spezia (22)Al di la del proverbio che non andrebbe mai dimenticato e che dice “le pecore si contano a maggio”, ognuno ha la sua idea su questa stagione azzurra. Giusto, ci mancherebbe, il bello del calcio è soprattutto questo, sta sicuramente li, il perchè di tanta passione e di tanto fervore intorno ad una squadra.

Su una cosa però credo che tutti, guardando in casa nostra all’Empoli, dovremmo essere concordi, ovvero sull’emozionalità di questa stagione. Si, si , qualcuno dirà che c’erano i presupposti per scappare, fare una stagione magari simile a quella del Palermo e magari tra una, due partite anche festeggiare la serie A. Rifare tutto un discorso che partirebbe da due anni fa, all’indomani della vittoria playout, non ha molto senso.

 

Molto senso invece ha la dimostrazione che la squadra ha saputo dare dopo i tre ceffoni, forse davvero terapeutici, presi a Bari. In mezzo c’è un’altra sconfitta, non lo dimentichiamo, ma una sconfitta arrivata in maniera particolare, da un calcio da fermo al 93′, dopo che la gara stava andando agli archivi sul giusto pareggio, pareggio, badate bene, gongolato dai padroni di casa.

Ok, abbiamo pagato un errore su una situazione, l’abbiamo persa, ed abbiamo perso anche quel secondo posto, guarda caso proprio per una sconfitta di quel bari che sembrava essere diventato supersonico.

Non è stato un ceffone quello di Lanciano, ma un pizzico, forte che sicuramente ha bruciato, che sicuramente si è sentito. La storia recente, tornando a due giorni fa, ne è ancora la dimostrazione, viva e concreta. Uno Spezia nel momento migliore di tutta la sua stagione venuto ad Empoli con un atteggiamento impaurito e spaurito e l’Empoli, qui la grande maturità, che non si è mai spazientito sapendo colpire quando di bisogno da vero killer.

E secondo posto ripreso.

 

Si perchè nella bella giornata di sabato scorso c’è stato anche questo, ovvero la radiolina che parallelamente a quanto stava succedendo al “Castellani” ci faceva sorridere di gusto.

Altra cosa, da non sottovalutare, il fatto che questa squadra in stagione non ha mai perso due gare consecutivamente. Vogliamo aggiungere poi che sta tornando la “legge del castellani” con la quarta vittoria consecutiva nel nostro stadio. E c’era la paura in qualche modo che la squadra ligure potesse fare lo sgambetto ad un Empoli che qualcuno aveva definito “bollito”, soprattutto a livella di media nazionali.

La squadra invece è viva e vogliosa, vuole provarci fino all’ultimo minuto dell’ultima partita, vuole vivere il sogno e condividerlo con tutti coloro che assiduamente, dall’inizio di questa stagione sono li, comunque vada e con qualunque tempo, a sostenerla.

Una girandola di emozioni, questo è il campionato che stiamo raccontando, un campionato da vivere fino in fondo, finale per finale, attimo per attimo.

 

Frase fatta, si, però il destino è tornato nelle nostre mani, questo cio’ che maggiormente conta adesso, alla vigilia di un’altra settimana di passione, con una gara mai banale come quella di Brescia, contro un avversario che storicamente ci ha sempre fatto tribolare, e che sicuramente vorrà anche vendicare la disfatta interna della passata stagione. ma sarà li, su quel campo, che gli uomini in maglia azzurra (quel giorno sarà di un altro colore) dovranno superare un’altro esame, una prova del nove importantissima, per tornare grande anche in trasferta, cosa che questo gruppo ha sempre avuto nel suo DNA ma che, per una ragione o per un’altra, ed anche per un po’ di sfortuna, nell’ultimo periodo ha perso.

Sarò quello l’ultimo tassello di contorno da mettere al puzzle che potrà completarsi poi nell’ultimo mese di una stagione non nata per questo traguardo ma che adesso lo puo’ iniziare a sognare sul serio.

 

Alessio Cocchi

 

24 Commenti

  1. Un’influenzina per Caracciolo, un piccolo infortunio. Roba da poco eh. Giusto per tenerlo fuori domenica prossima. Ci vorrebbe tanto l’esperienza del Pampa.

  2. ero fuori italia e non ho seguito la bella vittoria di Spezia (che in molti avevano profetizzato a Gennaio come la squadra che avrebbe insediato il secondo posto). Che dire? Continuiamo a crederci e non esaltiamoci per i 3 punti fatti, ma cerchiamo di dare una fondamentale continuità a quanto fatto fino ad oggi.

  3. Non amo gli eccessi, non eravamo dei brocchi prima, non siamo dei fenomeni adesso. La situazione è quantomai incerta e basta una palla sbagliata per mandare all’aria i sogni di 3 anni. La serie A proprio per quello fatto dal play out e quantomani meritata, ma “le pecore si contano a maggio” o se preferite “mai fare i conti avanti l’oste” ancora non siamo in A e da tifoso scaramantico, perchè questa stagione è troppo strana, preferisco non pronunciarla quella parola. Credo che abbia ragione Lollo quando sostiene che …..

  4. Al Brescia è rientrato pure Corvia,in effetti li troviamo in un buon momento,spero solo che Sodinha per festeggiare la gran prova di Cesena si sia mangiato un maialino intero accompagnato da un barile di birra,tanto per stare leggerini!

  5. La partita a Brescia sarà molto complicata..visto che in quel campo abbiamo sempre faticato e poi loro sono una bella squadra che secondo me nonostante la classifica può ambire ancora ad un posto per i play off…siamo arrivati al dunque, siamo li a 2 punti sulla terza e abbiamo l’obbligo di provarci a 6 partite dalla fine…nonostante un calendario non semplice abbiamo buone possibilità di farcela, ma sempre con attenzione e giocando sempre come Sabato..perché basta poco per rimanerci male!!
    Ah…un’alta cosa…tutti sono sicuri della vittoria del Latina sulla Juve Stabia…io invece ci penserei due volte, perché questi (nonostante siano retrocessi da Gennaio) non hanno mollato mai niente…la dimostrazione e’ anche quando vennero a giocare da noi,faticammo abbastanza per portare a casa i 3 punti…

    • Concordo con te Sam. Sopratutto le partite in casa davanti al loro pubblico suppongo che vogliano almeno onorare la maglia. Forse molleranno qualche punto in trasferta ma è tutto da vedere.

  6. O Franco ma che non hai di meglio da fare che venire a rompere qua? Sarà meglio che loro stiano attenti a tavano, Maccarone, croce, Laurini, Rugani, tonelli ecc… Ti bastano?

  7. Ha ha ha….ma che andiamo pure a giocare a Brescia? Io starei a casa…prendiamo 2-0 a tavolino e ci risparmiamo una goleada. 4-0 per il Brescia…Budel…Caracciolo (2)…e un autogol…pronostico del VERO ed UNICO S’ Ostina…
    Cmq scherzi a parte dal punto di vista tecnico e fisico non c’ è partita… Ci mangiano vivi…in tutti i ruoli…già all’ andata dovevano vincere con 2 gol di scarto…lo faranno sabato con 3/4.

  8. S’ostina scusa perche’ scrivi queste cose?qual’e’ il tuo commento tecnico a riguardo?chi ha sbagliato in questa stagione??? cioe’ invece di scrivere commenti negativi e provocatori argomenta da persona che vuole esprimere un parere..se poi ti sta sulle palle l’empoli lo puoi dire perche tanto ormai non si capisce piu

    • Budel vs Valdifiori…il rendimento del primo è nettamente superiore…soprattutto in fase realizzativa…inoltre se la cava bene anche su campi pesanti cime quello che si annuncia sabato.

      Reparto difensivo…beh direi che la distrazione nella nostra difesa regna sovrana…soprattutto sulle palle da fermo. La difesa del Brescia è più affidabile, anche se palesa una certa lentezza al centro…ma chi ne approfitta vista la condizione fisica dei nostri avanti? Guarda qualche speranzuola in più l’ avrei con Croce trequartista e Pucciarelli titolare al posto di un Tavano immobile…ma purtroppo non come Immobile.

      Attacco…un nome Caracciolo…un’ altro Sodinha…adesso si è svegliato pure Corvis che cone bomber di scorta non è davvero male…noi? Verdi inconsistente…Maccarone segna con il contagocce…Tavano è fermo si gioca in 10…Michelidze lo rivediamo nel 2014/2015…Sheky…non esiste…. Pucciarelli il più in forma costretto a subentrare come…trequartista.

      Sul mister stendo un velo pietoso…a lui è legato uno dei peggiori Empoli della storia…ab che se riconosco abbia una gran fortuna…indispensabile per tirare avanti nel calcio.

      Per questo vedo profilarsi una vera e propria disfatta a Brescia

  9. Il bresciano franco è soltanto un frustrato..ricordategli il gol di ciccio da antologia dello scorso anno.. per non parlare della lezione di calcio impartita. S’ostina è solo un fiorentino provocatore, non consideratelo

  10. È vero che la tradizione non è favorevole col Brescia ma al Rigamonti ricordo un 2-0 firmato Rocchi Busce’ e l’arrotata dello scorso anno . Anche col Vicenza fino a qualche anno fa c’èra un trend negativo ma negli ultimi tempi li abbiamo sempre surclassati.

  11. Voglio dire a s’Ostina che se è tifoso della Fiorentina dovrebbe essere contento se l’Empoli va in serie A. Poi se vinceranno la coppa Italia e glielo auguro davvero sarà anche merito di uno che è nato e cresciuto nell’Empoli che è Vincenzo Montella. Cmq sempre e cmq forza Empoli. Ma per Sabato il Centro Coordinamento riesce a fare un pullman? Fatemi sapere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here