LAVORI IN CORSO

LAVORI IN CORSO

Sono passati poco meno di tre mesi dalla fine del campionato, ed è passato un mese dal giorno del raduno della squadra per la stagione 2009/2010, ma il cartello “LAVORI IN CORSO” è ancora li, fermo al suo posto, inamovibile; solo che tra pochi giorni si parte, inizia il nuovo campionat

Sono passati poco meno di tre mesi dalla fine del campionato, ed è passato un mese dal giorno del raduno della squadra per la stagione 2009/2010, ma il cartello “LAVORI IN CORSO” è ancora li, fermo al suo posto, inamovibile; solo che tra pochi giorni si parte, inizia il nuovo campionato, ed il mercato chiuderà tra meno di quindici giorni, per la precisione alle ore 19,00 del 31 agosto, quel che è fatto è fatto e fino alla sessione di gennaio niente potrà essere variato.

 

campilongoCi piacerebbe essere nella testa di mister Campilongo, uno che ha dato subito a capire che le idee ce le ha molto chiare, ma, purtroppo per lui (speriamo non anche per noi) questa situazione di stallo, di non sapere chi ci sarà e chi no, chi potrà venire e chi mai verrà, certo non lo aiuta, e non aiuta, va detto ad onor del vero, nemmeno i protagonisti di questo va/resta, che giustamente vorrebbero capire, sistemarsi con il corpo e con la mente.

 

Ieri è stato ceduto Davide Moro, e con lui se ne va il terzo big tra quelli sul mercato, succede a Buscè e Marzoratti, e di sicuro lascia un bel buco lì nel mezzo del campo, di sicuro i vari Valdifiori e Marianini non lo faranno rimpiangere e molto probabilmente la società potrebbe far arrivare qualcuno, più per un discorso numerico che non perchè manchi la qualità.

Tre se ne sono andati, altri sono ancora alla corte del tecnico napoletano, a scalpitare ed a sudare come se niente fosse, come se il loro destino fosse azzurro a prescindere, e qualcuno in questi ultimi giorni ha forse rafforzato la possibilità di restare per davvero all’Empoli, ci riferiamo in particolar modo a Saudati e Vannucchi, che stando alle loro ultime dichiarazioni ed a quello che radiomercato batte o non batte, sembrerebbero, a pochi gironi dal gong conclusivo del mercato essere destinati a restare.

 

Ci sono però un paio di giocatori, Eder e Pozzi per intenderci, che ogni giorno sono sulla bocca di tutti i siti specializzati in calciomercato, un giorno al Bologna, l’altro al Palermo, poi restano ad Empoli ed in fine fanno le valigie e vanno a Genova.

 

Situazioni che, da amanti della squadra azzurra stanno inziando a stancare, ma crediamo che stanchi siano anche i due calciatori, e come si diceva prima, anche il mister, quel mister dalle idee chiare, che nel suo scacchiere ha ben impresse le posizioni ed il valore dei due, ma che, a pochi giorni dal match con il Piacenza, prologo del prossimo importantissimo capionato di B, non sa se saranno dei suoi definitivamente ed eventualmente quali potrebbero essere i due rimpiazzi.

 

In tutto questo una sola consolazione data dalla storia recente, una situazione analoga è stata già vissuta (anche se il clima allora era diverso) all’inizio della stagione 2004/2005, quando i big di allora, Cribari, Belleri, Rocchi e Di Natale, furono venduti all’ultimo minuto dell’ultimo giorno di mercato, ed alla fine, una volta tolto il cartello di “LAVORI IN CORSO“, tutti sappiamo come andò a finire.

 

A. C.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy