A cura di Gabriele Guastella

.

Il duello per il terzo posto e l’accesso alla Champions League è diventato quasi più interessante del duello Juventus-Milan per la conquista dello scudetto.

Tre squadre Udinese, Napoli e Lazio si sfidano a distanza a colpi di gol ed emozioni. Il Napoli di Walter Mazzarri impegnato al Dall’Ara di Bologna con i rossoblu che vogliono congedarsi dai propri tifosi con una vittoria;

l’Udinese che, nonostante un Genoa a caccia di punti salvezza, vuole vincere a tutti i costi per restare terzo; infine la Lazio che sul non facile campo di Bergamo affronta l’Atalanta che senza punti di penalizzazione avrebbe clamorosamente lottato per un posto in Europa.

.

Apre le danze il Bologna che con Diamanti passa in vantaggio sul Napoli. Ad Udine il pubblico presente allo stadio sente alla radio il vantaggio degli emiliani e si infiamma; Di Natale accende definitivamente l’entusiasmo con il gol che porta in vantaggio i friulani sul Genoa. Passano cinque minuti e la Lazio replica a Bergamo con un gol di Kozac. La classifica adesso recita così: Udinese terza solitaria, Lazio quarta, Napoli addirittura quinto.

Secondo tempo: ancora emozioni. Al 19′ il Bologna raddoppia con Rubin. Al Friuli arriva la notizia e il pubblico diventa un vero e proprio dodicesimo uomo, così dopo appena due minuti Floro Flores realizza il 2-0 con cui l’Udinese affossa il Genoa, per una notizia che farà felice anche il Lecce che, sconfitto ieri dalla Fiorentina, può ancora conservare un barlume di speranza per un miracolo-salvezza da conservare per gli ultimi novanta minuti di campionato. Proprio mentre al Friuli arriva il triplice fischio finale a Bergamo la Lazio con Kone segna il gol del 2-0 che mette in cassaforte tre punti pesantissimi in chiave qualificazione-europea. L’ultima partita delle tre a terminare è quella di Bologna dove nel finale gli animi si accendono: alla fine si contano una decina di ammonizioni e due espulsioni dirette (una per parte). Il Napoli perde e può dire addio ai sogni di Champions; tra l’altro nell’ultima giornata di campionato avrà anche tante assenze per squalifica (Cavani compreso).

.

Tutto questo mentre a Novara va in scena la sfida tra le due già retrocesse: appunto Cesena-Novara e con i piemontesi che passano in vantaggio su rigore intorno alla mezzora del primo tempo con Rigoni, e con lo stesso Rigoni che sempre dal dischetto al 22′ della ripresa fissa il punteggio sul 2-0, poi segna anche la tripletta nel finale. A Palermo invece va in onda la fiera del gol e delle emozioni di chi al campionato non ha più niente da chiedere. Cinque gol in cinquanta minuti tra Palermo e Chievo, con il vantaggio in rimonta degli ospiti per 3-2 ed una partita che diventa la fotografia esatta dei rosanero e del campionato anonimo da loro disputato; la doppietta di Miccoli che porta i siciliani sul momentaneo 2-0 odora quasi di gol-arrivederci da parte del piccolo bomber del Palermo. Quasi come a voler significare di un ciclo che si chiude. Poi nell’ultima parte di partita Pellissier porta a largo i veneti con il gol-poker e ancora Miccoli riporta in partita il Palermo per il terzo gol personale, prima che al 90′ Silvestre non eviti al Palermo la sconfitta casalinga per un 4-4 che quantomeno ha divertito il pubblico presente.

.

RISULTATI:

Lecce-Fiorentina 0-1 (ieri)

Roma-Catania 2-2 (ieri)

Siena-Parma 0-2 (a pranzo)

Novara-Cesena 3-0

Palermo-Chievo 4-4

Atalanta-Lazio 0-2

Udinese-Genoa 2-0

Bologna-Napoli 2-0

Cagliari-Juventus (stasera)

Inter-Milan (stasera)

.

CLASSIFICA:

Juventus 78

Milan 77

Udinese 61

Lazio 59

Napoli 58

Inter 55

Parma e Roma 53

Bologna 51

Catania 48

Atalanta (-6) e Chievo 46

Fiorentina 45

Siena 44

Palermo 43

Cagliari 42

Genoa 39

Lecce 36

Novara 32

Cesena 22

.

CLASSIFICA MARCATORI:

26 Reti: Ibrahimovic (Milan);

23 Reti: Cavani (Napoli);

22 Reti: Di Natale (Udinese);

20 Reti: Milito (Inter);

18 Reti: Palacio (Genoa);

16 Reti: Denis (Atalanta) e Miccoli (Palermo);

15 Reti: Giovinco (Parma);

A seguire tutti gli altri marcatori;

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here