empoli-genoa (12)Al termine della seduta di allenamento di ieri, alla ripresa degli allenamenti, il bosniaco Rade Krunic, autore del suo primo gol in serie A sabato contro il Genoa, ha scambiato alcune battute con i colleghi della carta stampata locale (Nazione/Tirreno).

Nonostante il suo italiano sia ancora lontano, il 22ene nativo di Foca ha espresso molto bene quelle sono le forti emozioni per quanto successo nel corso dell’ultimo match.

 

Sono davvero soddisfatto di queste tre partite che ho giocato, credo di aver fatto bene ed anche con Sassuolo e Roma avrei potuto segnare ma non è andata cosi. Con il Genoa è andata meglio e questo gol lo dedico a tutti i tifosi che credono in noi e non ci fanno mai mancare il loro supporto. E’ ovvio che un pensiero va anche alla mia famiglia. Quando ho segnato, e tutto lo stadio ha urlato il mio nome mi sono davvero emozionato, lo confesso, da noi il tifo è vissuto in altro modo e non ci si abitua mai a questo tipo di situazione. Non mi aspettavo di trovare spazio da subito, davanti a me ho un grandissimo giocatore (Saponara ndr.) ma credo di aver sfruttato al meglio queste occasioni e spero di potermi rendere utile alla causa ogni qual volta sarò chiamato dentro per dare il mio contributo alla salvezza che questa squadra merita”.

 

Sono state sicuramente tre buone prove quelle di Krunic ma adesso ovviamente con il ritorno di Saponara le gerarchie vedranno nuovamente il giovane bosniaco partire dalla panchina.La consapevolezza di avere una freccia in più all’arco è certamente cosa molto importante e siamo sicuri che adesso la sostituzione di un giocatore imprescindibile come Riccardo, sarà gestita e vissuta in modo più sereno. Difficile, come ha detto anche mister Giampaolo, che i due possano coesistere ma, volendo guardare anche in la nel tempo, l’Empoli adesso ha la consapevolezza di aver trovato un elemento che sarà decisamente importante anche nel futuro prossimo.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | L'ultimo Samp-Empoli
Articolo successivoQui Samp…oggi la ripresa
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

15 Commenti

  1. Anch’io sono dell’opinione che può fare bene anche come seconda punta.
    Magari per far rifiatare il gladiatore.
    Quando si presenterà l’occasione saprà dire la sua.
    Forza Rade !!
    Cresci bene….

  2. Scusate ma perché secondo voi il cosiddetto albero di natale con rade e Ricky dietro big mac non può funzionare? Sono 2 giocatori che sanno come e quando inserirsi e vedono la porta!

    • Credo che Giampaolo non voglia rinunciare al Puccia, il suo lavoro in fase di pressing è fondamentale per far rifiatare un po Maccarone, che altrimenti avrebbe sempre un raddoppio di marcatura.
      Inoltre sia Krunic che Saponara non garantiscono il pressing sulla linea difensiva che può fare Pucciarelli, perché giocano sulla trequarti e si inseriscono da dietro.
      Manuel non segna molto, ma fa un grande lavoro in fase di pressing e di appoggio: il passaggio di prima per Zielinsky (dal quale è scaturita l’azione del goal) ne è un ottimo esempio.

  3. Semplicemente perchè…non è stato mai provato, Marchino. Non è che dall’oggi al domani si possa inventarci uno schema. e da qui a giovedi ci son solo 3 giorni.

  4. RINGRAZIO RADE PER LA TESTARDAGGINE E LA DETERMINAZIONE
    DIMOSTRATA NEL GOL…IDEM MACCARONE

    GRAZIE PERCHE’ NON SI STAVA METTENDO BENE E QUELLO CHE CHIEDEVO IN SETTIMANA HA CAMBIATO LE COSE

    AVANTI CON IL COLTELLO TRA I DENTI

  5. Altroché se non potrà essere utile, questo giocatore è una piacevolissima sorpresa e sembra anche un ragazzo con la testa sulle spalle, un ragazzo da Empoli insomma che sarà molto utile quest’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here