ESTERO

 

BONATTI Matteo (Univer.Cluj – Rom) – 24/03/81 – 1 Presenza 0 Gol

 

13 Presenze 0 Gol con il Lumezzane

 

L‘Universitatea Cluj era impegnata in trasferta contro il Baia Mare, la gara però non si è disputata per dissesti finanziari della formazione di casa per mancati pagamenti a propri tesserati e la Federazione rumena ha dato partita vinta a tavolino per 0-3 alla formazione di Bonatti.

 

PICCOLO Felice (Cluj CFR – Rom) – 27/08/83 – 1 Presenza 0 Gol

 

0 Presenze 0 Gol con il Chievo

 

Gioca dal primo minuto, a destra della difesa a quattro del Cluj, esordendo così nel campionato rumeno. La formazione allenata da Mandorlini, dopo gli ottimi risultati contro Unirea Urziceni e Steaua Bucarest, esce sconfitta per 1-0 dal campo del modesto Otelul Galati. Il passo falso non è stato gradito dai dirigenti del Cluj e pare che la panchina del tecnico italiano sia fortemente a rischio. Il derby contro la Dinamo Bucarest nel prossimo fine settimana potrebbe essere la prova di appello, sempre che non accada qualcosa prima dal momento che gli stessi dirigenti del Cluj sembra che siano volati a Parigi per trattare con Laszlo Boloni, che da un mese si è dimesso dalla guida dello Standard Liegi. Inoltre, Mandorlini non era presente all’allenamento di martedì, ufficialmente per sbrigare alcune cose in Italia. Piccolo si fa notare per un buon assist al 32′ del s.t. per Peralta, non sfruttato dal compagno che ha calciato alto.

 

 

SERIE A

 

LODI Francesco (Udinese) – 23/03/84 – 14 Presenze 1 Gol

 

Convocato per la sfida tra Atalanta e Udinese, terminata 0-0, stavolta non va nemmeno in panchina ma direttamente in tribuna.

 

MARZORATTI Lino (Cagliari) – 12/10/86 – 9 Presenze 0 Gol

 

Torna a giocare dal primo minuto nella sfida interna contro il Catania impattata per 2-2. Gioca l’intero incontro a destra della difesa sarda. Gara difficile per il Cagliari, un po’ in flessione rispetto alle settimane precedenti, e anche per Marzoratti che si è rivelato inadeguato contro i veloci sudamericani della formazione siciliana. Probabilmente paga una condizione fisica non eccelsa e la sua gara è da ritenersi insufficiente.

 

MCHEDLIDZE Levan (Palermo) – 24/03/90 – 2 Presenze 0 Gol

 

E’ ancora in Georgia.

 

MORO Davide (Livorno) – 02/01/82 – 20 Presenze 0 Gol

 

Era squalificato. Non ha quindi preso parte alla trasferta di Palermo dove il Livorno è uscito di nuovo sconfitto con un gol di Miccoli a meno di dieci minuti dal termine. La situazione di classifica si complica sempre di più e domenica all’ “Ardenza” arriva la Roma …

 

POZZI Nicola (Sampdoria) – 30/06/86 – 14 Presenze 2 Gol

 

Rientra dalla squalifica assieme a Pazzini e la Samp torna alla vittoria per 2-1 a “Marassi” contro la Lazio dopo che proprio la formazione biancoceleste si era portata in vantaggio. Nick non è in una delle sue migliori giornate e finisce per non incidere particolarmente. Al 24′ del s.t. lascia il posto al rientrante Cassano. Samp a tre punti dal quarto posto e il prossimo turno proverà a mantenere la marcia nella trasferta di Bologna contro gli ex azzurri Raggi e Buscè.

 

 

PRIMA DIVISIONE

 

ARCIDIACONO Pietro (Sorrento) – 21/05/88 – 21 Presenze 1 Gol

 

Assente anche nella trasferta di Monza dove il Sorrento compie un decisivo balzo in avanti al termine di una gara pirotecnica che ha visto prevalere la formazione rossonera per 4-3.

 

BENASSI Maikol (Viareggio) – 26/11/89 – 22 Presenze 0 Gol

 

La seconda miglior difesa del campionato naufraga a Foligno e il Viareggio perde per 4-2. Già al 37′ del p.t. la gara non ha più storia con i locali in vantaggio per 4-0 grazie al poker messo a segno da Giacomelli, autentico incubo della retroguardia bianconera. La prestazione di Maikol, al pari dei compagni soprattutto del pacchetto difensivo, non può essere sufficiente. Benassi tra l’altro, suo malgrado, si rende protagonista di un assist involontario per il bomber dei “falchetti” in occasione del terzo gol anche se probabilmente la posizione dell’attaccante umbro era irregolare al momento del lancio dalle proprie retrovie.

 

CATURANO Salvatore (Viareggio) – 03/07/90 – 6 Presenze – 0 Gol

 

Confermato al centro dell’attacco viareggino, non riesce mai a rendersi pericoloso, stretto nella morsa dei difensori centrali e mai servito degnamente. La settimana scorsa avevamo scritto che il Viareggio, dopo il bottino pieno ottenuto nel doppio turno casalingo, poteva guardare al futuro con maggiore serenità. Evidentemente la truppa di Mister Rossi ha esagerato e, almeno per il primo tempo, era da tutt’altra parte. Lascia il campo al 15′ del s.t. per far posto a Marolda.

 

FIUZZI Luca (Monza) – 29/08/84 – 24 Presenze 0 Gol

 

Incredibile sconfitta del Monza sul proprio terreno per mano del Sorrento che si impone per 4-3. Eppure il primo tempo si era chiuso con i biancorossi in vantaggio per 2-0. Nella ripresa si è capovolto tutto con la difesa brianzola che ha fatto acqua da tutte le parti. Luca ha giocato l‘intero incontro al centro della difesa, rendendosi complice del crollo. Insufficiente la sua prestazione.

 

PANARIELLO Aniello (Viareggio) – 08/10/88 – 13 Presenze 0 Gol

 

Rimane in panchina nel tracollo di Foligno.

 

PIZZA Samuele (Viareggio) – 05/09/88 – 24 Presenze 2 Gol

 

Anche lui coinvolto nella giornataccia delle zebre, difficile dare un giudizio in una gara segnata già nei primi 37 minuti del primo tempo anche se Samuele prova a dare sostanza al proprio centrocampo e alla fine risulta tra i “meno peggio” di questa trasferta da archiviare in fretta.

 

SCIANNAME’ Claudio (Paganese) – 15/07/87 – 18 Presenze 1 Gol

 

Ancora infortunato, rimane ai box anche in occasione di Paganese-Arezzo 1-1. Punto ottenuto contro una delle grandi del campionato ma che sostanzialmente non cambia nulla nella classifica degli azzurro-stellati che rimangono ultimi in classifica.

 

 

SECONDA DIVISIONE

 

APERUTA Andrea (Sangiovannese) – 01/02/89 – 1 Presenze 0 Gol

 

4 Presenze 0 Gol con il Poggibonsi

 

Ancora panchina per Andrea del derby contro la Carrarese allo stadio “Dei Marmi” di Carrara. Pareggio a reti inviolate al termine di una gara noiosa. La “Sangio” rimane a ridosso dei play-off.

 

ARVIA Giuseppe (Pro Vasto) – 24/02/88 – 2 Presenze 0 Gol

 

11 Presenze 0 Gol con il Melfi

 

Colpo grosso della Pro Vasto che si concede il lusso di sbancare, con un pirotecnico 3-2, il “Porta Elisa” della capolista Lucchese e incamera tre punti d’oro che rilanciano in maniera decisa la formazione di Di Meo in chiave salvezza. Parte inizialmente in panchina, Arvìa, il tecnico lo inserisce poco dopo il terzo gol al posto di Della Penna con la chiara intenzione di portare a termine l’impresa ed arginare gli attacchi rossoneri. Missione compiuta! Domenica prossima altra trasferta in terra toscana, a Poggibonsi, per Arvìa e compagni.

 

BALDANZEDDU Ivano (Lucchese) – 11/04/86 – 23 Presenze 0 Gol

 

Se dopo la sconfitta di San Giovanni Valdarno qualcuno aveva iniziato a chiedersi se la  Lucchese fosse in crisi, adesso ne può avere la certezza. Clamorosa e inaspettata sconfitta interna contro la Pro Vasto che deteneva esattamente la metà dei punti in classifica rispetto alla formazione di Favarin. Eppure Scandurra (ancora in gol) aveva aperto le marcature lasciando presagire un pomeriggio in discesa per la Lucchese. Così non è stato: la Pro Vasto ha ribaltato la situazione e solo nei minuti conclusivi i padroni di casa hanno ulteriormente accorciato le distanze. Finale: Lucchese-Pro Vasto 2-3. Stavolta Ivano non brilla come gli era capitato spesso e risulta colpevole soprattutto sul terzo gol dove si è fatto trovare impreparato. Prestazione insufficiente. Domenica prossima testa-coda a Colle Val d’Elsa.

 

D’ORIA Gianmarco (Prato) – 09/06/90 – 22 Presenze 18 Gol subìti

 

Un po’ a sorpresa, se vogliamo, Gianmarco finisce in panchina in Sacilese-Prato. Al suo posto gioca Pazzagli, figlio d’arte. Portiere giovane pure lui, il tecnico Bellini li vede alla pari e quindi, probabilmente, assisteremo a continui avvicendamenti da qui al termine del campionato. Prato che comunque butta via tre punti: in vantaggio per 2-0, si fa raggiungere e poi superare in pieno recupero uscendo sconfitto per 3-2. Chissà se Bellini riproporrà Pazzagli domenica prossima al “Lungobisenzio” contro il lanciatissimo Fano, arrivato a soli tre punti dalla Lucchese.

 

FORINO Dario (Poggibonsi) – 01/08/90 – 12 Presenze 0 Gol

 

Non si è ancora ripreso dall’infortunio che lo ha tenuto fuori anche in occasione della trasferta di Fano dove la formazione di Firicano è uscita sconfitta per 1-0 dopo un gol subìto ad inizio ripresa. Un solo punto di vantaggio sulla coppia Carrarese-Colligiana che occupano l’ultimo gradino della classifica.

 

GRANAIOLA Marco (Olbia) – 10/04/90 – 17 Presenze 0 Gol

 

Pareggio esterno per 0-0 contro la Canavese da parte dell’Olbia. Un punto che serve a poco in ottica salvezza, oramai i play-out prendono sempre più corpo anche perchè è difficile per i sardi uscirne fuori con l‘attacco anemico che si ritrovano: un solo gol realizzato nelle ultime otto gare. Marco gioca l‘intero incontro sul centro-destra del centrocampo a tre messo in campo da Gautieri. Prova discreta da parte sua in una gara che non rimarrà certamente negli annali del calcio.

 

HEMMY Luca (Poggibonsi) – 31/01/88 – 1 Presenza 0 Gol

 

Manca poco al suo rientro in squadra dopo l’infortunio al ginocchio.

 

LA ROCCA Emanuele (Isola Liri) – 15/01/89 – 22 Presenze 0 Gol

 

Rientra dalla squalifica e riprende il suo posto sulla corsia sinistra della difesa ciociara nell’incontro casalingo contro la Vibonese, terminato 0-0. L’Isola Liri perde una buona occasione per allungare sulla zona calda dei play-out contro i modesti calabresi peraltro arrivati nel Lazio con ben nove assenze. Gara scialba, priva di particolari emozioni. Esattamente come la prova di Emanuele.

 

PELLECCHIA Saverio (Melfi) – 09/11/88 – 16 Presenze 1 Gol

 

Mezzo passo falso del Melfi che non riesce ad andare oltre l’1-1 sul campo del fanalino di cosa Igea Virtus, appena 11 punti in classifica, praticamente retrocesso. Saverio viene confermato dal primo minuto dopo l‘ottima prova della domenica precedente e viene sostituito all’8′ del s.t. da Mangiacasale. Stavolta non è riuscito ad incidere come aveva fatto contro il Manfredonia, ma è importante che abbia avuto nuovamente la fiducia del tecnico Rodolfi. Vedremo se verrà ulteriormente confermata domenica prossima nell’incontro casalingo contro il Gela.

 

SMITH Thomas Lucie (Colligiana) – 22/08/88 – 6 Presenze 0 Gol

 

4 Presenze 1 Gol con il Potenza

 

Gioca ancora dal primo minuto nella trasferta di Bellaria dove la Colligiana ottiene un importante 0-0, portando a quattro i risultati utili consecutivi. Buon periodo quindi per la formazione di Vanoli che domenica prossima è attesa da un confronto molto difficile contro la capolista Lucchese, sebbene la formazione rossonera stia arrancando in queste ultime settimane. I valdelsani dovranno fare a meno del proprio tecnico in panchina che è stato squalificato dal Giudice Sportivo per “reiterate espressioni blasfeme”. Smith non gioca una gara memorabile, fatta per lo più di contenimento dalla Colligiana, ed esce dal terreno di gioco al 19′ del s.t. per far posto a Pellegrini.

 

 

SERIE D

 

MANZO Stefano (Gavorrano) – 02/02/90 – 17 Presenze 2 Gol

 

Adesso è ufficiale: il Gavorrano è in caduta libera. Doveva essere la partita per arrestare l’emorragia di sconfitte e per prepararsi al meglio allo scontro diretto di domenica prossima e invece la formazione di Magrini ha fallito di nuovo. Contro la Fortis Juventus, tra le mura amiche, finisce 3-1 per i mugellani che condannano il Gavorrano alla quarta sconfitta consecutiva; inoltre i “minerari” perdono la leadership in favore del Città di Castello, vittorioso a sua volta a San Gimignano con un eloquente 4-0. Stefano gioca dal primo minuto e rimane in campo fino al 16′ del s.t. quando viene rilevato da Gerbaudo. Viene ammonito. Prossima giornata, come detto, scontro diretto a Città di Castello. Una gara che potrebbe dire molto in questo rush finale.

 

NICOLETTI Matteo (Borgo a Buggiano) – 13/06/90 – 5 Presenze 1 Gol

 

9 Presenze 0 Gol con il Poggibonsi

 

Non conteggiamo la presenza a Matteo per la gara tra Borgo a Buggiano e Fossombrone, che lo ha visto comunque titolare, perche la gara è stata interrotta al 23′ del s.t. sul punteggio di 0-1. La sospensione è avvenuta dopo che un dirigente del Borgo a Buggiano, il 61enne Roberto Luporini, ha accusato un malore mentre assisteva alla gara ed è, purtroppo, deceduto nonostante gli immediati soccorsi. Emotivamente impossibile per i borghigiani proseguire l’incontro con la morte nel cuore, per quello che stava accadendo a bordo campo. Nella giornata di lunedì è arrivato il responso del giudice sportivo che ha dato partita persa a tavolino al Borgo a Buggiano per 0-3, un punto di penalizzazione e mille euro di multa. Sarà anche prassi, come ha detto il Presidente della Serie D Tavecchio, ma leggere una simile decisione all’indomani di quanto accaduto al “Benedetti” è a dir poco incredibile e vergognoso. L’ennesima figuraccia di insensibilità da parte delle istituzioni del calcio, sempre più avvolte nell‘ipocrisia. Speriamo che chi di dovere ponga rimedio a questa situazione imbarazzante, invece di farsi vedere ogni tanto belli e sorridenti a propinarci le solite frasi retoriche sui valori dello sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here