Primavera di Coppa impatta col Bologna

Primavera di Coppa impatta col Bologna

Primavera TIM CUP 1° giornata andata 14 settembre 2011 EMPOLI  vs  Bologna  1 – 1 – Da Santa Maria Fabrizio Fioravanti – EMPOLI Furlan, Mattiello, Bellavigna, Kabashi, Menegaz, Hysaj, Alteri, Della Latta, Frugoli, Bencini, Gennusa A disposizione: Pacini, Borri, Rugani, Ghelardoni, G

Primavera TIM CUP

1° giornata andata

14 settembre 2011

EMPOLI  vs  Bologna  1 – 1

Da Santa Maria

Fabrizio Fioravanti

EMPOLI

Furlan, Mattiello, Bellavigna, Kabashi, Menegaz, Hysaj, Alteri, Della Latta, Frugoli, Bencini, Gennusa

A disposizione: Pacini, Borri, Rugani, Ghelardoni, Gatto, Saccà, Tempesti

Allenatore: Martino MELIS

Sostituzioni:

al 46’ entra Tempesti esce Gennusa
al 52’ entra Ghelardoni esce Altieri
al 68’ entra Saccà esce Frugoli

BOLOGNA

Stojanovic, Ferrari, Zita, Bisoli, Mitrovic, Boccaccini, Benatti, Casini, Gavilan, Pirani, Teggi

A disposizione: Cordisco, Senese, Beltrame, Ingegneri, Marchesi, Pescatore, Veratti

Allenatore: F. PERINELLI

Sostituzioni:

al 65’ entra Veratti esce Pirani
al 68’ entra Senese esce Teggi
al 80’ entra Pescatore esce Gavilan

Arbitro: sig. T. Reni (Pistoia) Assistenti : sigg. C. Palazzone (Lucca) e S. Liberti  (Pistoia)

GOL

34’ Benatti (B) – 81’ Tempesti (E)

AMMONITI

26’ Hysaj (E) – 73′ Tempesti (E)

ESPULSI

nessuno

LA GARA

In un caldissimo ed afoso pomeriggio Empoli e Bologna si incontrano nel campo sportivo di Santa Maria per la gara di andata del 1° Turno di Coppa e chiudono con un giusto pareggio una gara tutto sommato accettabile, se si considera non solo il clima meteorologico ma anche il fatto che siamo ad inizio stagione-

Il Bologna ci è apparso più in avanti con la preparazione ed in migliore forma fisica. L’Empoli paga un ritardo di condizione e la media-età della squadra, che regala al Bologna qualcoso come 8 anni di differenza (per rimanere alla formazione del 1° tempo). D’altra parte la giovane età della squadra è una cosa che rimarrà  per tutta la stagione e con la quale la Società ha fatto i conti facendo, a mio avviso, una scelta giusta e di prospettiva. Ci sono buoni giocatori, alcuni ottimi, che con una stagione in più potranno crescere e migliorare sia sotto il profilo tecnico-atletico che caratteriale.

Il primo tempo vede un Empoli che cerca sempre il gioco ma fatica a volte a tessere quelle trame fatte di velocità, di tagli e di ripartenze che vuole il mister. Il 4.3.3. degli azzurri si scontra con un 4.2.3.1. del Bologna che offre ai felsinei maggiori soluzioni offensive che tuttavia non si concretizzano mai, se non in occasione del gol. Il Bologna appare in una condizione fisica migliore e grazie anche ad una squadra più “vecchia” di quella degli azzurri, impone la sua maggiore fisicità che gli consente di intercettare spesso il gioco azzurro e di proporre spesso veloci contropiedi. L’Empoli comunque ci è piaciuto per aver sempre e comunque tentato di proporre il suo gioco. Poche le azioni da segnalare. Bella quella dell’Empoli al 9’ con Mattiello che da sinistra mette un traversone in area rossoblu sul quale arriva di corsa Frugoli a colpire di esterno sinistro sforando il palo. Pericoloso il Bologna al 17’ con Teggi che dal limite  manda un rasoterra verso l’angolino di destra di Furlan sul quale il portiere azzurro arriva e devia. Bella azione azzurra al 32’ con Gennusa che in sforbiciata non riesce a dar forza al traversone si Bencini dalla destra che era andato sul fondo a recuperare un pallone che sembrava perso. Il Bologna segna al 34’: Casini trova un corridoio per Benatti che si presenta solo davanti a Furlan e lo infila con un rasoterra. L’Empoli potrebbe pareggiare 3 minuti dopo ma Boccaccini arriva con la punta del piede a togliere il tiro a botta sicura di Frugoli. C’è pure un sospetto rigore al 44’ quando un difensore del Bologna ferma prima col corpo e poi con le mani una punizione di Benncini dai 30 metri ma l’involontarietà ci può stare. Il secondo tempo vede un Empoli più convinto e l’ingresso di tempesti dà alla squadra di meli quel peso che si fa sentire. Gli azzurri cercano il gioco ed il Bologna si difende cercando di far male con veloci azioni di rimessa che spesso mettono in  difficoltà la retroguardia azzurra. Prove generali del gol al 67’: Bencini-Tempesti e poi lancio verso Frugoli che arriva “lungo” per la deviazione in porta a pochi metri dalla linea fatale. Il gol del meritato pareggio arriva al 41: Kabashi inventa un lob verso Tempesti che in corsa mette in rete con un delizioso pallonetto che supera Stojanovic. Poi più niente, anche se l’Empoli cerca di punzecchiare l’avversario cercando il gol della vittoria.

Tutto rimandato alla gara di ritorno che si giocherà il 1 ottobre  allo stadio Kennedy di San Lazzaro di Savena. Intanto gli azzurri dovranno recuperare le forze: sabato c’è la seconda di Campionato ed arriva la fortissima Fiorentina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy