Due parole in libertà!

Due parole in libertà!

Non è abitudine di PianetaEmpoli entrare nel merito delle discussioni tra i suoi lettori. Ma quello che sta succedendo proprio non ci piace. Qui non si tratta di voler evitare critiche (legittime) al sottoscritto ma qui si sta passando alle insinuazioni, alle offese al reciproco dileggio e, sopratt

Non è abitudine di PianetaEmpoli entrare nel merito delle discussioni tra i suoi lettori. Ma quello che sta succedendo proprio non ci piace. Qui non si tratta di voler evitare critiche (legittime) al sottoscritto ma qui si sta passando alle insinuazioni, alle offese al reciproco dileggio e, soprattutto, si getta il sospetto sui ragazzi, quasi sento parole di odio. E qui non ci siamo amici! No..non va. Lo scorso Campionato era avvenuto qualcosa di simile dopo una gara dei play off dei Giovanissimi. Anche allora come oggi si parlava di raccomandati e di simpatie gratuite, di giocatori valorizzati oltre i loro meriti, di sponsorizzazioni a pagamento per questo o quel giocatore.

Sento perciò il bisogno (e la necessità!) di chiarire prima di tutto alcune cose.

Primo. Non conosco nessuno dei ragazzi che fanno il portiere in Primavera e non conosco i loro genitori o parenti come non conosco personalmente molti dei ragazzi della Primavera e delle altre squadre di cui faccio la cronaca. Genitori? Ne conosco forse 4 o 5 su oltre 50 ragazzi. E comunque, anche se conoscessi tutti i giocatori e tutti i loro genitori e parenti fino al quinto grado scriverei quello che penso e n on quello che mi farebbe comodo…ma poi…comodo per cosa???

Secondo. Scrivo quello che vedo…o che credo di vedere perché, si sa, il calcio è uno sport dove le opinioni spesso stridono tra loro. Ma nessuno mai mi ha chiesto di scrivere una cosa per un’altra e, se così fosse, me ne fregherei e continuerei come ho sempre fatto a scrivere quello che penso.

Terzo. Pianeta Empoli è un’associazione libera e quello che facciamo lo facciamo gratuitamente senza prender soldi da nessuno, se non da qualche buonanima che ci fa da sponsor. Soldi che vanno al sito o all’organizzazione di eventi. Il lavoro dei giornalisti di Pianeta Empoli è fatto gratuitamente.

Chiarito questo, una volte per tutte, mi scuso per lo spazio che mi sono preso e prometto che su questi argomenti, qualunque cosa qualcuno vorrà liberamente dire o scrivere, non tornerò più.

La cosa tuttavia che più mi dispiace è che qualcuno usi il nostro sito non per le critiche ai suoi giornalisti o per esprimere il suo pensiero su un argomento o, certo, anche sui giocatori o su chi gli pare, ma per offese gratuite. E mi fa male quando questo riguarda ragazzi. E mi fa male pensare che questa non sia espressione di pensiero libero da pregiudizi ma il livore di qualche adulto. Bell’esempio!!!

Pianeta Empoli ha dedicato al Settore Giovanile azzurro il suo tempo ed il suo spazio perché ritiene che parlare di giovani sia comunque un regalo che ci facciamo perché, parlando di loro, parliamo anche del nostro futuro e ci proiettiamo al da là dell’oggi fino a pensare che anche qualcuno dei nostri sogni possa realizzarsi. Ai ragazzi dobbiamo rispetto. Loro ci guardano e noi dobbiamo saperci meritare la loro fiducia.

Vi invito tutti a ritrovare un poco di serenità e di pazienza. E’ bello confrontarci, anche con durezza. Ma mai senza trascendere il rispetto che dobbiamo agli altri, qualunque sia la loro età, il loro ruolo, la loro condizione.

Scusate per l’intrusione. Grazie.

Fabrizio Fioravanti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy