festaLa si realizza adesso, come giusto che sia, perché l’adrenalina che è scorsa ieri dentro di noi, che oltre a viverla con il pathos di chi ama questa maglia da trenta anni, l’abbiamo vissuta da addetti ai lavori, dovendo quindi anche stare attenti e all’aspetto giornalistico e a quello della magnifica organizzazione per tutto cio’ che andato in scena ieri.

Perchè ieri è successo qualcosa che si fa fatica a descrivere e ad omologare con un semplice aggettivo. Tutto inevitabilmente iniziato con la frenetica caccia ai biglietti che ci ha regalato un “Castellani” non ricordabile cosi a memoria. Bisogna andare molto indietro, si parla forse di anni ’90, ma non dobbiamo però scordarci che la curva sud, di fatto, è sempre stata in dotazione ai tifosi ospiti, ieri per tre dei suoi quarti era piena e colorata d’azzurro.

 

Una serata che è quindi iniziata prestissimo, già un ora prima del match si respirava quell’aria mistica, dove ti senti appeso tra cielo e terra, andandosi poi a finire di colmare a ridosso del match.

La prima emozione, non lo nascondiamo, è arrivata alla lettura delle formazioni, una di quelle cose che proprio noi di PE abbiamo preso in mano da qualche anno, e che piano piano ha tirato fuori un po’ di quella voce che si era spenta. Sentire urlare il cognome dei calciatori chiamati, è stato un tonfo al cuore, con la prima lacrima che timida veniva giù.

Poi la partita, si, c’è stata anche quella, ci sono state anche due/tre situazioni che ci hanno fatto tremare prima che però fosse lo stadio di casa nostra a tremare per il liberatorio gol del vantaggio, che abbiamo, attraverso il microfono dello stadio, consegnato a Mirko Eramo perchè lui se l’è sentito suo, e la voglia di fare urlare ancora una volta i 15mila era troppa.

Il gol di Ciccio, l’apoteosi.

Ma,e questa frase se vi ricordate l’abbiamo detta tante volte lo scorso anno, il bello doveva ancora venire. Le emozioni più grandi, quelle che da ieri sera saranno per sempre tatuate dentro di noi, erano ancora in stand-bye.

 

Al triplice fischio, cosi come molti tifosi (si poteva forse evitare qualcosina da questo punto di vista ma è andato tutto bene, quindi giusto cosi) siamo schizzati in campo, ancora urlanti con una voce che piano piano chiedeva pietà ma che si scontrava con la voglia di dare il la a quello covato per tutto l’anno, meglio per tutti questi lunghi sei anni.

E li, è venuta fuori l’essenza, è venuta fuori quella cosa che un giorno dello scorso luglio, in una stanza di Monteboro assieme all’Ufficio Maketing, abbiamo partorito: UNITI SI PUO’

Mai più slogan poteva essere azzeccato, e questo, lo diciamo fin da subito anche a chi di dovere che sicuramente ci legge, dovrà essere un brand da portare sempre avanti.

Si perchè, dicevamo, li si è percepito questo, si è percepito l’amore, il rispetto, e la voglia di darsi gli uni agli altri, EmpoliFc ad Empoli, Empoli ad EmpoliFc.

La parte istituzionale, anche quella, grazie grazie grazie grazie, vissuta li da protagonisti con la squadra, una parte istituzionale che è durata il tempo di prendere tutte le medaglie fin quando Mirko Valdifiori non ha letteralmente strappato il microfono dalle mani di scrive trasformandosi nel più navigato dei capi ultrà.

 

Dopo un momento, essenziale, dedicato dentro gli spogliatoti agli affetti più cari, la squadra è tornata ancora in campo, in un contesto davvero molto rock. Luci spente, effetti sul campo con i loghi societari ed uno ad uno, fino a mister Sarri, chiamati a centrocampo per l’ultimo lunghissimo abbraccio dentro le mura del campo da gioco.

Ci siamo concessi una licenza, dopo che mister Sarri ha ringraziato tutto i tifosi, una licenza forse anche po’ pacchiana, ma il momento ci è sembrato giusto e le parole sono state spontanee e capite da chi era in campo e sugli spalti: “ABBRACCIAMOCI FORTE E VOGLIAMOCI TANTO BENE PERCHE’ QUESTA SERA E’ UNA GRAN SERA, SIAM TORNATI IN SERIE A”.

 

emp_pe (1435)E poi la grande novità di questa splendida organizzazione che il marketing azzurro ha messo in piedi, il bus scoperto per arrivare a piazza della Vittoria, dove guardi l’orologio, vedi che l’una di notte è passata e dici: ci saranno pochi tifosi: ERRORE

Empoli era li, una situazione commovente, dove l’essere ancora operativi dal punto di vista lavorativo ha frenato le altre lacrime che stavano scendendo. Un spettacoli inaspettato, per tutti, perchè noi che sul quel pullman c’eravamo abbiamo sentito bene ma soprattutto visto le facce di dirigenti, staff e squadra che sono rimasti davvero stupefatti di quello che stava succedendo.

All’altezza del “Cristallo” fermi almeno un quarto d’ora tanto era l’affetto delle persone che avevano circondato pacificamente il mezzo addobbato a festaa, che a fatica è poi riuscito a circumnavigare la piazza sempre scortato da questa marea azzurra straordinaria.

Poi il ritorno allo stadio, una fine corsa per andare meritatamente a riposare ma anche a pensare a tutto il vissuto.

 

Perchè come detto, è adesso che la iniziamo a realizzare quanto successo. Non solo la vittoria sul campo e l’aritmetica promozione, ma il dopo, un qualcosa che non andrà mai via dalle nostre menti. Una festa memorabile sul campo, un organizzazione più che perfetta, il percorso sul bus scoperto, assieme a staff e squadra con tutta l’Empoli azzurra a scortare il bus per farci trovare una piazza della Vittoria che a ripensarci viene ancora di piangere!!!!!Più che mai questa è la serie A di tutti, squadra, dirigenza, staff, tifosi ed anche noi che il nostro pensiamo di averlo fatto.La più bella di sempre, senza dubbio….il futuro ha da venire e di pagine da scrivere ce ne saranno molte ma quella scritta ieri è giá LEGGENDA

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteE mister Sarri "corre" al MotoGP, ospite nei box NGM
Articolo successivoTV | Sintesi Empoli-Pescara 2-0
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

39 Commenti

  1. Personalmente, a 40 anni, ho vissuto tutte le promozioni e tutte le feste e festeggiamenti fatti per l’occasione, ma questa è stata le più bella ed emozionante. Siamo cresciuti anche dal punto di vista della società. Complimenti a voi di PE e all’ufficio marketing azzurro!!!

  2. Stessa età stesso pensiero la festa più bella di tutte. Stupendo tornare a casa alle 4, svegliarsi alle 5.30 per andare a lavoro e…invece del sonno avere ancora una voglia pazzesca di esultare!!!!

  3. Torno a scrivere su questo sito(in un paio di commenti il nick era il mio ma non ero io),dopo i commenti del dopo Lanciano di pseudo tifosi,che adesso siedono sul carro dei vincitori e che si sono permessi commenti denigratori contro gli azzurri(non sto parlando di critiche costruttive o critiche dovute alla sconfitta)…Avevo detto che prima di stare a leggere ancora certi commenti stupidi,preferivo seguire la squadra perché dopo il Palermo saremo stati noi ad andare in serie A e mai ne ho dubitato…..ed è stato così.Quindi onore a questi ragazzi che in 2 anni hanno fatto meraviglie,onore a Sarri che pur con qualche critica nei suoi confronti,magari anche giusta,ha tirato però avanti continuando nelle sue convinzioni che alla fine gli hanno dato ragione,onore ad un presidente che,senza mai alzare la voce per i torti subiti,ha portato ancora una volta ad essere la nostra squadra esempio di comportamento,dentro e fuori dal campo…..ed onore ad un direttivo sportivo che pur partito con qualche critica ha invece dimostrato di essere un grande direttore sportivo,pur dovendo combattere con un budget finanziario veramente limitato….Infine un grazie a Cocchi,Guastella,Fioravanti,Marinai etc. che sono riusciti spesso,se non sempre,a creare entusiasmo intorno alla squadra!Siamo in serie A E PER TUTTA EMPOLI DEVE ESSERE MOTIVO DI ORGOGLIO e quindi…….AL MOMENTO GIUSTO…..TUTTI A FARE L’ABBONAMENTO!

    • Dimenticavo……S’ostina…..non ci abbandonare mai è continua a commentare su P.E…..Non prendere fresco,cura l’alimentazione e tieniti in forma fisicamente….per il prossimo campionato ti vogliamo in perfetta forma 😉

    • Ciao Daniele felice di rileggere un tuo commento dopo tanto. Anche se non ci conosciamo personalmente leggendoti tutti i giorni era come essere amici. Spero tu possa passare sopra al motivo per cui ti sei allontanato da PE e continuare a scrivere i tuoi chilometrici commenti. Ben tornato.

      • Ti ringrazio….cerchero’ di essere piu’ breve nei miei commenti….Dunque…volevo dire…..”Fin dai tempi di Adamo ed Eva,quando il serpente cercò di ammaliarla con le sue lusinghe….” bè…forse è meglio cominciare dai giorni nostri eh? 🙂

    • Bentornato Daniele, lascia stare chi non merita … dai retta a noi che ti vogliamo qui a commentare più volte possibili.

    • Grande! Sarebbe davvero il momento di togliersi qualche sassolino dalla scarpa verso certa gente che ha commentato a sproposito su questo sito. E onestamente sarebbe da fare anche qualche nome…perché, c’è da scommetterci, ora nessuno di quelli che ha scritto “sarri vattene” o che ha attaccato la squadra nel momento di difficoltà verrà a dire che si è sbagliato.
      Tuttavia la grande soddisfazione ci rende più buoni e credo sia giusto evitare polemiche che ci rovinerebbero il sapore della vittoria.
      P.s. un grande complimento a Guastella, Cocchi & co per l’ottimo lavoro svolto.

  4. una cosa però la voglio dire: ma gli Steward che hanno aperto i cancelli dopo 3000 annunci da parte di Cocchi di non invadere, ma come sono messi..?? il bello è che qualcuno di loro con quelle pettorine gialle e i capocci arancioni pensano anche di contare qualcosa a Empoli… che ridicoli, stavano per rovinare la festa a noi tifosi e alla società… tutti ci meritiamo la A.. loro la seconda categoria.

  5. a mio avviso 4 punti fondamentali:
    1 una partenza di campionato a razzo che ha
    fatto capire a tutti che questa squadra poteva
    benissimo stare in cima e giocarsi la promozione..
    2 durante il periodo un po’ piu’ opaco in cui
    eravamo un po’ sulle grucce (cosa che capita
    a tutte le squadre)le avversarie per alcune
    giornate si sono mangiate i punti a vicenda
    restando quando una quando l’altra sempre
    sotto agli azzurri..
    3 come previsto il fatto che il castellani
    sia ritornato un fortino inespugnabile
    (ultime 7 vittorie su 7 gare)ha dato una bella
    spinta nel rush finale..
    4 l’esplosione del trequartista (simone verdi)
    nella parte finale soprattutto in fase
    realizzativa ha dato una marcia in piu’ visto
    l’importanza del ruolo negli schemi sarriani..
    ANCORA NON MI SEMBRA VERO MA PIAN PIANO
    CI ABITUEREMO..PAGINA 202 DEL TELEVIDEO!!!

  6. Hanno scavalcato e da li poi per motivi di sicurezza hanno aperto il cancello per evitare che qualcuno si facesse male per la troppa euforia

  7. Complimenti a Gianmarco lupi a Rebecca per l’organizzazione veramente bella, complimenti a Guastella Cocchi Marinai Fioravanti… a giornalisti siamo da scudetto altro che serie A, complimenti alla squadra, al Presidente alla società e come non fare i complimenti a noi stessi, in 15.000 !!!! TANTA ROBA RAGAZZI.

  8. Scritto veramente molto bene, e a leggerlo mi sono venuti gli occhi lucidi per la contentezza… Orgogliosi di essere empolese!

  9. Bellissimo articolo è bentornato Daniele!
    😉
    Purtroppo è pieno di pseudo tifosi che oggi festeggiano e tante altre volte, anche qui su PE, hanno offeso la squadra e Sarri… non ci si può fare niente, basta non considerarli.
    E per trovarli non importa neppure andare troppo lontAno dai commenti di questo articolo…
    a buon intenditor, poche parole…
    🙂

  10. Anchio come e con Berto75 ho vissuto tutte le promozioni e questa festa e’ stata la piu’ bella, ho ancora le lacrime agli occhi nel vedere un castellani così! Spero che facciamo dei prezzi popolari per gli abbonamenti e che si raggiunga il record, voglio uno stadio tutto azzurro!

  11. ..VOLEVO RINGRAZIARE TUTTO IL GRUPPO DI RAGAZZI CHE ANCHE QUEST’ANNO IN VARIE OCCASIONI HANNO PARTECIPATO A QUESTA FANTASTICA STAGIONE…ANDREA IVAN FABIO DI NOVARA FABRIZIO DI TORINO FEDRA ILARIA CI SIAMO MACINATI KM X QUESTI COLORI…E CHE LA FESTA NON FINISCA….ALEX STEFANO E VOI DI P.E SENZA IL VOSTRO SUPPORTO NON POTEVAMO CONTINUARE A SUGUIRE QUESTA PASSIONE…SIAMO IN A…GODIAMOCELA..CIAOOOO

  12. Grandissimo articolo!!
    Ci abbiamo creduto, l’abbiamo accarezzata e cullata per quasi due anni e adesso è nostra..godiamocela perché ce la siamo meritata fino in fondo!!!
    Un grazie a tutti…una squadra formidabile con al campo un fantastico allenatore che merita ampiamente la serie A….andiamo a far vedere a tutta Italia come si gioca a calcio!!!

  13. Cara Befana76, dopo gli sfottò di alcuni livornesi sotto la nostra curva nella finale play off secondo me vi meritate di ritornare dove eravate…mettiamola così…ci siamo dati il cinque, una scende ed una sale!!! Saluti 😉

  14. Noi potremmo anche retrocedere, anche se sono convinto che faremo grandi cose pure l’anno prossimo (toccando tutto ciò possibile 🙂 ) ma loro al massimo arriveranno a metà classifica…sarà il Pescara di quest’anno…

  15. Sono andato in coma profondo …. 🙂 e solo ora mi sono risvegliato,risvegliato in uno stato di confusione,per una promozione,che anche nell’ultima partita mi ha tenuto con il fiato sospeso fino al 2-0 di Ciccio.Era troppo importante il traguardo per pensare di andare allo stadio a cuor leggero.Ditemi che è vero….ditemi che siamo in serie A,ditemi che è vero che l’anno prossimo giocheremo contro Milan,Juve,Inter,Roma,Napoli,Lazio,Fiorentina…..

  16. Grande PE, la mia bibbia da…lontano,iBravi,emozionanti,competenti…..ed insieme a “lLupino”,Rbecca,Michele,Marco,avete confezionato un evento di popolo,e di orgoglio di appartenenza unico,forza quindi che UNITI SI PUÒ’ ,anche il prossimo anno,quando incontreremo oggettive difficoltà’. Insieme al presidente Corsi,giovane ma ormai “leggendario” ,teniamoci stretto mr. Sarri e quel grande uomo e professionista Marcello Carli,il deus ex machina,di questi 2 anni di miracoli….FORZA EMPOLI!!! Più’ che un amico…..da Livorno

  17. Io, pur non essendo empolese, ho vissuto 9 stagioni calcistiche con la società. Lasciatemi dire quanto attaccamento , sostegno e competenza avete , voi empolesi , per la squadra. Siete straordinari, corretti e un esempio di come le persone devono vivere il calcio . Spero di vedervi a lungo gioire come ieri sera, non sarà facile, ma siete persone giuste e meritevoli di tanti successi! Io c’ero!! Non dimenticherò!
    Un abbraccio a tutti

  18. Grazie….per le tue parole….Se devo essere sincero negli ultimi 22 anni(cioè da quando sono abbonato)piu’ di una volta durante i vari campionati,mi son trovato a dirmi quello che hai detto…..Sono tante le volte che questa squadra mi ha fatto dire “Io c’ero” e credo che siano queste le vere emozioni….date da piccole squadre che hanno risultati da grande squadra.L’emozione piu’ bella?Come dimenticare Empoli-Vicenza o la cavalcata dalla C alla A con Luciano Spalletti l’Empoli di Mario Somma o quello di Silvio Baldini e tutte quelle vittorie con grandissime squadre come Inter,Milan,Roma,Juve,Fiorentina o l’orgoglio di rappresentare il calcio Italiano in Europa.Ma per me l’emozione piu’ bella sara’ sempre l’ultima…..gli altri resteranno ricordi…indimenticabili,da raccontare ai giovani tifosi,ai figli e ai figli dei figli…..ricordi CHE TI FARANNO LUCCICARE GLI OCCHI AL PENSIERO O RIVEDENDO LE IMMAGINI….ma solo ricordi…..Gia l’anno prossimo…ci aspettano nuove emozioni!

  19. venerdì 8 giugno 2012, l’incredibile partita con il vicenza nelsuper emozionante spareggio,è partito tutto da lì fino a ieri sera un altro venerdì un altra fantastica emozione,vincere e conquistare per la decima volta la serie A con questi colori è qualcosa di speciale, di unico per una realtà come la nostra, un laboratorio artigianale direi dove la competenza della società è massima, dove si sta bene dove i giocatori hanno sempre o quasi formato dei grandi gruppi nello spogliatoio dove spesso si resta a vivere anche dopo il calcio,l’orgoglio di essere empolesi non è uno slogan è propio la verità e il castellani di ieri serebbe bello rivederlo spesso complimenti anche agli organizzatori della festa, sono trenta anni e passa che vado allo stadio e sono convinto che in questi anni molti bambini-ragazzi diventeranno solo tifosi dell’empoli non ANCHE,come mio figlio che a dieci anni quel venerdì di giugno fu folgorato dall’azzurro inimitabile dell’empoli.forza ragazzi ce ne andiamo in serieA…

  20. Ho pianto ieri ed ho ripianto a leggere questo pezzo. Alessio, tutta la redazione di PE siete fondamentali, uniti si può è vero, non basta la squadra ma anche il contorno è fondamentale e da qualche anno, anche grazie a voi, si sono viste tante cose che ieri hanno trovato la giusta suggellazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here