Serie A | Il piccolo Filippo… l’esempio di un calcio “semplice”

Serie A | Il piccolo Filippo… l’esempio di un calcio “semplice”

Filippo, il piccolo tifoso deluso L’Inter lo porta alla Pinetina Milano, 18 febbraio 2012 La foto del bambino dello striscione “Potete vincere? Altrimenti a scuola mi prendono in giro!” impazza su media e social network. Filippo, 9 anni, è stato rintracciato e domani incontrerà i suoi idoli.

Filippo, il piccolo tifoso deluso L’Inter lo porta alla Pinetina

Milano, 18 febbraio 2012

La foto del bambino dello striscione “Potete vincere? Altrimenti a scuola mi prendono in giro!” impazza su media e social network. Filippo, 9 anni, è stato rintracciato e domani incontrerà i suoi idoli.

Il piccolo Filippo, mostra lo striscione, la parte sana del calcio“Potete vincere? Altrimenti a scuola mi prendono in giro! Grazie Filippo”. In un calcio esasperato da polemiche, rivalità, contestazioni anche accese, lo striscione di questo bambino ieri a San Siro non poteva passare inosservato. L’invocazione di chi il calcio lo vede (ancora) come un gioco contro i cori “Andate a lavorare” e le manate alla macchina dell’amministratore delegato nerazzurro, Ernesto Paolillo.

Premio simpatia — Il cartellone di Filippo, che ha 9 anni e frequenta la quarta elementare, è finito su tv e giornali e adesso tutti lo cercano. L’Inter non ha vinto, anzi. I nerazzurri sono stati umiliati in casa dal Bologna, Moratti ha lasciato lo stadio nel secondo tempo, imitato da tanti tifosi sul 3-0. Telelombardia lo ha scovato e intervistato. A dispetto dell’età, Filippo ha le idee chiarissime, almeno sul calcio: “Io non cambio squadra, resto tifoso dell’Inter. Quando abbiamo vinto il triplete ero io a prendere in giro i miei amici, ora posso girare a testa alta. Spero che questo cartello esposto con il Bologna sia l’ultimo che mostrerò”. Domani il ragazzino dal caschetto biondo sarà alla Pinetina, ospite della società nerazzurra che l’ha cercato con la stessa insistenza delle tv. Dal club hanno rintracciato la famiglia e hanno invitato tutti (blog mamma, papà e sorelle) nel centro sportivo luogo di allenamento della squadra di Ranieri. L’incontro avverrà dunque domani mattina e sarà l’occasione per addolcire l’ambiente colpito dagli ultimi insoddisfacenti risultati. Certo Filippo avrebbe preferito vedere i suoi beniamini vincere venerdì sera piuttosto che diventare una celebrità. Ma qualche sfottò tra compagni può valer bene una maglia di Zanetti o Milito.

Fonte: gazzetta.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy