Vendere !

 

Questa è la parola d’ordine che si sono dati i dirigenti azzurri in missione a Milano sede del calciomercato. Vendere, si, anche perchè, se si vuol comprare, bisogna rifocillare le casse, e solo vendendo lo si può fare.

 

Per vendere ci deve essere qualcuno che compra, ed un buon compratore la società azzurra sembra averlo trovato nella Reggina, società neoretrocessa, ma con chiare, chiarissime intenzioni di tornare subito in serie A.

 

buscè ritira dalle mani di guastella il leone d'aregento 2005Avevamo già avuto modo di dire che, uno dei principali obbietti del club dello stetto è il nostro Davide Moro, ma adesso, sembra rientrato nelle lore grazie anche quell’Antonio Buscè, che fino ad una settimana fa, era in procinto di diventare un galletto barese.

Il Bari, o meglio il nuovo tecnico Ventura, hanno deciso che quella di Antonio non era una figura prettamente essenziale per il prossimo campionato biancorosso, e dato che Buscè ha 34 anni, e l’Empoli almeno un milione di euro lo vorrebbe ricavare, l’affare non si è fatto.

 

Ecco dunque, che, forte anche del paracadute ( come successo a noi lo scorso anno ) da ex squadra di serie A, la Reggina sembra essere disposta, magari limando un pochino la cifra, a chiudere con il club di Corsi, andando a mettere anche Buscè tra le importanti pedine a disposizione di Walter Novellino, grande apprezzatore dell’esterno destro napoletano.

 

Chi scrive su questo sito ha l’Empoli nel cuore e non soltanto nel portafoglio, quindi perdonateci una riflessione puramente da ingenui tifosi, e cioè, perchè dover per forza rafforzare una squadra a noi concorrente ?

E se concorrente non lo è, vuol dire che giochiamo per due obbiettvi diversi, il che è forse peggio.

 

Staremo a vedere.

 

A.C.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here