vero che non credevo minimamente in lui come allenatore,mentre credevo ciecamente nella squadra,perchè speravo,come poi è stato,col recupero dei vari Ciccio,Croce,Mac etc.etc. di incanalarmi nella giusta direzione.Se puo’ valere qualcosa,ho gia fatto le mie scuse nei suoi confronti,in un commento di circa un mese e mezzo fa,per non aver creduto in lui…ma non credo di essere stato il solo….soprattutto per il suo intestardirsi in un modulo che con i giocatori che aveva in quel momento,niente dava e niente poteva dare….Oggi forse con la squadra che gira così,forse anche quel modulo potrebbe essere prolifico,come magari quello che proponi tu…..ma visto come stanno andando le cose…..Lasciare la strada vecchia per la nuova…..etc. etc. non credo che sia una buona cosa!Ciao è sempre un piacere disquisire con te su questioni che riguardano la nostra squadra….ma le nostre debbono rimanere opinioni…se dovessimo ancora continuare a giocare così bene…non c’è modulo che tenga….

          • Chiaramente non ho fondato nessun partito parlo al plurale solo perchè c’è anche chi la pensa come me.
            E l’articolo di PE ci vede in opposte fazioni…
            Con te riesco a concordare su alcune cose ma su altre no.
            La mia comunque era una spiegazione al quel discorso che vedeva le discrepanze tra trattare bene o male gli addetti ai lavori (io ho sempre argomentato le mie opinioni).
            Vabbè…si starà a vedere.

  9. Graaande igli 6 sempre il miglioreeee!! Sai ke ce frega se Tonelli sogna violaaaa o un sognava viola anke Stovini!?!? Ke ce frega delle nane noi c avemo cicciogol cicciogoool!!

  10. È cmq concordo con cannoli, ennesimi ripetuti straripetuti discorsi da bar!! Ma se uno punta basso e poi arriva in alto che problema c’è? Ma ke ve ne frega godiamoci il buon vecchio Empoli, in pochi ma buoni, ne avevamo bisogno dopo due annate d Aglio no?!? Siamo rimasti in pochi allo stadio, probabilmente tutti vecchie guardie, empolesi nell’osso c siamo ora, c siamo stati in c1 e ci saremo sempre, se uno vuol puntare in alto bene se in mantiene il profilo basso bene lo stesso nn credo c sia un giusto o sbagliato in questo! – bar + Empoli!

    • Ma perchè il tuo non è un discorso da Bar.?
      della serie parole tue:
      “Ma ke ve ne frega godiamoci il buon vecchio Empoli…”
      Perchè i discorsi degli altri dovrebbero essere da Bar?
      e il Tuo no?
      Sipiegacelo…

      • sono stato io a far uscire per primo la parola BAR..intendevo io meno chiacchiere e piu’ stadio e supporto nel concreto che poi ritrovarsi sempre i soliti due gatti in maratona..

        • Bè allora io è una vita che sono li…c’èro anche quando non c’era più nessuno in serie C.
          Comunque gli altri intendevano dire che noi che ci auspichiamo un cambio di obbiettivo stiamo a tirar caxxate…ma non è così…altrimenti anche PE non avrebbe scritto l’articolo.
          Capisco gli altri che stanno sulla linea di squadra che vince non si tocca.
          Nessuno ha la bacchetta magica…però…

          • oh dash oh dash… va bene te nn vai al barre, te c’eri prima, il palleggio lo dicevo io, te tu c capisci va be’ dash la vediamo in maniera diversa + o – su tutto. ciò nn stà a significare che il mio è giusto e il tuo è sbagliato o viceversa (x l’amor di dio!!) Sei x l’empoli? Anke io… bene forza empoli!!

  11. Stare a fari spenti è stata DA SEMPRE la condotta che ha portato l’Empoli ai successi! Parlare a dicembre di sogni è un rischio enorme….quello di rompere un giocattolo che sta funzionando a meraviglia. Lasciamolo essere quello che è ed aspettiamo la Primavera. Sognare non è vietato ma volare sì…perché se dopo si cade si rischia di farci male… Trovo stucchevole questa melassa che molti stanno cospargendo sulla squadra quando ieri la materia usata era di ben altro tipo. Io rimango tra quelli che vogliono la salvezza il prima possibile, che sono felici di andare allo stadio e divertirsi, che sono ancor più felici di vedere un ragazzo del nostro vivaio (parlo di Hysaj)essere tra i protaginisti della stagione, vedere un Saponara che ha finalmente fatto il salto di qualità che aspettavamo, sentire da mister e Presidente parole di grande equilibrio. Non basta questo per sognare?

  12. Concordo pienamente con Fabrizio, andiamoci piano, se giochiamo bene in questo momento è perche’ non abbiamo grossi problemi di classifica,guardando la zona bassa, e questo fa si che anche gente come Hjsay o come Tonelli giochino con maggior sicurezza. Una sicurezza che ci può far andare a Cittadella a giocare a viso aperto senza aver paura di perdere, perchè anche se malauguratamente succedesse , e non succedera’ “toccando ferro”, questo dicevo non sarebbe un dramma e quando giochi cosi’ libero di testa tutto viene + facile!!.
    Quindi andiamo avanti di partita in partita senza porci traguardi che al momento ci farebbero solo distogliere lo sguardo dal vero obbiettivo.

    • Leonardo il Cittadella ha gli stessi punti nostri.
      Secondo te? dovrebbero lottare partita per partita?
      oppure ci pensano e non vedono l’ora di superarci.
      Secondo te anche loro vanno di partita in partita
      o forse pensano a qualcos’altro visto che si sono
      permessi di battere anche la Reggina.
      Pensiamoci un po’….

  13. Ma te che pensi che a Cittadella parlano gia’ di promozione in serie A ?!. Che lo pensino pure affari loro, poi tireremo le somme domenica pomeriggio!!

    • Non penso che parlino di promozione.
      Penso che parlino (come alcuni di noi) di play.off.
      E penso propro che ci aspettino per giocarsi una partita di questa entità. Di questa importanza.
      Non una partita qualsiasi.

  14. Ragazzi il vero crocevia di questa stagione che ne diciate tutti, sono le prossime due partite, perchè incontriamo due avversari molto forti e nel pieno della forma, cosa che fino ad ora non è successo:

    1- il cittadella, al nostro pari come forma e molto temibile specie in casa. Vedremo di che pasta siamo fatti. Non mi aspetto una partita combattuta. Se vogliamo fare il vero salto di qualità e da li potremo capire veramente che non possiamo più tenere gli occhi chiusi… dicevo se vogliamo fare questo 2-0 o 3-0 per noi. allora iniziamo a ragionare molto seriamente.
    2- il verona, squadra che pensa da grande anche perchè si trova in zone alte dalla prima giornata. battere una cosi vorrebbe dire candidarsi apertamente alla lotta per la promozione

    • Sono concorde.
      E’ quello che stò dicendo (stiamo per chi la pensa come me) non è un apartita qualunque già domenica col Cittadella.
      Sopratutto poi quella col Verona.

    • Credo che gia il non perdere questa partita possa essere una cosa che ti puo’ dare altre certezze(inteso come certezze per gli azzurri)…non necessariamente deve essere una vittoria,anche se una vittoria anche con il Cittadella,confermerebbe che l’Empoli è una seria candidata per giocarsi alla grande la conquista dei play off.La partita con il Verona sarebbe solo il giocare con una squadra che poi potresti ritrovare negli spareggi…Quindi piu’ che confermare la candidatura,credo che potrebbe essere la partita per fargli capire che l’Empoli è piu’ forte di loro…in modo che quando arriveremo ai play off(se ci arriveremo)le loro certezze incontrandoci,siano ridotte al lumicino!Quindi io mi accontenterei anche di 4 punti…ma partendo dal presupposto che i 3 punti vorrei farli contro il Verona!

      • In questo caso concordo con te.
        Anche se tutti si spera in un doppio 3 punti.
        Chiaramente il cambio di obbiettivo (come ho già spiegato) non lo chiediamo per vincere per forza ogni gara ma per altri motivi.
        Cioè far lavorare la testa in un ambito diverso.

        • Vedi Dash,qui bisogna partire dal presupposto che tutti vogliamo il bene dell’Empoli(o quasi tutti) e quindi confrontarci in maniera civile sui nostri diciamo””Concetti da tifosi” è anche una cosa che ci fa onore,perchè vuol dire che siamo partecipi alla squadra e critici quando serve…perchè che se ne pensi o no,la sana critica dei tifosi,passa inosservata agli occhi dei giocatori e societa’,molto meno di quello che sembri…..D’altra parte sennò si guarda la partita in televisione …e buonanotte…Anche perchè è vero che i tifosi alla fine sono tutti uguali,ma respirare ,vivere le emozioni dagli spalti è ben altra cosa.Quindi quando si concorda con gli altri su certi aspetti sportivi,siamo contenti perchè l’uomo è fatto così,pero’ allo stesso tempo se uno la pensa diversamente a te,si deve pensare che magari potrebbe avere ragione lui……Questo per dire che il confronto porta ad aspetti positivi,che a volte ti possono far magari cambiare idea.Sai che noia poi se tutti si pensasse allo stesso modo……Certo una cosa è sentirsi dire “Non ci capisci niente” e una cosa “Non son daccordo con te”…e purtroppo di maleducati,anche in un sito bellissimo come pianeta,ce ne sono!Quindi ti posso assicurare che se anche tu la pensassi in maniera sempre diversa dalla mia,non vedo dall’altra parte un nemico…ma un tifoso dell’Empoli come me!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here