sarri2Maurizio Sarri non ha parlato quest’oggi, come prevedibile ma qualcosa, anche di significato ha detto.

Lo ha fatto prima della seduta di allenamento che ha dato il via all’ultima settimana di lavoro per gli azzurri, e lo ha fatto con il collega Biuzzi de “Il Tirreno”, ammettendo l’incontro di ieri, non facendo il nome della Samp ma soprattutto dicendo che la società ne era al corrente. Cosa contraria aveva detto ieri il ds Carli:

 

Ho avuto un incontro con un altro club, ma ci tengo a precisare che avevo il permesso dell’Empoli. La mia società era al corrente di tutto. A pranzo con la Samp? Ho pranzato con mia moglie e non vi dico con chi ho parlato, ma è stato un incontro conoscitivo. Non c’era e non c’è nessuna trattativa avviata con altre società”.

 

Un Sarri eclettico che dice e non dice. La conferma dell’incontro c’è ma stona, va detto, questo essere o non essere al corrente da parte del club azzurro. Non resta che attendere quel 3 giugno, data fissata per la risposta di mister Sarri anche se immaginiamo già una conferenza pre Inter che verterà poco sul match e molto sul suo futuro.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedente"Il Punto", con Alessandro Marinai
Articolo successivoDal campo | Si riprende in vista dell'ultima fatica stagionale
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

35 Commenti

  1. Maurizio se hai incontrato quel Ferrero che ha smentito categoricamente l’incontro penso ti sia fatto un idea dell’affidabilità del personaggio…

  2. L´Empoli ancora non si e´ incontrata con sarri ed e´ per questo che carli ha smentito,sicuro,perche ovviamente sarri resterebbe ma prima ha da parlare con l empoli..

    ha avuto la possibilita di vedersi cn ferrero e lo ha fatto…non ci vedo nulla di male..non ci vedo nessuna mancanza di rispetto..

    se sarri va via non smantellerei troppo il gruppo perche poi si vanno a intaccare dinamiche psicologiche importanti che devono per forza influire sui risultati,prima del gioco che gioco forza una minima si modifichera cn l avvento del nuovo tecnico…

  3. a firenze, che società avrà incotnrato mai?
    lo avevo detto in tempi non sospetti. Sarri alla Fiorentina, è praticamente ufficiale.

  4. MISTER va dove ti porta il cuore …noi un futuro senza di te non riusciamo ad immaginarlo…e comunque e dovunque FORZA MAGICO EMPOLIIIIIIIII

  5. Ma chi se ne frega non alimentate polemiche si é incontrato la società non sapeva etc ….. decida come meglio creda e state sicuri che il progetto empoli con 50mln in tasca non finirà almeno per i prossimi 20 anni.
    Basta con questo teatrino.

  6. Quando dice una cosa non nasconde nulla e dice la verità
    Carli icchè tu pensavi che Maurizio nascondesse quello che fa quando ha ancora due anni di contratto
    Mi viene una pulce nell’orecchio: un sarà mica che questo è un pretesto per mandarlo via così si smantella tutto e gli si dà neanche un aumento di stipendio e si riempono le casse?

    • Ovvio…l’Empoli vuole retrocedere sennò se si risalva prende altri 30 milioni…no no meglio smantellare tutto e non prenderli……secondo me a fare questi discorsi vu avete bevuto parecchio gallonero ahhahaha

  7. Io mi sono già stufato nella telenovella SARRI. Ora poi, dopo il contrasto con le dichiarazioni di Carli, ne ho piene le scatole.
    Sarri aveva sempre dichiarato di voler rispettare il contratto stipulato quando le cose gli andavano male e ne aveva bisogno e ha sempre detto che fino alla fine del campionato non avrebbe pensato al mercato, addirittura in una intervista, a una domanda sul suo futuro, mancò di rispetto a tutti e se né andò tutto inviperito, come un maleducato qualsiasi.
    Probabilmente per Sarri le promesse sono opzional da non mantenere, forse s’è montato la testa: a ciascuno le proprie considerazioni.
    Capisco che quando passa il treno della fortuna bisogna prenderlo, ma cacchio un uomo è un uomo e quando dà una parola o ha addirittura firmato un contratto deve onorarli se no non è un uomo degno di rispetto ma un quaquraquà.
    E non strappiamoci i capelli se andrà via come certamente sarà, perché, pur nella sua bravura indiscutibile, magari anche con qualche zona ombra, non è l’unico allenatore che mastica calcio, pensiamo che sopra l’Empoli in classifica ci sono altri 14 allenatori e 14 squadre che hanno fatto a meno di lui, allora si vedrà che succederà senza di lui, cercheremo di farne a meno anche noi, così come abbiamo fatto tante volte: morto un papa se ne fa un’altro, nessuno è indispensabile.
    D’altronde giocatori e allenatori sono mercenari al soldo di chi li paga di più e sono come le piene d’Arno arrivano e passano, ma Empoli e i propri tifosi rimangono e si meritano molto rispetto e un comportamento più chiaro e sincero com’è stato il loro nei suoi confronti.
    C’è anche un’altra considerazione da fare che quando un allenatore cambia 17 panchine in 22 anni, quasi alla media di una l’anno, e viene licenziato così tante volte,qualche problema caratteriale o di altra natura ce lo avrà, non sarà mica stata colpa sempre della società. Comunque ho completa fiducia in Corsi e nel suo staff e quindi non mi preoccupo più di tanto.
    Scusate ma ne avevo proprio bisogno di sfogarmi.
    Se qualcuno non sarà d’accordo con me, e saranno tanti, sappia che lo capisco e lo rispetto e non è necessario aprire un dibattito fra noi tifosi che tanto non interesserebbe nessuno.
    Tanti saluti a tutti e forza azzurro sempre e domenica giù a ritrecine all’Inter.
    Gianca

  8. Ragazzi ha incontrato la Fiorentina, non ci rompiamo le OO. Tutti hano scritto della Samp, allora se avesse visto la Samp, visto che ha ammesso un incontro, perche non confermarlo. E poi Ferrero smentisce. Due più due fa quattro. E lui sa perfettamente che se parla di Fiorentina fa succedere un canaio.

  9. Vada dove vuole rimarrà un bel ricordo e tanto rispetto…noi andremo avanti come facciamo da molti anni con le tasche un po più piene.

  10. ancora sta storia lo ridico,i giocatori e allenatori vanno e vengano i tifosi rimangano e 35 anni che vado allo stadio e quello che ci deve premere e lo stadio, non voglio stare altri 35 anni in quello schifo di stadio sarebbe l’ora e il momento per pensare a noi tifosi
    .

    • Te non capisci una bella s…Enrico scusa se te lo dico , ma che stadio vuoi per una cittadina di neppure 50000 abitanti…. certamente lo stadio non è bellissimo ma abbiamo una maratona coperta al costo di un abbonamento irrisorio, uno stadio migliore non spetta alla società ma al comune e figuriamoci se con la mancanza di quattrini che c’è pensano allo stadio.

      • I MARATONA E LA COSA PIù SCHIFOSA CHE PUò VOLERE UN TIFOSO
        i veri stanno in curva
        e possibilmente a semi cerchio in modo da coinvolgere più persone
        nel tifo
        ti giuro che io sono sul centro destra della maratona e non si sente partire i cori , io voglio partecipare ma non si può stare tutti su 10 scalini di cui tanti che un cantano
        rifletti se sei un vero tifoso, te lo dice uno che il lunedì
        rimaneva senza voce

  11. Se Sarri si è mosso è perchè la società gli ha già fatto capire quali sono le proprie intenzioni: vendere il vendibile e poi arrangiarsi mettendo insieme una rosa per provare a salvarsi, confidando nello scadimento tecnico della A e sul fatto che dalla B non sono state promosse delle corazzate.

    Lui ha chiesto chiaramente un progetto tecnico a media scadenza con meno partenze possibile, loro gli propongono l’ennesima rifondazione.

    Peccato, ci sarebbero state le condizioni (credo per la prima volta con tale evidenza) per puntare a consolidare nel tempo la presenza azzurra in A.

    Le critiche al mister sono assolutamente pretestuose e, al limite, le responsabilità del divorzio vanno ripartite 50 e 50 con C&C.

  12. Io ribadisco che Sarri se pensa di andare a Genova….se la Samp insegue un progetto che la puo’ portare allo scudetto o comunque in Champion Ligue,fa benissimo ad andarci perché a 56 anni o prendi un treno per una destinazione importante o è meglio che il biglietto non lo fai e rimani a Empoli…..Pero’ dico io,o con permesso della società o senza,ma non poteva aspettare di aver giocato a Milano e poi farsi contattare da chi voleva?Solo per una questione di principio e anche per il fatto che se vuole dai giocatori “testa” fino a Milano….lui per primo deve dare l’esempio……Con questo….Grande Sarri,Viva Sarri e possibilmente resta Sarri!

    • Concordo pienamente con te Daniele , dopotutto mancano pochi giorni alla fine del campionato e aspettare per incontrarsi con chi voleva non era certamente una cosa impossibile, comunque per me rimane sempre un grande allenatore, forse un poco meno uomo.

  13. Sulla stemma c’è scritto 1920 il che vuol dire allenatori e calciatori ne sono passati tanti ma l’Empoli è sempre li con i suoi tifosi da generazioni

  14. Sarri se vai via rimpiangerai Empoli. Ed è vero,prima di incontrare un altra società potevi aspettare la fine del campionato. Se vai dalle nane,empoli poi ti fischira’. Poi empolesi, morto un papa se ne fa unun’altro. Ora e sempre forza EMPOLI E basta.

  15. A Empoli x sempre nn ha senso , è’ arrivato in A cin merito ed ha dimostrato che è un allenatore valido perciò è’ giusto che sia ambizioso e che vada dove può ottenere di più in termini di stipendio ed ambizioni di classifica ed io gli auguro il meglio Ad Empoli arriverà un altro che se all altezza farà bene. Juve docet andato via conte era la fine ….. Invece allegri ha già fatto meglio. Teniamone di conto

  16. Ragazzi , ma lui è un tifosi simo viola ma che vi aspettate che rimanga a empoli dopo l’incontro di ieri mi sembra tutto chiaro o no

  17. se rimane con entusiasmo e motivazioni sono contento…
    se va via dispiace come dispiaceva dopo Salvemini.spalletti.baldini.cagni ecc…
    pero’ la storia dimostra che le persone passano e la squadra spesso
    e’ ritornata anche piu’ forte di prima!!

  18. Ora sta a vedere eh…..Io glielo ho detto….lui non ce l’ha detto….un bel teatrino ….finta “leticata”…..e si ritrova in Viola insieme a 2/3 giocatori il prossimo anno…..

  19. A parte gli scherzi….il fatto “io non lo so…io glielo ho detto” mi sembra sancisca ormai i titoli di coda di Sarri ad Empoli…..Aggiunto al fatto che era stato detto e ridetto che ormai i colloqui iniziavano dopo la fine della stagione. E non si venga a dire che la motivazione è che l’Empoli smantella la squadra: è il gioco, la fortuna e la politica che deve fare e sempre è stata fatta a Empoli! Le poche volte che si è provato a fare diversamente manca poco si fallisce! Si dica piuttosto che, dopo una bella stagione ed i complimenti al bel gioco riconosciuto da tutti, qualcuno, non più di primo pelo, è giusto che tenti di allenare una squadra con ambizioni più alte di quelle che Empoli può e non deve perseguire in tempi come questi. Il Teatrino lasciamolo ad altri….O forse il teatrino è predisposto per farci ingoiare la destinazione “laghetto delle Nane”? Chissà….forse tra una settimana lo sapremo….speriamo perchè ci eravamo salvati in anticipo e sarebbe un peccato perdere tempo inutilmente….salvo che anche la società abbia già individuato e assicurato un nuovo mister….

    • Caro Leone Azzurro, hai perfettamente ragione ed io concordo in tutto, però Sarri, per quel poco che noi tifosi sappiamo, si comporta da persona inaffidabile che non mantiene gli impegni presi.
      Quando era sull’orlo dell’ennesimo esonero, che gli avrebbe certamente troncato la carriera, gli venne offerto un biennale come ciambella di salvataggio e lui ci si afferrò immediatamente, ora che ci sono di mezzo più quattrini, non vale più e non mantiene le parole date ed i contratti firmati. Scusatemi ma se così fosse, allora per me Sarri rimarrebbe un buon allenatore ma nonostante i discorsi, le apparenze e le pose da popolano schietto e puro, (lo stipendio che percepisco mi basta: è sempre di più di quello che percepiva mio padre facendo l’operaio, disse una volta), ora che ha visto un po di soldi ci gira nel manico, se fosse così sarebbe una persona da nulla come tanti nostri politicanti e che io disistimerei.
      Forse lui non ha capito che noi siamo l’Empoli e che siamo abituati, da buoni campagnoli, quali orgogliosamente rivendichiamo di essere, a fare il passo quanto è lunga la gamba e a mantenere gli impegni costi quel che costi. I nostri vecchi dicevano che qui basta una stretta di mano che per noi vale come un contratto. Lo dimostra il fatto che abbiamo continuato a pagare ,lo stipendio a giocatori che ci avevano voltato le spalle e non mantenuta la parola, ultimo il caso di un portiere, per non fare nomi.
      E poi, ma non abbiamo Martusciello? Lui conosce bene tutto lo spogliatoio e l’ambiente ed è uno di loro, che prenda il patentino e poi facciamogli fare il secondo ad un nuovo allenatore e via per la nostra strada e diamo anche un ruolo di responsabilità a Maccarone che ha dimostrato grande attaccamento a questa città e ai nostri colori e poi ma abbiamo anche Carli e in ultimo, ma non certamente ultimo, abbiamo il NOSTRO GRANDE PRESIDENTE che tutto vede e dispone, allora non strappatevi i capelli se Sarri va via, è bene che vada a fare comunella con quelli del suo pari, qui sarebbe un corpo estraneo.
      Ciao.
      Gianca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here