In un’intervista rilasciata ai microfoni di ‘Linkiesta’, Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo, annuncia la sua volontà, quella di lasciare il club: “Non c’è più spazio per Mapei nel mondo del calcio. In questi anni abbiamo subito troppi torti e con quelli di questa stagione posso dire che la misura è colma. La partita con la Sampdoria è stato solo l’ultimo di tanti troppi torti arbitrali: quest’anno ci hanno tolto almeno dieci punti. Ne prendo atto e sono pronto a togliere il disturbo. La mia amarezza si traduce in pratica nella decisone di non fare più investimenti sul calcio, tanto ho capito che ci sono logiche superiori dalle quali non si può prescindere. Come procederà la mia uscita? Adesso non lo sappiamo ancora. Dipende da quanto riusciremo a realizzare con la razionalizzazione del parco giocatori. Sarà sicuramente un taglio deciso nell’ordine del 60/70 per cento. Non rinnoveremo i contratti in scadenza più onerosi e venderemo i pezzi pregiati della squadra. Questo è il primo passo verso l’abbandono: l’entusiasmo è passato. Anche perché è difficile rimanere in un ambiente nel quale è chiaro che fare risultati basandosi solo sul puro merito sportivo non è una priorità”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSi lavora agli sponsor, le maglie e gli abbonamenti
Articolo successivoAl Settore Giovanile dell'Empoli FC
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

14 Commenti

  1. DUE COSE.
    1
    LE LOGICHE SUPERIORI E I CANI BASTARDI DEL CALCIO A PARTIRE DA MOGGI E PER FINIRE CON L’ULTIMO MAFIOSETTO DELLA LISTA ANDEBBERO FATTI MARCIRE IN GALERA. AL PARI DEI POLITICI CORROTTI. E DEI CORRUTTORI.
    2
    SQUINSI NON LO CONOSCO MA HA BUTTATO TANTI SOLDI NEL SASSUOLO NEL TENTATIVO DI FARE COME L’EMPOLI NELLE PASSATE STAGIONI DI RINCORSE DALLA B ALLA A (CON MIX. GIOVANI+ESPERTI).
    E’ IMPOSSIBILE FAR LUCRO CON UNA SQUADRA DI CALCIO A MENO CHE NON SEI L’EMPOLI CHE LANCIA I GIOVANI DI QUALITA’.
    QUESTO MI FA MOLTA PAURA ANCHE PER IL NOSTRO FUTURO.
    MI DISPIACE ANCHE PER AGLIETTI CHE E’ STATO ASSOCATO AL SASSUOLO.

  2. Sto signore dove ha vissuto fino ad ora su Marte ??, siamo riusciti a distruggere un grande paese costruito sul sacrificio dei nostri avi, solo perchè siamo uno dei pochi paesi al mondo ( sto parlando ovviamente di paesi sviluppati) dove il merito è considerato un fattore destabilizzante della società, dove ogni cosa è gestita in maniera mafiosa, che se ne è accorto solo ora che la sua squadra non è stata promossa in serie A??

  3. Questo vive sulla luna però bisogna anche vedere se ha davvero avuto tanti torti arbitrali come dice, perchè è facile dire che sono contro di te ma vanno visti anche gli episodi a favore…caro squinzi. Allora noi EMPOLESI che si dovrebbe dire?!?!?!?!?! puntualmente ogni anno c’è puzza di bruciato contro l’Empoli e non parlo solo di prima squadra ma anche di settore giovanile. Tanto è capace questo squinzi dopo averci investito tanti soldi ha capito che col calcio non si guadagna e quindi se ne tira fuori cerando di riprendere qualcosa(vedi :”Non rinnoveremo i contratti in scadenza più onerosi e venderemo i pezzi pregiati della squadra.”) P.S. il GOAL di Marianini a Torino è ancora nella mia mente…come il goal di bianconi…altro che Muntari!!!!!!!!!!!!!!

  4. Comunque,negli anni passati,una squadra amministrata bene come era l’Empoli calcio,ha guadagnato,altro che se ha guadagnato.Quando nel calcio giravano quattrini veri,chi come l’Empoli calcio,sapeva il fatto suo in termini di gestioni aziendali metteva in tasca dei beni soldini.
    Il problema vero e proprio è che ora,in Italia,i soldi non girano più in nessun business ed il calcio non fa eccezione,anzi rappresenta un “lusso” dal quale certi presidenti non ricavano più quello che tiravano fuori in passato,in termini di soldi,fama,investimenti a basso costo nelle città ( Della Valle docet ) e via discorrendo.Se ne esce solo con un generale ridimensionamento,puntando sui giovani e ripartendo da un vero insegnamento di base.I talenti nati negli anni 60-70 non ci sono più,al loro posto nidiate di giovani montati su da famiglie e procuratori famelici,che hanno perso l’umiltà e la voglia di arrivare,come disse bene Gattuso in un’intervista di qualche settimana fa.

  5. Sono pienamente d’accordo con Squizzi, pero’ fare una disfatta così e’ troppo, anche per i tifosi e’ dura da buttarla giu’….

  6. Che gli girono le palle e son daccordo però !
    Ca..o , il Sassuolo termina il campionato con 80 punti e la Samp con 67 (a casa mia 13 punti di differenza) e in serie A chi ci va !?!?!?
    Secondo me c’è da rivedere qualcosa nel regolamento (ma son proprio necessari Play-out off , se non per fare qualche incasso in piu ?!?!? )

  7. Sono pienente d’accordo con quello che ha detto mark78,pero squinzi lascia nell merda tutti quelli del sassuolo…vende tutti i piu forti ci prende soldi e poi lui si leva dalle balle!!!!

  8. E’ vero,ma infatti non e’ un caso che circa 10/12 partite alla fine la Samp era 10/11 e poi non si sa come hanno centrato i play off, e poi addirittura vincerli!! La Samp ce l’hanno spinta( e non poco) in Serie A!!! E le squadre che ci rimettono sono sempre quelle piu’ piccole!!

  9. Sono pienamente d’accordo con quello che ha detto mark78,pero squinzi lascia nella m***a tutti quelli del Sassuolo partendo dai tifosi e fonendoscopi dai il suo successore…vende tutti i piu forti,ci prende i soldi e poi lui si lava dalle balle!!!

  10. Secondo me play off e play out sono FONDAMENTALI, x noi italiani, x evitare i biscotti di fine anno, xchè quasi squadra ha un obiettivo fino all’ultima partita! Anzi, io aumenterei il numero delle squadre coinvolte stile basket.
    Il Sassuolo aveva 13 punti in più ed infatti con due pareggi sarebbe andato in A.
    Quello che critica il presidente del Sassuolo NON sono i play off, ma il sistema mafioso del nostro calcio.
    Alla Samp quest’anno sarebbe bastato entrare fra le prime sei per andare in A, al resto ci avrebbero pensato i “poteri forti”… questo è il vero schifo!

  11. MA MI FACCIA IL PIACERE SQUINZI, VAI CHE E’ MEGLIO E VADA A FARE A TEMPO PIENO IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA (BONI DAVVERO, POVERI NOI ITALIANI)…CHE CON 300 SPETTATORI A PARTITA E’ ARRIVATO IN B E VOLEVATE ANDARE IN A…..MA PERCHE’ NON GUARDIAMO TUTTI GLI ARBITRAGGI A FAVORE DEL SASSUOLO CHE SONO STATI VERAMENTE V E R G O G N O S I IN TUTTI QUESTI ANNI… E POI PERCHE’ IN UNA PARTITA CONTRO UNA SQUADRA CHE HA IL 6° PUBBLICO D’ITALIA VIENE UN PO’ SFAVORITO GUARDA UN PO’ COSA MI TOCCA SENTIRE….. ROBA DA PAZZI……….

    • ciaccio elenca i torti arbitrali a favore del sassuolo e poi ti elenco quelli a sfavore. vivete solo per criticare. BASTA CRITICARE E INFORMATI PRIMA DI SCRIVERE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here