SERIE B

 

BASSI Davide – Portiere – 12/04/85 – in prestito al TORINO

0 Presenze – 0 Gol subìti – 0 Amm – 0 Esp

 

Falsa partenza per il Toro, sconfitto in casa dal Varese nel posticipo della prima giornata complice un gran gol su punizione dell’ex azzurro “Buba” Buzzegoli. In porta però non c’era Bassi, ma Morello. Dopo la panchina nell’incontro di TIM CUP contro il Cosenza, c’era curiosità nel vedere chi avrebbe schierato tra i pali il nuovo tecnico Franco Lerda. La scelta, come detto, è caduta su Morello e a questo punto Bassi deve cercare di far cambiare idea all’ex tecnico del Crotone.

 

LODI Francesco – Centrocampista – 23/03/84 – in compr. al FROSINONE

1 Presenza – 0 Gol – 0 Amm – 0 Esp

 

Tornato a Frosinone in questa sessione di mercato, il calendario ce lo ha fatto trovare subito da avversario all’esordio. Abbiamo potuto quindi seguirlo da vicino; non una bella gara di “Ciccio”, a tratti ha dato la sensazione di essere fuori dalla manovra. Forse deve trovare la condizione giusta, l’intesa con i compagni, ma sicuramente può fare di più di quello che abbiamo visto domenica sera. Tuttavia è riuscito a rendersi molto pericoloso nel secondo tempo con una conclusione velenosa da fuori deviata in angolo.

 

1ª DIVISIONE

 

BALDANZEDDU Ivano – Difensore – 11/04/86 – in compr. alla LUCCHESE

1 Presenza – 0 Gol – 1 Amm – 0 Esp

 

Ottimo esordio della Lucchese che inizia il campionato sulla falsariga del campionato scorso: vincendo. 2-0 al Barletta nell’incontro disputato al “Porta Elisa” con entrambe le marcature nella ripresa. Sembrava una partita a senso unico, rossoneri padroni del campo e gara sotto controllo, poi l’espulsione di Lollini per fallo da ultimo uomo ha complicato un po’ le cose alla formazione di Favarin che ha dovuto soffrire nella seconda parte della ripresa. Il gol di Piccinni a dieci minuti dal termine ha messo la parola fine. Buona la gara di Baldanzeddu, più che sufficiente, macchiata solo da un’ammonizione. Se quest’anno dovesse ripetere il campionato scorso è giusto che pure lui si giochi la chance del calcio che conta.  

 

CATURANO Salvatore – Attaccante – 03/07/90 – in compr. al RAVENNA

1 Presenza – 0 Gol – 0 Amm – 0 Esp

 

Vittoria pesante in trasferta a Como per il Ravenna che si è imposto per 2-1. Caturano gioca dal primo minuto, sostituito da Gerbino al 10′ del s.t. sul punteggio di 1-1, ma è da sottolineare la prova dell’ex attaccante azzurro. Nel primo tempo è stato tra i più vivaci e pericolosi dei giallorossi, un paio di colpi di testa e una conclusione che hanno obbligato il portiere avversario a tuffarsi per deviare in angolo. Sicuramente positivo il suo esordio.

 

FIUZZI Luca – Difensore – 29/08/84 – in compr. al MONZA

1 Presenza – 0 Gol – 0 Amm – 0 Esp

 

Emozioni al “Brianteo” nella prima stagionale. Il Monza al termine del primo tempo è sotto di due reti, nella ripresa raggiunge sul pari il Pergocrema e poi fallisce un calcio di rigore con l’ex azzurro Iacopino. Male Fiuzzi nel primo tempo, un po’ come tutta la squadra, nella ripresa è uno tra quelli che suonano la carica e nel finale, in pieno recupero e ad un metro dalla porta, fallisce il clamoroso 3-2 dopo un calcio di punizione battuto da Meduri.

 

GUITTO Roberto – Centrocampista – 15/02/91 – in compr. al RAVENNA

1 Presenza – 0 Gol – 0 Amm – 0 Esp

 

In campo dal primo minuto anche Guitto nella sua nuova e prima esperienza nel professionisti. Anche per lui da considerarsi molto positivo il debutto, complice la vittoria esterna a Como. Roberto gioca con personalità e più volte prova ad andare alla conclusione. Proprio nel finale, in pieno recupero, sfiora la rete del 3-1 dopo un errato rilancio del portiere dei lariani.

 

PIZZA Samuele – Centrocampista – 05/09/88 – in compr. al VIAREGGIO

1 Presenza – 0 Gol – 0 Amm – 0 Esp

 

Pareggio esterno sul difficile campo di Andria per il Viareggio edizione 2010/11. In una giornata caldissima, al cospetto di circa 2000 spettatori, le due squadre hanno dato vita ad una gara dai ritmi blandi inizialmente. Col passare dei minuti, nella prima frazione di gioco, avrebbe meritato l’Andria: un gol fallito dall’ex azzurro Arcidiacono a tu per tu con il portiere e un palo di Chiaretti hanno salvato il Viareggio. Nella ripresa è stata invece la formazione bianconera ad avere le occasioni migliori e un super Spadavecchia (portiere dell’Andria) ha negato il gol ai versiliesi. Pizza ha giocato l’intero incontro, in mezzo al campo nel 4-4-2 disegnato da Scienza, senza spiccare in maniera particolare sul tabellino delle azioni più importanti. Nel finale ci ha provato di nuovo la formazione di casa, cercando di sfruttare l’uomo in più dopo l’espulsione di Fiale per doppia ammonizione, senza tuttavia impensierire più di tanto la retroguardia delle “zebre”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here