SERIE A

 

 

LODI Francesco (Udinese) – 23/03/84 – 10 Presenze 1 Gol

 

Dopo il rinvio a causa della neve di Udinese-Cagliari e le festività natalizie l’Udinese ha ripreso il suo cammino in campionato lo scorso mercoledì al San Nicola di Bari: sconfitta per 2-0 nell’esordio di De Biasi sulla panchina bianconera. Eh sì, perché dopo la gara non giocata contro il Cagliari è arrivato anche l’esonero di Marino. Lodi, a Bari, entrò in campo al 27′ del s.t. al posto di Sanchez poco dopo il raddoppio dei galletti. Non riuscì ad incidere e a cambiare il ritmo alla sua squadra. In Udinese-Lazio dell’ultimo week-end rimane in panchina per l’intero incontro in una gara contrassegnata dalla paura di perdere da parte di entrambe le formazioni che non hanno una felicissima posizione di classifica. Il pareggio era il risultato più probabile sulla carta. Così è stato: 1-1 il finale.

 

 

MARZORATTI Lino (Cagliari) – 12/10/86 – 6 Presenze 0 Gol

 

La sosta ha contribuito al definitivo recupero di Lino che adesso è a completa disposizione di Allegri. Anche il Cagliari non disputò la gara di campionato prima della sosta per via del maltempo e alla ripresa l’impegno era di quelli gravosi: in casa contro la Roma. Una gara incredibile che il Cagliari sembrava aver perso visto che al 90′ perdeva 2-0. In tre minuti, in pieno recupero, la formazione sarda è però riuscita ad agguantare la Roma e a guadagnare un punto importante quanto insperato. Cagliari che continua a stupire vincendo anche al Dall’Ara di Bologna grazie ad un gol di Matri che permette alla formazione rossoblù di rimanere nei quartieri alti della classifica. In entrambe le occasioni Lino è rimasto in panchina per l’intero incontro.

 

 

MCHEDLIDZE Levan (Palermo) – 24/03/90 – 2 Presenze 0 Gol

 

Non c’è traccia di Levan tra i convocati nè per Sampdoria-Palermo e nè per Palermo-Atalanta. Ormai il legame tra l’attaccante georgiano e il club siciliano è arrivato al capolinea e con tutta probabilità sarà ceduto in questo mercato di riparazione di gennaio. Peraltro Levan non ha nemmeno rispettato i tempi della convocazione post-vacanze ed ha rischiato di essere multato dal Palermo che non ha gradito affatto il ritardo. Vedremo gli sviluppi che ci saranno per lui nel corso di questo mese, si parla di una sistemazione in Germania, anche se non è semplicissima la questione.

 

 

MORO Davide (Livorno) – 02/01/82 – 15 Presenze 0 Gol

 

E’ ancora infortunato da prima della sosta e non ha preso parte alle prime due gare dell’anno solare del Livorno che è uscito sconfitto per 4-1 dall’Olimpico di Roma contro la Lazio nel giorno dell’Epifania ma che si è prontamente riscattato battendo il Parma in casa per 2-1. Nella circostanza è tornato al gol anche l’ex azzurro “Ciccio” Tavano.

 

 

PICCOLO Felice (Chievo) – 27/08/83 – 0 Presenze 0 Gol

 

Non figura nei 18 per la sfida contro l’Inter all’ora di pranzo del 6 gennaio dove il Chievo perde per 1-0 e non è convocato nemmeno per la trasferta di Roma contro la formazione giallorossa. Le uniche “tracce” Piccolo le lascia nell’amichevole contro la Sambonifacese dello scorso 3 gennaio dove disputò il primo tempo.

 

 

POZZI Nicola (Sampdoria) – 30/06/86 – 8 Presenze 0 Gol

 

Rimane in panchina in Sampdoria-Palermo 1-1 alla ripresa del campionato. A Napoli invece (dove la Samp è uscita sconfitta per 1-0 con un gol di Denis) entra sul terreno di gioco al 32′ del s.t. al posto di Semioli per cercare di dare maggiore incisività all’attacco blucerchiato. La mossa di Del Neri si rivela vana. Nei giorni scorsi si era parlato molto di lui in sede di mercato; il DG doriano, Marotta, aveva detto a chiare lettere che Nick avrebbe lasciato Genova ma poi è spuntato fuori un cavillo burocratico nella giungla dei regolamenti della Lega Calcio: un calciatore non può cambiare tre squadre nell’arco di una sola stagione e Pozzi ha già giocato gare ufficiali con la Samp ma anche con l’Empoli (in Tim Cup a Bari). In conclusione: o rimane a Genova cercando di ritagliarsi un po’ di spazio oppure torna ad Empoli a rinforzare l’attacco azzurro. Resta da vedere quanto, questa ultima ipotesi, possa essere praticabile.

 

 

PRIMA DIVISIONE

 

ARCIDIACONO Pietro (Sorrento) – 21/05/88 – 19 Presenze 1 Gol

 

Riparte anche il carrozzone della Lega Pro. Il Sorrento di Pietro viene sconfitto a domicilio dalla capolista Novara (autentica rivelazione del panorama calcistico italiano) con il più classico dei risultati: 2-0. La gara però è stata condizionata dagli episodi che si sono rivelati sfavorevoli per la squadra di Mister Novelli che è stato tra l’altro espulso al rientro negli spogliatoi dopo il primo tempo per proteste. Il match si sblocca al 34′ del p.t. con il primo gol di Motta (sarà suo anche il secondo), due minuti più tardi è proprio Pietro ad imbeccare in mezzo all’area di rigore Paulinho che di testa impegna il portiere avversario. Al termine della prima frazione gli episodi che probabilmente hanno deciso l’incontro: prima l’espulsione di Angeli del Sorrento per fallo su Rubino lanciato a rete e poco dopo un braccio galeotto di Shala che ferma proprio Arcidiacono a pochi passi dalla porta e il direttore di gara lascia proseguire. Nella ripresa il Novara fa valere la superiorità numerica e il vantaggio e trova il raddoppio a otto minuti dalla fine. Pietro al 19′ del s.t. lascia il posto ad Esposito.

 

 

BENASSI Maikol (Viareggio) – 26/11/89 – 16 Presenze 0 Gol

 

Brutta partita del Viareggio, tra le più brutte della stagione, che esce sconfitto di misura da Lumezzane anche se il gol dei bresciani è stato pesantemente contestato dai bianconeri perché il bulgaro Galabinov si è aggiustato il pallone con un braccio prima di battere Ravaglia. Maikol schierato al centro della difesa dal primo minuto è coinvolto nel grigiore generale della squadra.

 

 

BONATTI Matteo (Lumezzane) – 24/03/81 – 13 Presenze – 0 Gol

 

Rimane in panchina ad assistere alla vittoria della sua squadra contro il Viareggio per 1-0 che consente al Lumezzane di agganciare il Perugia a quota 28, a cinque lunghezze dalla zona play off. Gara che evidentemente non ha suscitato particolare entusiasmo: appena 52 paganti! Giovedì in campo per gli ottavi di finale di Tim Cup allo stadio “Friuli” contro l’Udinese di Totò Di Natale in gara unica.

 

 

FIUZZI Luca (Monza) – 29/08/84 – 17 Presenze 0 Gol

 

Clamorosa debacle del Monza con successiva contestazione finale al giocatore del Milan Clarence Seedorf (ufficialmente consulente tecnico della formazione brianzola). Monza battuto in casa dall’Arezzo per 6-1! Adesso la zona pericolosa dei play out dista soltanto due punti e la prestazione offerta contro la squadra di “Nanu” Galderisi non lascia ovviamente tranquilli i tifosi monzesi. Fiuzzi ha giocato l’intero incontro al centro della difesa, ovviamente è meglio che archivi in fretta assieme ai suoi compagni questa pagina amara.

 

 

PANARIELLO Aniello (Viareggio) – 08/10/88 – 11 Presenze 0 Gol

 

Compagno di reparto di Benassi, è l’altro centrale della difesa a quattro viareggina. Vale lo stesso discorso fatto per l’altro ex azzurro. Aniello aveva ritrovato il posto da titolare ma purtroppo ciò non è coinciso con un risultato positivo. E’ stato anche ammonito al 35′ del p.t. e questo cartellino giallo fa scattare la diffida nei suoi confronti.

 

 

PIZZA Samuele (Viareggio) – 05/09/88 – 17 Presenze 1 Gol

 

Stavolta anche lui è “vittima” della brutta partita giocata dal Viareggio. Formazione che è apparsa giù di tono anche dal punto di vista fisico, messa non benissimo in campo, inconcludente (appena 9 reti segnate in queste 19 gare di campionato…). Ci vorrà un’immediata reazione domenica prossima nel derby contro il Figline allo stadio “Dei Pini” per cercare di risollevarsi dai bassifondi della graduatoria. Samuele ha giocato l’intero incontro a destra nel centrocampo a tre schierato da Mister Rossi. Probabile che ci siano novità di mercato in casa bianconera, a tal proposito qualcuno sostiene anche che Samuele possa far ritorno alla base già in questa riapertura delle liste per andare a coprire un vuoto a centrocampo, alla luce anche del problema di Valdifiori alle prese con la pubalgia. Vedremo.      

 

 

SCIANNAME’ Claudio (Paganese) – 15/07/87 – 15 Presenze 1 Gol

 

Sconfitta immeritata per 1-0 per la Paganese sul campo di una delle candidate alla promozione: la Cremonese. Partita sbloccata da Guidetti dopo un quarto d’ora con un preciso diagonale ma, specialmente nel secondo tempo, la Paganese ha avuto diverse occasioni per pareggiare. Lasagna ha sbagliato un gol a porta vuota, Maisto si è fatto addirittura neutralizzare un calcio di rigore. La formazione di Palumbo rimane così fanalino di coda. Claudio ha giocato come al solito a sinistra nel centrocampo a quattro azzurro-stellato ed ha lasciato il terreno di gioco al 27′ del s.t. per far posto a Macrì.

 

 

SMITH Thomas Lucie (Potenza) – 22/08/88 – 4 Presenze 1 Gol

 

Il Potenza perde per 3-1 ad Andria, viene scavalcato in classifica proprio dalla squadra pugliese e adesso si ritrova ad un solo punto dall’ultimo posto in classifica in attesa della gara della Cavese impegnata a Pescara nel posticipo. Smith entra in campo al 19′ del s.t. al posto di De Simone quando il punteggio è di 2-1 per i padroni di casa ma non riesce ad incidere. Nel finale arriva anche il terzo gol personale di Sy che fissa il punteggio sul definitivo 3-1. Sulla partita c’è però una grave denuncia del tecnico potentino Capuano: “Il rigore era annunciato. Al rientro negli spogliatoi il direttore di gara, sulle proteste dell’Andria per un rigore non concesso, ha detto loro che glielo avrebbe assegnato nella ripresa. Vogliono farci retrocedere”.

 

 

SECONDA DIVISIONE

 

 

APERUTA Andrea (Poggibonsi) – 01/02/89 – 4 Presenze 0 Gol

 

Non fa parte dei 18 di Mister Firicano nella trasferta di Bassano dove il Poggibonsi ha ottenuto un importantissimo pareggio per 2-2.

 

 

ARVIA Giuseppe (Melfi) – 24/02/88 – 11 Presenze 0 Gol

 

Torna alla vittoria il Melfi. Una vittoria netta e importante: 3-0 al Barletta. Per Giuseppe però non c’è spazio, è rimasto in panchina per tutti e novanta i minuti continuando di fatto in questa altalena tra campo e panchina (ultimamente più panchina).

 

 

BALDANZEDDU Ivano (Lucchese) – 11/04/86 – 16 Presenze 0 Gol

 

Anno nuovo…vita vecchia. La Lucchese continua a vincere ed è sempre più capolista nel raggruppamento B della Seconda Divisione con 39 punti. Altra buona gara per “Balda” e anche questa non è una novità. La formazione rossonera è come un orologio, al momento pare non ci sia nessuna avversaria in grado di contrastarla ma il calcio, si sa, è imprevedibile. Mercoledì 13, alle ore 14.30, ci sarà il recupero contro il Poggibonsi dopo il rinvio per il maltempo prima di Natale. Una gara che Mister Favarin ha già detto di non voler fallire…

 

 

CAROTI Maico (Poggibonsi) – 26/08/89 – 7 Presenze 0 Gol

 

Neanche Maico riesce a trovare posto in Bassano-Poggibonsi.

 

 

D’ORIA Gianmarco (Prato) – 09/06/90 – 17 Presenze 12 Gol subìti

 

Il Prato batte il Celano per 3-1, rimane nella scia della Lucchese e al tempo stesso allunga sul San Marino bloccato sul pareggio a Carrara. Gianmarco rimedia il suo secondo cartellino rosso stagionale, un’espulsione duramente contestata dal pubblico di casa. Dopo che il primo tempo si era chiuso sull’1-0, con D’Oria praticamente spettatore non pagante, ad inizio ripresa l’episodio che ha ridotto il Prato in dieci: il portiere pratese atterra Marasco in area e l’arbitro decreta il calcio di rigore e l’espulsione per aver negato una chiara occasione da gol. Il tiro dal dischetto viene realizzato da Negro per il momentaneo 1-1. Prima del termine, come detto, altri due centri per il Prato che consentono all’undici di Bellini di iniziare bene il nuovo anno.

 

 

FORINO Dario (Poggibonsi) – 01/08/90 – 11 Presenze 0 Gol

 

E’ l’unico “azzurro” della numerosa colonia presente a Poggibonsi che figura nella lista dei 18 nella trasferta di Bassano dove la formazione giallorossa ha sfiorato il colpaccio. In svantaggio sul finire del primo tempo, la squadra di Firicano era riuscita a ribaltare la situazione portandosi sul 2-1 ma a cinque minuti dal termine è arrivato il definitivo pareggio dei padroni di casa. Dario ha giocato l’intero incontro in qualità di esterno sinistro difensivo.

 

 

GRANAIOLA Marco (Olbia) – 10/04/90 – 11 Presenze 0 Gol

 

Dopo molto tempo torna a giocare una partita intera, nel derby contro l’Alghero, terminato con uno scialbo 0-0 al termine di una gara piuttosto noiosa. Partita che però rischia di avere strascichi per quello che è avvenuto fuori dal campo, per la precisione nel piazzale antistante gli spogliatoi al termine del primo tempo. L’Alghero annuncia ricorso e denuncia un’aggressione subìta da alcuni suoi giocatori da parte di tesserati dell’Olbia. In particolare ne fa le spese il portiere Aresti costretto a rimanere negli spogliatoi. Vedremo gli sviluppi che prenderà questa spiacevole vicenda. Una situazione certo non facile per l’Olbia che è alle prese anche con alcuni problemi societari.

 

 

HEMMY Luca (Poggibonsi) – 31/01/88 – 1 Presenza 0 Gol

 

Sta ancora recuperando dall’infortunio ma il momento del rientro si avvicina sempre di più.

 

 

LA ROCCA Emanuele (Isola Liri) – 15/01/89 – 16 Presenze 0 Gol

 

Buona gara di La Rocca, schierato nel consueto ruolo di esterno sinistro della difesa laziale, nel successo interno per 2-1 contro il più quotato Siracusa di Mister Sonzogni che frena la propria corsa verso i play off. Primo tempo che si chiude sull’1-0, nella ripresa arriva al 21′ il pareggio siciliano e tutto lasciava supporre che potesse anche essere il risultato finale. Emanuele e compagni invece hanno cercato fortemente questi tre punti che sono un’autentica boccata di ossigeno e ad un quarto d’ora dal termine Paolacci trova il gol definitivo per il successo dell’Isola Liri.

 

 

NICOLETTI Matteo (Poggibonsi) – 13/06/90 – 9 Presenze 0 Gol

 

Stesso discorso fatto per Aperuta e Caroti. Non trova spazio nei giocatori portati sul terreno di gioco da Mister Firicano.

 

 

PELLECCHIA Saverio (Melfi) – 09/11/88 – 12 Presenze 1 Gol

 

Entra in campo al 30′ del s.t. al posto di Laporta quando il risultato è già sul 3-0 a favore del Melfi sul Barletta grazie anche ad una doppietta del nuovo arrivato Guazzo. Nessun cenno particolare per lui, è stato poco più di un quarto d’ora di allenamento. Il Melfi è sembrato molto vicino a quello di un paio di mesi fa dopo un periodo molto difficile in cui la formazione lucana aveva perso terreno ed era scivolata vicina alla zona play out.

 

 

SERIE D

 

MANZO Stefano (Gavorrano) – 02/02/90 – 13 Presenze 2 Gol

 

Roboante vittoria esterna del Gavorrano al “Turri” di Scandicci: 5-0 il risultato finale che non ammette repliche. Stefano ha giocato ancora dal primo minuto ed ha lasciato il terreno di gioco al 27′ del s.t. quando la gara era già ormai chiusa, sul 3-0. Gavorrano che rimane così in vetta alla classifica dopo l’ultima partita del girone d’andata ma non è possibile dire se sia campione d’inverno perché il Città di Castello, secondo a due punti, deve recuperare una partita.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here