E’ una settimana davvero impegnativa per il Centro di Coordinamento Empoli Clubs; una settimana importante che, oltre ad essere quella ufficialmente conclusiva della stagione 2010/11, è anche ricca di appuntamenti uno dietro l’altro.

 

Ieri, martedi 24 maggio, è stata una giornata davvero ricca di impegni, e noi di PianetaEmpoli.it ci siamo recati alla sede del Centro di Coordinamento Empoli Clubs per scambiare due battute con il Presidente Athos Bagnoli. “Si è cominciato questa mattina presto (ieri per chi legge, ndr), con la giornata conclusiva della Scuola del Tifo, – esordisce Athos – ed è stata davvero un grande successo. A questo evento hanno partecipato oltre 300 bambini delle scuole elementari di tre comuni, oltre a quello di Empoli anche di Vinci e Limite e Capraia, mi ha fatto piacere vedere un così tanto coinvolgimento da parte delle amministrazioni comunali con la presenza dei Sindaci”.

 

All’evento ha partecipato anche l’Empoli Calcio in maniera attiva… “Sì, è vero. C’era il Presidente Fabrizio Corsi, che è rimasto colpito dalla partecipazione, e poi molti giocatori azzurri… siamo convinti che questa mattina abbiamo riavvicinato molti futuri tifosi alla squadra azzurra…”.

 

C’erano anche Alfredo Aglietti e Marcello Carli… “sì e questa vicinanza della società azzurra ci ha dato una grande soddisfazione. Sicuramente ci ha ridato maggiore entusiasmo per ripetere ancora questa iniziativa, unica in Italia”.

 

A tutti i bambini è stato donato qualcosa di azzurro… “abbiamo regalato loro uno zaino dell’Empoli e una maglietta azzurra, così potranno essere sempre vicini alla nostra squadra e magari colorare ulteriormente gli spalti del Castellani”.

 

…e una “speciale” card… “ecco appunto, una card particolare dove sono presenti le proprie generalità, in cui si ricorda che siamo tifosi dell’Empoli (ride) e dove c’è una frase molto importante, e cioè che l’Empoli FC invita tutti i bambini fino ai 14 anni d’età in via del tutto gratuita a partecipare alle partite al Castellani, per sostenere la squadra azzurra e continuare a portare avanti il progetto A Scuola di Tifo…”.

 

Settimana ricca di impegni, dicevamo, per il Centro di Coordinamento, Scuola di Tifo ma non solo; oltre a partecipare attivamente all’organizzazione per l’edizione 2011 del “Volo del Ciuco” in queste ore si lavora per il Premio Emiliano Del Rosso che proprio questa sera, al Cenacolo degli Agostiniani in Empoli verrà assegnato ad un calciatore azzurro.

 

Nelle due foto una immagine della speciale card realizzata dal centro di coordinamento.

 

Gabriele Guastella

6 Commenti

  1. Bravi !! veramente una bellissima lezione di vita…
    Complimenti a tutti quelli che hanno portato avanti con passione questo progetto, speriamo di vedere tutti questi bambini allo stadio a tifare il nostro MAGICO EMPOLI.

  2. sarò criticone … ma il fatto che siamo l’unica squadra a dover raccattare i “futuri tifosi” nelle scuole è triste. poi chi vi dice che tanti di quei bambini diventeranno tifosi dell’Empoli? io me lo auguro … ma dipende solo dai risultati che farà la squadra nei prossimi anni.

    vi ricordate a frosinone solo per la serie b che entusiasmo c’era? e non tirate fuori le bischerate che loro rappresentano un capoluogo di provincia e noi no, e il fatto che c’è la fiorentina, perchè non c’entra niente: loro hanno anche + assortimento se è per questo c’è sia la Roma che la Lazio. Ciao

  3. L’iniziativa è lodevole a prescindere. Detto questo auguriamoci che per il prossimo anno ci siano maggiori iniziative a partire dalla presentazione della squadra. Perchè voi di PE non vi fate promotori della cosa?

  4. cmq non fraintendetemi perchè io apprezzo comunque l’impegno da parte della società e del CCEC per questa iniziativa ; la mia era solo una riflessione

    • L’entusiasmo va a periodi, anche noi abbiamo passato il nostro periodo d’oro: 5000 a modena, 6000 a cremona, 11000 in casa con il pescara in notturna e in serie B !!
      Sono numeri di 10/12 anni fà non di più, purtroppo ora le cose sono cambiate un pò per tutti e a maggior ragione queste iniziative sono da APPLAUDIRE, portare in giro l’orgoglio di essere Empolesi cercando di trasmetterlo ai bambini per me è una cosa bellissima,commovente, quindi prendiamo esempio da queste iniziative e probabilmente qualche tifoso in più lo avremo.

      • infatti guarda non sto criticando l’iniziativa anzi! pensavo solo a quanto sia triste esser dovuti arrivare a questi punti . ma come dici te essendo in periodo duro del calcio n generale … ben vengano le iniziative come queste, solamente sarebbe meglio che non ce ne fosse bisogno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here