Pozzi-Edér “vendetta azzurra” al Livorno, e “mister” Montella stende la Juventus

.

A cura di Gabriele Guastella

.

Dopo 15 anni la Fiorentina torna a vincere sul proprio campo contro la Juventus. Partita incredibile che va sul 2-0 per i bianconeri alla mezzora del primo tempo. Nella ripresa, con la Juve più volte vicina al tris (miracoloso Neto sull’ex Empoli Marchisio, ndr), la Fiorentina in 15 minuti dal 21′ al 36′ segna quattro volte (tripletta di “Pepito” Rossi, ndr) e vince 4-2. Un altro ex Empoli, cresciuto nella nostra città, diventato uomo nella vita e nel calcio con l’azzurro addosso, ovvero Vincenzo Montella è l’unico elemento tra giocatori e i dirigenti viola che nel dopo gara non perde l’aplomb e commenta con immensa soddisfazione lo storico risultato; il presidente gigliato Andrea Della Valle viene “sorpreso” invece a saltellare fuori dallo stadio insieme ai tifosi: euforia alle stelle sulle rive dell’Arno.

.

Edér e Pozzi: i due ex azzurri a segno contro il LivornoChi invece, calcisticamente parlando, vendica in parte la sconfitta nella finale Play Off della scorsa stagione patita dagli azzurri è la Sampdoria, imbottita di ex Empoli. E Vasco Regini, entrato al minuto 79′, si gode una vittoria che sa davvero di rivincita. I blucerchiati sbancano l’Ardenza vincendo 2-1 contro il Livorno grazie a due rigori. Nel primo tempo al 19′ lo segna un ragazzo cresciuto con la maglia azzurra, il brasiliano Edér. Il finale di partita è scoppiettante: al 92′ i labronici pareggiano con Siligardi, ma al 95′ subiscono il secondo rigore del match e il gol della sconfitta con un altro ex Empoli tal Nicola Pozzi che con estrema freddezza deposita il pallone in fondo al sacco.

.

LE ALTRE – L’Inter torna a fare l’Inter, come recita l’inno ufficiale “Pazza Inter”. Resta in dieci, va sotto, rimonta, passa in vantaggio e subisce il 3-3 al 90′: Torino ringrazia. La giornata resta comunque positiva per la Roma che venerdi aveva vinto 2-0 con il Napoli; la contemporanea sconfitta anche della Juventus proietta i giallorossi a +5 sulle seconde. Infine un cenno lo merita l’Hellas Verona dell’ex Toni che, vincendo 3-2 con il Parma, si innalza da sola al quarto posto, in piena zona Europa.

.

RISULTATI:

Roma-Napoli 2-0 (giocata venerdi)

Cagliari-Catania 2-1 (giocata sabato)

Milan-Udinese 1-0 (giocata sabato)

Atalanta-Lazio 2-1

Fiorentina-Juventus 4-2

Genoa-Chievo 2-1

Livorno-Sampdoria 1-2

Sassuolo-Bologna 2-1

Hellas Verona-Parma 3-2

Torino-Inter 3-3.

.

CLASSIFICA:

Roma 24

Juventus e Napoli 19

Hellas Verona 16

Inter e Fiorentina 15

Atalanta 12

Milan e Lazio 11

Torino, Udinese e Cagliari 10

Parma 9

Livorno e Genoa 8

Sampdoria 6

Catania e Sassuolo 5

Chievo 4

Bologna 3

.

CLASSIFICA MARCATORI:

8 Reti: G.Rossi (Fiorentina);

6 Reti: Cerci (Torino);

5 Reti: Jorginho (H.Verona), Hamsik (Napoli) e Palacio (Inter);

4 Reti: Callejon (Napoli), Denis (Atalanta), Tevez (Juventus), Florenzi (Roma);

A seguire tutti gli altri marcatori;