La realtà ha superato l’immaginazione

La realtà ha superato l’immaginazione

In pochi avrebbero osato pronosticare all’Empoli il cammino percorso in queste prime undici partite, anche a far di professione l’ottimismo, era difficile immaginare che la squadra di Sarri facesse cosi tanti punti. Era invece più prevedibile che masticasse buon calcio ma, anche qui, la realtà ha

Commenta per primo!

empoli_lazio (16)In pochi avrebbero osato pronosticare all’Empoli il cammino percorso in queste prime undici partite, anche a far di professione l’ottimismo, era difficile immaginare che la squadra di Sarri facesse cosi tanti punti. Era invece più prevedibile che masticasse buon calcio ma, anche qui, la realtà ha decisamente superato l’immaginazione: un conto era infatti giocare da grande in serie B, un altro giocare da grande con i grandi. Riempiono gli occhi le vittorie con Palermo ed ancor più con la Lazio, ma inorgogliscono pure le sconfitte con Roma e Juventus, che al “Castellani” hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie, e c’è spazio perfino per i rimpianti, pensando a quel che poteva essere con il Milan. Tutto questo senza tacere di altre prestazioni autorevoli al cospetto di squadre non meno importanti seppur meno blasonate di quelle citate.   In pratica, ad oggi, le uniche stecche dell’Empoli sono quelle con il Sassuolo (squadra però molto ricca) ma soprattutto quella con il Cagliari, ci puo’ stare. Resta comunque un succulento bilancio di 10 punti in 11 gare, una media che, se proiettata alla fine del campionato, consentirebbe non solo di salvarsi ma di farlo anche senza eccessivi patemi. Bene la squadra Empoli, bene i singoli. Tanti i calciatori in evidenza in questo scorcio iniziale di stagione, e del resto se il baby Rugani è già nel giro della nazionale di Conte, qualcosa vorrà dire. Per amore di verità va anche detto che a fronte dei molti aspetti positivi ed incoraggianti, vi è qualche nota negativa. Ciccio Tavano, per esempio, non è ancora lui, e dei numerosi “acquisti” estivi, in pochi sono quelli che hanno dato qualcosa in più al consolidato gruppo di Sarri. Sicché, guardando avanti, risponde alla logica la tesi di un Empoli potenzialmente in grado di fare ancora meglio, basta che qualcuno dei nuovi cominci a brillare e che Tavano torni a fare Tavano.   Chi vivrà…vedrà…   Alessandro Lippi Antenna 5

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy